“Una spia non basta”, di McG

una spia non basta
McG cerca di ritrovare la tradizione della commedia romantica dell’epoca d’oro coniugandola con quel cinema d’azione un po’ spaccone che sembra essere il territorio a lui più congeniale. E lo fa mettendo in campo una girandola romantica impazzita dove Chris Pine, Reese Witherspoon e, soprattutto, il magnifico Tom Hardy si fanno corpi nostalgici, fuori dal tempo, sospesi tra il passato e il presente del Cinema

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #9


una spia non bastaPer due agenti della CIA addestrati, come Tuck e FDR, ad affrontare ogni tipo di pericolo sul campo non c’è nulla di peggio che ritrovarsi a scaldare una scrivania, pena imposta dall’inflessibile capo Angela Bassett per aver infranto una delle regole fondamentali dell’Intelligence, quella di agire rigorosamente sotto copertura. Sì perché ormai lontani, almeno apparentemente, dalle pericolose trame della criminalità internazionale, alle due superspie e amici da una vita Tom Hardy e Chris Pine non resta che concentrarsi, più o meno volontariamente, sulle questioni di cuore. Peccato però che il cuore da conquistare sia quello della stessa donna e che nessuno dei due pretendenti sia disposto a fare un passo indietro. D’altronde come poter resistere al fascino di una Reese Witherspoon di nuovo nelle vesti di findanzata d’America?

Per raccontare il mondo distrutto dalle macchine, il regista di Terminator Salvation aveva scelto di ri-percorrere ‘un immaginario codificato, trasformando l’apocalisse in una sorta di deserto western’ e in We are Marshall aveva tentato, senza grandi risultati, di confrontarsi con i classici del genere sportivo. In Una spia non basta è invece la gloriosa tradizione tutta hollywoodiana della commedia romantica dell’epoca d’oro che McG cerca di ritrovare, coniugando gli scambi verbali da screwball comedy (la sceneggiatura di Dowling e Kinberg mette in gioco una variazione sul tema del triangolo amoroso) con quel cinema d’azione un po’ spaccone che sembra essere il territorio a lui più congeniale, basta guardare la scazzottata tra Hardy e Pine o l’inseguimento finale in macchina per rendersene conto. Certo, McG è ben lontano dalla ‘magnifica stratificazione’ di Innocenti bugie di James Mangold e più di una volta stenta a ritrovare il passo, mostrando fiato corto e mancanza di idee proprio quando le traiettorie della commedia romantica avrebbero dovuto intrecciarsi con la vocazione action del film.

una spia non bastaPur inciampando in più di una incertezza, quando invece Una spia non basta avrebbe beneficiato delle chiassose e disarticolate libertà di Charlie’s Angels e, soprattutto, di Charlie’s Angels più che mai, McG si confronta con la commedia romantica mettendo in campo un duello sentimentale, quello ingaggiato dai due protagonisti maschili ovviamente all’insaputa della corteggiata, combattuto a colpi di modernissimi dispositivi tecnologici e sofisticati sistemi di spionaggio che, quasi funzionassero al contrario, diventano il veicolo di uno sguardo che non si proietta in avanti, ma ferma l’azione per volgersi indietro (non a caso sui televisori inquadrati da McG scorrono le scene di Frankenstein Jr., Il cielo può attendere e Titanic), come se Hollywood dovesse ri-guardare se stessa per riuscire a re-inventarsi. E allora, nelle loro indiavolate giravolte amorose dove ci si gioca il tutto per tutto non solo in amore, ma anche nell’amicizia, Chris Pine, Reese Witherspoon e, soprattutto, il magnifico Tom Hardy, vero cuore pulsante del film, si fanno corpi nostalgici, fuori dal tempo, sospesi tra il passato e il presente del Cinema.

Titolo originale: This Means War
Regia: McG
Interpreti: Tom Hardy, Chris Pine, Reese Witherspoon, Angela Bassett, Til Schweiger, Chelsea Hander
Distribuzione: 20th Century Fox
Durata: 97’
Origine: USA, 2012

--------------------------------------------------------------------
#ArenediRoma2021 – Tutte le arene di cinema della capitale


--------------------------------------------------------------------
--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------