#Venezia77 – Sogni al campo tra i corti della sezione Orizzonti

Nella rosa dei cortometraggi della sezione Orizzonti di #Venezia77, tra le dodici firme internazionali compare il nuovo cortometraggio d’animazione di Magda Guidi e Mara Cerri

Nella rosa dei cortometraggi della sezione Orizzonti di questa Venezia 2020, tra le dodici firme internazionali compare, insieme a Being my Mom di Jasmine Trinca, un ulteriore titolo italiano, Sogni al campo, cortometraggio di animazione di Magda Guidi e Mara Cerri.

---------------------------------------------------------------
Torna il BLACK FRIDAY di SENTIERI SELVAGGI!

---------------------------------------------------------------

Basato sull’omonimo libro delle due disegnatrici pesaresi, il corto si prospetta come una trasognata visione sul passaggio, sull’incontro con l’ignoto, l’attraversamento della conradiada “linea d’ombra”. Un limite che è sia quello tra la vita e la morte e sia quello fra l’infanzia e la vita adulta, uno dei momenti topici dell’esistenza umana a cui il cinema (e l’arte in generale) cercano da sempre di dare forma.

La storia narrata nei nove minuti di Sogni al campo è quella di un mistico viaggio di un giovane ragazzo il quale, cercando il suo gatto smarrito lungo il fiume, si imbarcherà in un’avventura ai confini tra la realtà e un’onirica fantasia. Infatti, come narra la trama officiale del film, il protagonista non riuscendo a trovare il suo gatto (il quale si è allontanato da tutto per isolarsi e morire), lo cerca fino al bordo del tempo, dove chi è morto scompare e chi è vivo lascia i defunti andare. È lì che il ragazzo si confronta con la paura, attraversa una foresta di simboli e memorie della propria vita e ne esce cresciuto. Le illusioni dell’infanzia si dissolvono sul campo di grano e si fanno paesaggio.

Sogni al campo rappresenta il proseguire della collaborazione tra Magda Guidi e Mara Cerri, le quali hanno insieme realizzato il cortometraggio d’animazione Via Curiel 8, tratto dall’omonimo libro, vincitore della sezione corti del Torino Film Festival 2011. Il loro incontro risale agli anni di studio passati nella Scuola del Libro di Urbino dove si sono diplomate e hanno successivamente frequentato il Biennio di Perfezionamento in cinema d’animazione. Magda ha poi intrapreso una carriera volta principalmente all’animazione cinematografica, mentre Mara ha invece dedicato il suo talento all’ambito dell’illustrazione.

Insieme a Sogni al campo in competizione tra i corti della sezione Orizzonti, troveremo, fra gli altri, le opere di diversi artisti emergenti come lo svizzero Roman Hodel, con il suo Das Spiel (The Game), la regista indiana Sushma Khadepaun con Anita e lo svedese Jerry Carlsson con Nattåget (The night train).

---------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

---------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative