BFM37 – Mariusz Wilczyński al Bergamo Film Meeting

Bergamo Film Meeting (9/17 marzo 2019) non si focalizzerà solo sulla retrospettiva dedicata all’attore francese Jean-Pierre Léaud, omaggiato anche dalla locandina.
Il festival conferma il suo interesse verso il cinema d’animazione proponendo in anteprima nazionale la personale completa del regista, ma anche pittore, animatore, cartonista e performer polacco Mariusz Wilczyński.
Mariusz Wilczyński, nato a Łódź, in Polonia, si affaccia alla sua carriera artistica come pittore e performer, e solo nel ’98 trova nell’animazione la sua più personale forma d’espressione. Per lui infatti, l’animazione consentì di liberare la propria mente da qualsiasi forma di repressione e riuscire a esprimere la propria visione del mondo senza paura, obblighi privazioni o convenzioni.

Bergamo Film Meeting presenterà tutti gli 11 lavori dell’artista tra i quali Allegro ma non troppo (1998), From the Green Hill (1999) e Smierć na 5 (Death to Five, 2002).

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Accanto a Wilczyński e Léaud, saranno a Bergamo gli artisti svedesi Nathalie Djurberg e Hans Berg per l’approfondimento sulle contaminazioni tra cinema e arte contemporanea, e Jeff Mills per la sonorizzazione live di Metropolis nella serata di apertura dell’8 marzo, che darà il via alla proposta di oltre 150 film per 9 giorni di programmazione, accompagnati da incontri con gli autori, eventi speciali, percorsi formativi rivolti alle scuole e agli spettatori under 18.