LAVORI IN CORSO. James Wan, Sophia Loren, Verdone, Raimi, Fincher/Oldman

Pronti a delle nuove, e super violente, fatality? Il reboot di Mortal Kombat è ormai finalmente realtà, parola di James Wan che in veste di produttore sta arruolando il cast che si farà carico dei personaggi più caratteristici del videogioco di culto.


A prendere le redini di Sub-Zero, tra i characters più amati, è stato scelto l’attore indonesiano di origini cinesi Joe Taslim, noto nel campo degli action movie e delle arti marziali. Una scelta apprezzatissima dai seguaci videoludici che sta già fomentando i più. Taslim incarnerà una delle figure più potenti presenti nella saga che, oltre ad una forza spietata da ninja, ha il potere del teletrasporto e della criocinesi che gli permette di creare e controllare il ghiaccio.
Trasposto sul grande schermo nel 1995 da Paul W.S. Anderson con un trascurabile sequel successivo, questo attesissimo reboot sarà rilasciato dalla New Line nei primi mesi del 2021 sotto la regia dell’esordiente Simon McQuoid.

——————————————————————————————————————-

Diva premiata con l’Oscar come Migliore attrice protagonista per La Ciociara nel 1962, Sophia Loren è l’emblema della bellezza e del talento nostrano che ha reso grande il cinema.
Sono trascorsi dieci anni dalla sua comparsa nel film Nine accanto a Daniel Day-Lewis, ed oggi l’immensa Sophia è di nuovo sul set in veste di assoluta protagonista con La vita davanti a sé. A dirigerla Edoardo Ponti, figlio dell’attrice, intenzionato ad adattare in chiave contemporanea il francese La vie devant soi, romanzo del 1975 scritto da Romain Gary.
Se, infatti, il testo letterario narra delle vicende di Madame Rosa, donna sopravvissuta all’orrore dei campi di concentramento nazisti che stringe un legame molto forte con Momo, un bambino senegalese di dodici anni, Ponti ha dichiarato la sua propensione ad una libera trasposizione che sposti l’asse d’interesse ad un approccio moderno e le sue relative problematiche.
Accanto alla Loren sono già confermati gli attori Renato Carpentieri e Babak Karimi.
——————————————————————————————————————-
Sono terminate le riprese di Si vive una volta sola, ultima fatica dell’attore e regista Carlo Verdone.
Girato a Bari e prevalentemente su territorio pugliese, il film è stato un’esperienza indispensabile: “Per scegliere i luoghi dove girare, ho percorso in lungo e in largo l’Italia meridionale – ha dichiarato Verdone – e quasi istintivamente ho scelto di andare a destra e non a sinistra: ho fatto bene perché la gente e i luoghi si sono dimostrati ideali. Ma è stato in fase di montaggio che ho anche scoperto una luce, una luminosità e dei colori affascinanti“.
Un commedia corale on the road verso i mari del Sud che vede protagonisti quattro amici medici, nei volti di Carlo Verdone, Anna Foglietta, Rocco Papaleo e Max Tortora.
Scritto insieme a Giovanni Veronesi e Pasquale Plastino, la pellicola è prodotta da Filmauro di Luigi e Aurelio De Laurentis e sarà rilasciata nei cinema a partire da febbraio 2020.
——————————————————————————————————————-
Il successo della serie Ash vs Evil Dead ha tenuto acceso l’interesse sull’iconica saga creata da Sam Raimi a partire dal 1981. Una trilogia che, con La Casa, La Casa 2 e L’Armata delle Tenebre, ha segnato l’inesauribile successo di un format, tanto da portare Fede Alvarez ad una propria interpretazione nel 2013 con il remake di Evil Dead.
Recentemente Raimi ha rilasciato delle dichiarazioni che stanno facendo impazzire i fans, secondo le quali un nuovo capitolo con protagonista Bruce Campbell nel ruolo di Ash Williams sarebbe davvero possibile.
Mi piacerebbe tantissimo farne un altro – informa il regista – Non credo che la tv sia la sua destinazione, ma io, Bruce e Rob Tapert stiamo parlando di uno o due modi diversi per fare il prossimo film. Ci piacerebbe fare un altro film di Evil Dead e infatti stiamo proprio lavorando su qualche idea in questo momento. Altrimenti sarei molto felice di lavorare con Fede, se tornasse a fare un sequel“.
Ci auguriamo che queste idee in cantiere possano davvero trovare concreta realizzazione. In alternativa anche una possibile collaborazione con Alvarez non creerebbe troppi dispiaceri (o forse sì?), data la palese voglia di Raimi di una nuova splatterissima avventura con i demoni del Necronomicon.
——————————————————————————————————————-
Inizieranno il prossimo novembre le riprese di Mank, nuovo film di David Fincher con protagonista Gary Oldman per una produzione originale targata Netflix.
La pellicola, scritta diversi anni fa da Jack Fincher, compianto padre del regista, segue il processo creativo di uno dei film più importanti della storia, Quarto Potere di Orson Welles, dal punto di vista del suo co-sceneggiatore Herman Mankiewicz.
Un progetto davvero ambizioso e particolarmente sentito da Fincher, da un punto di vista sia artistico che emotivo.
Elemento di ulteriore interesse è l’esecuzione su campo che avverrà totalmente con riprese in bianco e nero, tassello fondamentale per l’approccio cui Fincher intende accostarsi.