I titoli più attesi della stagione 2015/2016 – Inverno

Come ogni anno, l’inverno, è il periodo più interessante per quanto riguarda le uscite in sala. Dopo il poker di assi del 17 dicembre (Star Wars Episodio VII: Il Risveglio della Forza di J.J. Abrams, Il Ponte delle Spie di Spielberg, Irrational Man di Woody Allen e Francofonia di Sokurov) l’anno si aprirà con il dolce capolavoro di Hirokazu Kore-Eda Our Little Sister, già presentato a Cannes. Sempre dalla Croisette, a gennaio, arriveranno in Italia il dramma vintage Carol di Todd Haynes, la nuova versione del Macbeth di Justin Kurzel e il sorprendente Il figlio di Saul di Laszlo Nemes (Gran Premio della giuria). Nel primo mese dell’anno potremo vedere anche alcuni dei più seri contendenti ai prossimi Oscar come lo Steve Jobs di Danny Boyle, Revenant- Redivivo di Alejandro Inarritu (con Di Caprio finalmente ad un passo dagli Oscar) e Joy di David O. Russell (seconda statuetta per Jennifer Lawrance?). Grandissima attesa anche per Creed di Ryan Coogler, con un Sylvester Stallone, di nuovo nei panni di Rocky, in odore di nomination come miglior non protagonista. Febbraio, invece, sarà monopolizzato dall’uscita evento del nuovo western di Quentin Tarantino, The Hateful Eight con la colonna sonora originale di Ennio Morricone. Nelle sale avranno spazio, direttamente da Venezia, anche The Danish Girl di Tom Hooper, il film d’animazione di Charlie Kaufman Anomalisa e l’acclamato Il caso Spotlight di Thomas McCarthy. Da segnalare, dopo il successo ottenuto al Festival di Roma, anche il meraviglioso esordio di Gabriele Mainetti Lo chiamavano Jeeg Robot, con un inedito Claudio Santamaria supereroe e Luca Marinelli folle villain. Marzo e l’inverno, infine si chiuderanno accogliendo nelle sale Ave, Cesare!, l’ultimo commedia dei fratelli Coen (film d’apertura alla prossima Berlinale), e 13 Hours, l’ultima regia targata Michael Bay.