#Venezia 72 – Equals, l’utopia di Drake Doremus con Kristen Stewart

Doremus sarà in Concorso al Lido con una love-story di ambientazione sci-fi, scritta dallo sceneggiatore di “Moon” Nathan Parker e interpretata dall’inedita coppia Nicholas Hoult-Kristen Stewart

Conosciuto in Italia principalmente per il dramma sentimentale Like Crazy, presentato Fuori Concorso nel 2011 al Festival di Roma e uscito rapidamente in sala, il californiano Drake Doremus, classe 1983, ha già all’attivo quattro lungometraggi – Spooner (2009), Douchebag (2010), il citato Like Crazy (2011) e Breathe in (2013) – che l’hanno reso in pochi anni una delle firme più interessanti della scena indie americana.

---------------------------------------------------------------
BANDO N. 5 POSTI GRATUITI PER CORSO DI CRITICA DIGITALE

---------------------------------------------------------------

Cullato in particolare dal Sundance Festival, dove nel 2011 vince il Gran Premio della Giuria sempre per Like Crazy, film che ha lanciato i giovanissimi Felicity Jones, Anton Yelchin e Jennifer Lawrence.

Quest’anno Doremus sarà in Concorso al Lido con Equals, love-story ambientata in un futuro distopico, nel quale ogni emozione umana, come l’amore, l’odio, la rabbia, è stata sradicata. Il plot-twist è rappresentato dalla diffusione di una strana malattia – S.O.S, acronimo per Switch On Syndrome – che libera questi sentimenti, causando l’esilio dei cittadini che hanno contratto il morbo.

Il film è stato scritto da Nathan Parker, già sceneggiatore del bellissimo Moon di Duncan Jones, che conferma quindi la sua predilezione per l’esplorazione dei sentimenti umani in scenari da sci-fiction.

Protagonista la coppia Kristen Stewart-Nicholas Hoult. L’attrice, fresca del César come migliore interprete per il suo ruolo da non protagonista in Sils Maria di Olivier Assayas, si era detta spaventata dall’idea di affrontare le riprese: “Malgrado parta da un concetto piuttosto basico, è un film apertamente ambizioso. In Equals gli eventi precipitano perché non puoi cancellare l’umanità che c’è in ognuno. È la storia più devastante”.

Per l’attrice il film rappresenta un nuovo aggiornamento della novella di Orwell 1984, ma sia per lei che per il regista, è l’amore l’aspetto più rilevante: “È una storia d’amore in un mondo in cui l’amore non esiste più”, ha dichirato Doremus. Una love story “di proporzioni talmente epiche” da spaventare la Stewart: “Accettando il ruolo, mi sono affidata completamente a Drake e sono certa che lui ne trarrà qualcosa di estremamente realistico e naturale. Ma – gli ho detto – non pensare che io sia in grado di fare tutto questo. È troppo difficile”.
Spetterà allora al pubblico veneziano decidere se Kristen sia riuscita a superare le sue paure…

 

---------------------------------------------------------------
Ecco il nuovo Sentieriselvaggi21st #10: CYBERPUNK 2021, il futuro è arrivato

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative