VENEZIA 68 – Steve McQueen + Michael Fassbender: Shame, le prime foto

SHAME di Steve McQueen + Michael Fassbender - VENEZIA 68 - le prime foto

Sarà in concorso a Venezia 68 (e subito dopo a Toronto) Shame di Steve McQueen, già regista dello splendido esordio Hunger. Là Michael Fassbender era il protagonista di un'intensa e dolorosa mutazione fisica nel rappresentare lo sciopero della fame di Bobby Sands; qui è chiamato a incarnare i temi della dipendenza e del desiderio.

Carey Mulligan e Michael Fassbender in SHAME di Steve McQueenIn Shame (prime foto dal set) il protagonista Brandon, un newyorchese di circa 30 anni, lotta contro una forma di dipendenza compulsiva dal sesso mentre vive la relazione con la sua assistente Marianne (la Nicole Beharie di American Violet). L'arrivo della sorella minore Sissy (Carey Mulligan) aspirante cantante, ribelle e autodistruttiva, ospite nel suo appartamento, complicherà le cose.

Nel cast anche James Badge Dale (The Departed, The Pacific, 24) e Hannah Ware (Poliziotti fuori). Il montatore Joe Walker e il direttore della fotografia Sean Bobbitt, sono gli stessi di Hunger.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

 

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Secondo un blogger di Indiewire, che ha letto lo script di 118 pagine (opera di Abi MorganSex Traffic, Brick Lane, The Iron Lady) anche in questo secondo film, dopo l'impressionante esordio del 2007, si rintracciano le radici di artista visivo di McQueen.
La sceneggiatura è esplicita dal punto di vista sessuale ma al tempo stesso minimalista, concentrata su tutti i piccoli dettagli della vita quotidiana di Brandon: routine lavorativa, ossessiva ricerca di prostitute, pornografia, masturbazione, su "oggetti, persone e situazioni che possono sembrare a prima vista insignificanti", pochi dialoghi, e una rivelazione alla fine.

 

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

Altri dettagli affiorano da un'inviata speciale per caso: una ballerina di burlesque che si esibisce con il nome di Calamity Chang, sul set per partecipare ad alcune riprese. Dal suo divertente racconto emerge uno Steve McQueen gentile, paziente e perfino timido, che alla domanda "qualì il tuo regista preferito?" risponde senza esitazioni Terrence Malick.
Shame ha già una data di uscita fissata per il Regno Unito: il 13 gennaio 2012, per Momentum Pictures.

 

Michael Fassbender in SHAME di Steve McQueenVedremo Michael Fassbender (Fish Tank, Bastardi senza gloria, Jane Eyre, Centurion, e al Lido quest'anno anche con A Dangerous Method di David Cronenberg, sempre in concorso e sempre selezionato anche dal 36°Toronto Film Festival) in  Good Vibrations, in Genius accanto a Sean Penn, in Prometheus di Ridley Scott, in Haywire di Soderbergh, e diretto da Brendan Gleeson nel film con il miglior cast irlandese di sempre – lo stesso Fassbender è di madre irlandese – At Swim-Two Birds.

Carey Mulligan, giovane attrice inglese lanciata da An Education, ultimamente in Non Lasciarmi e Drive di Nicolas Winding Refn, oltre che in una versione teatrale off-Broadway di Come in uno specchio, sarà anche ne Il Grande Gatsby di Baz Lurhmann.

 

 

 

VENEZIA 68 – Steve McQueen + Michael Fassbender: Shame, le prime foto

SHAME di Steve McQueen + Michael Fassbender - VENEZIA 68 - le prime foto

Sarà in concorso a Venezia 68 (e subito dopo a Toronto) Shame di Steve McQueen, già regista dello splendido esordio Hunger. Là Michael Fassbender era il protagonista di un'intensa e dolorosa mutazione fisica nel rappresentare lo sciopero della fame di Bobby Sands; qui è chiamato a incarnare i temi della dipendenza e del desiderio.

Carey Mulligan e Michael Fassbender in SHAME di Steve McQueenIn Shame (prime foto dal set) il protagonista Brandon, un newyorchese di circa 30 anni, lotta contro una forma di dipendenza compulsiva dal sesso mentre vive la relazione con la sua assistente Marianne (la Nicole Beharie di American Violet). L'arrivo della sorella minore Sissy (Carey Mulligan) aspirante cantante, ribelle e autodistruttiva, ospite nel suo appartamento, complicherà le cose.

Nel cast anche James Badge Dale (The Departed, The Pacific, 24) e Hannah Ware (Poliziotti fuori). Il montatore Joe Walker e il direttore della fotografia Sean Bobbitt, sono gli stessi di Hunger.

--------------------------------------------------------------------
I CORSI DI CINEMA AUTUNNALI SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

 

--------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21st!
--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
Secondo un blogger di Indiewire, che ha letto lo script di 118 pagine (opera di Abi MorganSex Traffic, Brick Lane, The Iron Lady) anche in questo secondo film, dopo l'impressionante esordio del 2007, si rintracciano le radici di artista visivo di McQueen.
La sceneggiatura è esplicita dal punto di vista sessuale ma al tempo stesso minimalista, concentrata su tutti i piccoli dettagli della vita quotidiana di Brandon: routine lavorativa, ossessiva ricerca di prostitute, pornografia, masturbazione, su "oggetti, persone e situazioni che possono sembrare a prima vista insignificanti", pochi dialoghi, e una rivelazione alla fine.

 

---------------------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA: OFFERTA PER I LAUREATI DAMS e altri per la SPECIALIZZAZIONE

---------------------------------------------------------------------

Altri dettagli affiorano da un'inviata speciale per caso: una ballerina di burlesque che si esibisce con il nome di Calamity Chang, sul set per partecipare ad alcune riprese. Dal suo divertente racconto emerge uno Steve McQueen gentile, paziente e perfino timido, che alla domanda "qualì il tuo regista preferito?" risponde senza esitazioni Terrence Malick.
Shame ha già una data di uscita fissata per il Regno Unito: il 13 gennaio 2012, per Momentum Pictures.

 

Michael Fassbender in SHAME di Steve McQueenVedremo Michael Fassbender (Fish Tank, Bastardi senza gloria, Jane Eyre, Centurion, e al Lido quest'anno anche con A Dangerous Method di David Cronenberg, sempre in concorso e sempre selezionato anche dal 36°Toronto Film Festival) in  Good Vibrations, in Genius accanto a Sean Penn, in Prometheus di Ridley Scott, in Haywire di Soderbergh, e diretto da Brendan Gleeson nel film con il miglior cast irlandese di sempre – lo stesso Fassbender è di madre irlandese – At Swim-Two Birds.

Carey Mulligan, giovane attrice inglese lanciata da An Education, ultimamente in Non Lasciarmi e Drive di Nicolas Winding Refn, oltre che in una versione teatrale off-Broadway di Come in uno specchio, sarà anche ne Il Grande Gatsby di Baz Lurhmann.