Yakari – Un viaggio spettacolare, di Toby Genkel e Xavier Giacometti

Sembra quasi un film Dreamworks di inizio Duemila: ogni fotogramma desidera stupire, ricercandone lo stesso senso del meraviglioso. Alla fine restano i detriti di un racconto convenzionale, ma sincero

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

In Yakari – Un viaggio spettacolare ogni momento chiave sembra essere preceduto da un movimento verticale. Nella prima parte del film, la caduta dal precipizio del piccolo protagonista – per quanto drammatica e pericolosa – coincide di fatto con l’inizio di un percorso di maturazione: il suo corpo finisce nella cascata d’acqua, si depura delle incombenze del passato, e ri-emerge in superficie profondamente rinnovato. È proprio qui che entra in contatto con i territori inesplorati dei suoi antenati sioux, ed è in questo luogo selvaggio e incontaminato che Yakari ha la possibilità di intrecciare un legame puro e immacolato con il suo amato cavallo/alter-ego. Un rapporto necessario alla sopravvivenza/crescita del bambino, che non a caso avrà in un’altra precipitazione verticale – culminata, in questo caso, in un ghiacciaio – il punto terminale della sua traiettoria di formazione.

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Ed è attraverso questa relazione tra uomo – o meglio, infante – e natura selvaggia che Yakari – Un viaggio spettacolare (adattato dall’omonimo fumetto di Job e Derib) rivela tutti i suoi codici, compresi i referenti a cui si ispira. Nel registro, come nel respiro narrativo, è fin troppo smaccata l’appartenenza ai mondi espressivi della Dreamworks, e in particolar modo, agli scenari incantati (e incantanti) di Spirit. Proprio come il film di Asbury e Cook, il mito della frontiera si apre anche qui ad una serie di valenze simboliche, che individuano negli spazi infiniti delle Grandi Pianure i sintomi di un cammino di rivelazione, di cui il rapporto umano-animale è veicolo e contraltare unico. Tutto, infatti sembra coincidere con quell’immaginario: dal confronto di personalità e visioni antitetiche, all’incontro/scontro di mondi avversi e inconciliabili, fino alla liberazione finale dalla “schiavitù” del nemico bianco. Con l’unica differenza che lo sguardo, i pensieri, e le considerazioni sulla realtà non sono più riconducibili alla soggettiva dell’animale, ma a quella dell’essere umano.

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

E nella storia di un bambino che, dopo essersi allontanato dalla sua tribù per inseguire il sogno di un’amicizia “impossibile” con il cavallo, ritorna dalla famiglia con consapevolezze prima impensabili, ritroviamo quel “senso del meraviglioso” che il cinema d’animazione americano ha da tempo abbandonato. Certo, Yakari – Un viaggio spettacolare è forse fin troppo furbo nel ricercarlo, strizzando l’occhio ad un modo di raccontare che poco appartiene alle omologhe animazioni transalpine. E seppur ai registri deflagranti di Persepolis, Dov’è il mio corpo? o La mia vita da zucchina preferisca qui la convenzionalità espressiva, è difficile non rimanere coinvolti dalla sfacciata semplicità del suo racconto. Privo sì di autoctonia o spessore. Ma sempre pronto a puntare in alto. E a rivolgere lo sguardo verso il calore di un sole splendente, inquadrato nel pieno del suo tramonto.

Titolo originale: Yakari, le film
Regia: Toby Genkel, Xavier Giacometti
Voci: Mia Diekow, Oscar Douieb, Roman Rossa, Diana Amft, Patrick Bach
Distribuzione: Movies Inspired
Durata: 82′
Origine: Francia, Belgio, Germania, 2020

Sending
Il voto dei lettori
0 (0 voti)
----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative