L'ultimo giorno di Pasolini secondo Abel Ferrara: Prime foto dal set

Willem Dafoe in Pasolini, di Abel Ferrara

Prime foto dal set di Pasolini, ultimo film di Abel Ferrara incentrato sulle ultime 24 ore di vita del regista, interpretato da Willem Dafoe. Nel cast anche Riccardo Scamarcio, nei panni di Ninetto Davoli, che compare in un cameo interpretando Eduardo De Filippo. La somiglianza di Dafoe con Pasolini è impressionante, e sembra che l'attore non verrà doppiato, ma reciterà con la sua voce originale. "Will vive da sette anni in Italia – dice Ferrara – è sposato con un’italiana, abbiamo confrontato la sua voce con quella di Pasolini. Identica".

 

Willem Dafoe in Pasolini, di Abel FerraraLa sceneggiatura è stata scritta in collaborazione con Maurizio Braucci (già collaboratore di Matteo Garrone per Gomorra e Reality) e il film sembra conterrà alcune sequenze delle due grandi opere incompiute di Pasolini, Teo-Porno-Kolossal e Petrolio.

"Non mi interessa parlare dell'omicidio. Mi interessa cercare di raccontare l'uomo: un marxista cattolico, contrario ai metodi contraccettivi, che rimorchiava ragazzini la sera e viveva con sua madre. Una contraddizione vivente. Pasolini viveva nel rischio, inseguiva la morte. Non criticava la società da una torre d'avorio, ma viveva la vita come voleva". 

Ninetto Davoli, figura fondamentale nella vita di Pasolini, partecipa volentieri al progetto: "Ferrara è un matto buono, mi fa pensare con le sue fantasie ingegnose a Carmelo Bene. Sono felice di partecipare a questa pellicola. Prima della sua scomparsa, eravamo insieme io, Pierpaolo, mia moglie e i miei due figli. Spero davvero che il film di Abel possa intrappolare sulla pellicola la grandezza di Pasolini. Abel ci sta mettendo sincerità e sentimento in questo lavoro, e spero che questa sua follia consegni il ricordo di Pier Paolo anche alle nuove generazioni. Non basterà comunque un film a raccontarlo".