ENDGAME. BONELLI KIDS – Il gioco di carte

Ognuno di noi ha una vecchia cantina dove, tra cianfrusaglie accatastate negli anni, escono fuori vecchi albi dei fumetti Bonelli. Ognuno di noi ha un padre, uno zio o un nonno, cresciuti in compagnia di Tex Willer o Mister No, che ancora ricordano con affetto quelle letture. Da ottanta anni, infatti, la Sergio Bonelli Editore, nata nel 1940 con il nome Redazione Audace, è una presenza fissa nella vita di molti lettori, per averne accompagnati la vita con avventure piene di epica, di mistero e d’azione. Grazie soprattutto all’intuito di quel genio irrefrenabile di Sergio Bonelli, capace di destreggiarsi con la stessa passione nel ruolo di editore, d’autore e di semplice appassionato, la casa editrice che porta il suo nome, in questi decenni, ha saputo aprirsi a nuove istanze, sperimentando al massimo (alcune volte forse troppo) e iniettando nelle proprie collane anche una dose massiccia di noir, fantasy e horror. Il percorso di continua ricerca e attenzione al presente ha portato l’editore milanese anche ad aprirsi a nuovi media, arrivando in questi anni anche a ipotizzare, sulla falsariga del fortunato esempio dei Marvel Studios, un vero e proprio Bonelli Cinematic Universe. È notizia di questi mesi infatti la produzione o l’imminente arrivo del film su Dampyr, la serie animata ispirata a Dragonero e, addirittura, la serie tv di Dylan Dog, co-prodotta da James Wan (chiamato da fan sfegatato dell’indagatore dell’incubo a riscattare il personaggio dal disastroso esordio cinematografico di Dead of Night). In quest’ottica di continuo e incessante desiderio di reinventarsi, si inserisce anche l’operazione Bonelli Kids che nel 2019, puntando al pubblico più giovane, svecchia alcuni dei suoi eroi più iconici con una versione più fresca e irriverente.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Questa nuova iniziativa immagina un gruppo di giovanissimi lettori indossare i panni dei loro beniamini. In un club esclusivo che molto ricorda la scuola del Professor Xavier degli X Men, gli aspiranti eroi devono replicare il carattere e le doti degli eroi Bonelli per convincere il loro mentore, il disegnatore Art. In questo gruppo di giovani, due sono i nomi che fanno più scena, “risorti” da un ingiusto anonimato che ne aveva, in qualche modo, svilito l’illustre storia e la grande potenzialità. Nella nuova veste kids, infatti, Zagor e Martin Mystere tornano di nuovo alla ribalta, uscendo dal cono d’ombra in cui i più fortunati Tex e Dylan Dog, e le più recenti nuove uscite, li avevano costretti. Limitati forse da un’aria vintage e da una certa ingenuità narrativa, i due protagonisti ancora oggi però conservano un fascino che non si può sottovalutare. Se da un lato Zagor, lo spirito con la scure, si muove nelle atmosfere del fantawestern, mischiando avventure dal sapore ottocentesco a trame paranormali, Martin Mystere è diventato il simbolo del fumetto colto d’intrattenimento, dove la Storia, trattata sempre con rispetto, si sposava con divertenti trame fitte di mistero e paradossi. Non è un caso, dunque, che i due eroi siano stati scelti come i protagonisti di Bonelli Kids – Il gioco di carte, il card game edito dalla Pendragon Game Studio e lanciato sul mercato in concomitanza con l’arrivo dell’interessante progetto editoriale.

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Il gioco, competitivo 1vs1, vede due giocatori vestire i panni dei giovani Zagor o Mystere e lottare, fino all’ultima carta, pur di conquistare più albi possibili. Oltre all’aspetto ludico, che nonostante la grafica parodistica coinvolge subito il giocatore, è l’elemento collezionistico a divertire. Le famose carte in palio infatti replicano, sempre nella chiave infantile-umoristica che pervade tutta la Bonelli Kids, alcuni dei numeri storici e fondamentali delle collane ufficiali. I giocatori, dunque, sono chiamati a gareggiare pur di conquistare i due magnifici numeri 1 (Zagor#01 e il leggendario Gli uomini in nero). Le carte albo, inoltre, sono tutte corredate da un QrCode che indirizza direttamente al sito della Sergio Bonelli per curiosare (o magari acquistare) davvero i numeri originali. Nella sua semplicità questo meccanismo del gioco che rimanda al tema (e viceversa), molto più di tanti altri boardgame, ha l’intelligenza di guardare a tutte le tipologie di giocatori (i players abituali, i neofiti interessati a un’esperienza ludica veloce ma appagante, i fedeli lettori della Bonelli) con un risultato finale dignitoso e coerente. Bonelli Kids – Il gioco di carte è, inoltre, il segno di una decisa determinazione. La Sergio Bonelli Editore non rinnega mai nulla di una storia gloriosa e ancora oggi scintillante. Un’idea pervade totalmente ogni singolo componente del gioco. La volontà di veicolare una filosofia editoria e narrativa che, attraverso un gioco semplice, fresco e anche intrigante per meccaniche e situazioni che si possono creare al tavolo arriva a tutti. Sono questi prodotti a confermarci quanto la Bonelli abbia, davvero, la mentalità potenziale per diventare la Marvel europea.

Editore: Pendragon Game Studio
Autore: Luca Bellini, Luca Borsa
Illustratore: Luca Bertelè
Complessità: Facile
Tipologia: Card Game, Gestione Mano
Anno: 2019
Prezzo consigliato: €19,90

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *