#Berlinale69 – Claudio Giovannesi in Concorso

Arrivano altre notizie da Berlino in attesa dell’edizione 2019 al via il prossimo 7 febbraio. Nuovi titoli da Concorso, Fuori Concorso e Berlinale Special, tra cui La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi nella competizione principale. Tratto dall’omonimo libro di Roberto Saviano, il film è stato girato  con giovani ragazzi dei quartieri di Napoli che non hanno mai recitato prima. In sala in Italia dal prossimo 13 febbraio.

Concorso

Di jiu tian chang (So Long, My Son) di Wang Xiaoshuai (Cina)

Elisa y Marcela (Elisa & Marcela) di Isabel Coixet (Spagna)

Gospod postoi, imeto i’ e Petrunija (God Exists, Her Name is Petrunija) di Teona Strugar Mitevska (Macedonia)

Marighella di Wagner Moura (Brasile) – Fuori Concorso

Mr. Jones di Agnieszka Holland (Polonia)

Öndög di Wang Quan’an (Mongolia)

The Operative di Yuval Adler (Germania) – Fuori Concorso

La paranza dei bambini di Claudio Giovannesi (Italia)

Systemsprenger di Nora Fingscheidt (Germania)

Ut og stjæle hester di Hans Petter Moland (Norvegia)

Varda par Agnès di Agnès Varda (Francia) – Fuori Concorso

 

Berlinale Special alla Haus der Berliner Festspiele

ANTHROPOCENE: The Human Epoch – di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier (Canada)

Es hätte schlimmer kommen können – Mario Adorf di Dominik Wessely (Germania)

El Norte di Gregory Nava (USA) – Edizione Restaurata

 

Berlinale Special Gala al Friedrichstadt-Palast

The Boy Who Harnessed the Wind di Chiwetel Ejiofor (Regno Unito)

Lampenfieber di Alice Agneskirchner (Germania)

 

Berlinale Special Gala allo Zoo Palast

Celle que vous croyez di Safy Nebbou (Francia)

 

Sono stati annunciati anche i film scelti per la sezione Perspektive Deutsches Kino. La prospettiva dà spazio alle voci della nuova generazione di cineasti tedeschi, permettendo loro di partecipare al festival e di avere più visibilità a livello internazionale.

I titoli selezionati:

Berlin Bouncer, di David Dietl
Born In Evin, di Maryam Zaree
Dreissig, di Simona Kostova
Dust, di Udita Bhargava
Fisch lernt fliegen, di Deniz Cooper
Heute oder morgen, di Thomas Moritz Helm
Das innere Leuchten, di Stefan Sick
easy love, di Tamer Jandali
Die Einzelteile der Liebe, di Miriam Bliese
Die Grube, di Hristiana Raykova
Off Season, di Henning Beckhoff
Oray, di Mehmet Akif Büyükatalay
Tackling Life di Johannes ListFilm ospite
6Minuten66, di Katja Feldmeier, Julius FeldmeierFilm ospite

Ma queste non sono le uniche novità, sono stati annunciati anche i restanti titoli della selezione Berlinale Classics. la programmazione finale si chiude infatti con sei titoli. Eccoli tutti:

Destry Rides Again di George Marshall, USA 1939

Jagko di Im Kwon-taek, Corea del Sud 1980

Ordet di Carl Theodor Dreyer, Danimarca 1955

Örökbefogadás di Márta Mészáros, Ungheria 1975

Die Sieger di Dominik Graf, Germania 1994

Ung flukt di Edith Carlmar, Norvegia 1959