Mondiali 2010: il cinema fa gol

La prossima estate potrebbe avere qualcosa di realmente eccezionale: per la prima volta nella storia dell’industria cinematografica italiana, i Mondiali di calcio (in Sudafrica dall’11 giugno all’11 luglio) sembrano, almeno per il momento, avere un effetto contenuto sulla programmazione estiva, che si presenta ricca di film. I listini da maggio ad agosto offriranno infatti  una serie di blockbuster e parecchi titoli medi, potenzialmente interessanti. Festival di Cannes permettendo, ci saranno anche film italiani importanti. Con i blockbuster si partirà dal 14 maggio: dieci anni dopo l’uscita fortunata de Il Gladiatore, Ridley Scott e Russell Crowe tornano a collaborare per una storia epica, con Robin Hood. Una settimana più tardi, un’altra avventura spettacolare, questa volta ambientata in Arabia: Prince of Persia – Le sabbie del tempo uscirà in anteprima mondiale in Italia il 21 maggio e proporrà Jake Gyllnenhall nei panni del protagonista di una produzione ispirata al celeberrimo videogioco. Il 4 giugno arriva la seconda volta di Carrie &co. con Sex and the City 2, dove le “ragazze” tornano accompagnate dalla presenza carismatica di Liza Minnelli. Certa, poi, l’uscita l’11 giugno di A – Team, ispirato al telefilm anni ‘80, con Liam Neeson, Bradley Cooper, Jessica Biel e Patrick Wilson. Mentre, in piena fase finale dei mondiali, il 30 giugno sarà la volta di Twilight: Eclipse seguito da Toy Story 3D. Al momento, anche tre film italiani hanno un’uscita estiva, ma molto dipenderà dalle scelte del Festival di Cannes per titoli come La nostra vita di Daniele Luchetti, con Elio Germano, Isabella Ragonese e Raoul Bova. Certa, invece, l’uscita il 21 maggio di  Dalla vita in poi di Gianfrancesco Lazotti con Nicoletta Romanoff, Cristiana Capotondi e Filippo Nigro, così come de La bella società di Gianpaolo Cugno con Raul Bova, Maria Grazia Cucinotta, Giancarlo Giannini, Enrico Lo Verso, David Coco e Anna Safroncik. Il 5 giugno, una commedia musicale destinata ai giovanissimi: Una canzone per te di Herbert Simone Paragnani con Emanuele Bosi e Michela Quattrociocche. Ma il calcio richiede anche una contro programmazione d’autore: a fine maggio uscirà infatti La regina dei Castelli di Carta, terzo ed ultimo capitolo della saga Millennium. Copie Conforme di Abbas Kiarostami con Juliette Binoche esce invece il 21 maggio, in contemporanea con The Last Station di cui sono protagonisti, tra gli altri, Helen Mirren e James McAvoy; mentre a metà giugno arriva in sala Bright Star diretto da Jane Campion. Cinema d’autore ancora con il nuovo film del palestinese Elia Suleiman The time that remains, seguito a fine giugno dal messicano Sin Nombre. Da segnalare anche The Boys are Back di Lasse Hallstrom con Clive Owen (25 giugno) e il vincitore del Marco Aurelio del Festival di Roma, Brotherhood (2 luglio).  A luglio appuntamento con il remake–sequel Predators e a fine mese con il thriller The Box dell’autore di Donnie Darko, Richard Kelly, con Cameron Diaz. Stesso weekend per due titoli molto diversi tra loro: la commedia romantica When in Rome e The Soloist diretto dal regista di Espiazione e Orgoglio e Pregiudizio, Joe Wright, che porta sullo schermo Jamie Foxx e Robert Downey Jr. Spazio anche alla commedia fantastica, romantica e un po’ demenziale: Tata Matilda vede Emma Thompson impegnata in una nuova avventura da super baby sitter insieme a Ralph Fiennes, Maggie Gyllenhaal e Maggie Smith l’11 giugno. Una settimana prima l’irlandese Happy Ever Afters racconta l’incubo di due matrimoni che si tengono nello stesso albergo, alla stessa ora dello stesso giorno. La seconda metà di giugno propone Lei è troppo per me, la riunione di Nia Vardalos e John Corbett dopo il fortunato Il mio grosso grasso matrimonio greco, in 5 regole per farla innamorare; la nuova commedia diretta da Kevin Smith con Bruce Willis intitolata in originale Cop Out; The Rock è l’insolita “fatina dei denti” di Tooth Fairy, mentre la vincitrice dell’Oscar, Sandra Bullock, è la protagonista di All About Steve. Non mancano i consiuti brividi horror con il plus del 3D per The Hole, Final Destination 4  e Piranha. Da non dimenticare Zombieland e Saw VI. (G.A.)