Fescaaal 2021: il programma

Il festival del cinema africano, asiatico e sud americano si svolgerà online sulla piattaforma di MyMovies dal 20 al 28 marzo. Tra le novità, presente una selezione dedicata al cinema al femminile.

La 30° edizione del Festival del Cinema Africano, d’Asia e d’America Latina (denominata “MiWorld from A to Zebra”) si svolgerà dal 20 al 28 marzo in streaming sulla piattaforma di MyMovies. Un’edizione che vuole offrire il contatto diretto fra spettatori e registi garantendo dei Q&A in diretta zoom che faranno seguito alle anteprime dei film (i quali resteranno comunque disponibili online per qualche giorno).

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Il film d’apertura del Fescaaal sarà La nuit des rois di Philippe Lacôte, presentato a Venezia ’77 nella sezione orizzonti e selezionato nella shortlist degli Oscar 2021 come miglior film straniero che darà inizio al festival sabato 20 per Flash, sezione non-competitiva del festival che raccoglie anteprime italiane di opere di registi affermati, film acclamati dalla critica o premiati nei più importanti festival internazionali. Tra le altre sei opere presenti in questa categoria, che come tutte le altre è dedicata al cinema africano, asiatico e sud-americano, anche due film cinesi: White Snake musical fantasy in computer animation e So Long, My Son vincitore di due Orsi d’Argento a Berlino 2019. Da citare anche un film statunitense, MLK/FBI, incentrato sulla sorveglianza capitanata da J. Edgar Hoover nei confronti di Martin Luther King.

Tra i dieci lungometraggi in concorso nella sezione che racchiude fiction e documentari denominata “Finestre sul mondoLina from Lima, dedicato ad una donna peruviana emigrata in Cile che finirà per riscoprire se stessa e Los Lobos, narrazione di una coppia di bambini messicani che passano il tempo raccontandosi storie, da poco trasferitosi con la madre negli Stati Uniti. Sempre in concorso anche Nuestras Madres, girato in Guatemala e vincitore della Camera D’Oro alla Semaine de la Critique 2019 e il documentario Softie, soprannome da bambino di Boniface Mwangi, oggi uno dei più coraggiosi fotoreporter attivisti del Kenya. Presente anche un concorso di cortometraggi africani con 10 opere tutte provenienti da registi originari dell’Africa.

Nel concorso EXTR’A, che include film di registi italiani o stranieri residenti in Italia, girati in Africa, Asia o America Latina o che approfondiscano i temi dell’Italia multiculturale. Tra questi da segnalare Old Child di Elettra Bisogno, cortometraggio vincitore della sezione ITALIANA CORTI dello scorso Torino Film Festival.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Nella sezione fuori concorso comprendente 5 film l’interessante 1982, ambientato in un anno che in Italia riporta immediatamente al successo calcistico mentre per il Libano rappresenta la data d’inizio dell’occupazione israeliana, vista dagli occhi di un bambino di quinta elementare.

Infine corredano il Fescaaal due sezioni collaterali ma allo stesso tempo molto importanti: una sezione tematica incentrata sul cinema al femminile denominata “Donne sull’orlo di cambiare il mondo” e una dedicata alla commedia dal nome “E tutti ridono…”. La prima, che include anche film delle altre sezioni, è dedicata a film di registe donne dei tre continenti a cui fa riferimento il festival, la seconda volge lo sguardo sul mondo della commedia e quest’anno presenta Three Summers un’ironica visione del Brasile contemporaneo.

Di seguito il link al programma completo del Fescaaal giorno per giorno.

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8