#Venezia76 – The Burnt Orange Heresy di Giuseppe Capotondi è il film di chiusura

Sarà The Burnt Orange Heresy, opera seconda di Giuseppe Capotondi, il film di chiusura della 76° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia. Sarà presentato fuori competizione e proiettato sabato 7 settembre prima della cerimonia di premiazione. Proprio al festival il regista aveva presentato dieci anni fa in concorso il suo primo lungometraggio, La doppia ora.

Tratto dal romanzo di Charles Willeford, The Burnt Orange Heresy è un noir che vede protagonisti il carismatico critico d’arte James Figueras e una turista, Berenice, che si innamorano e raggiungono la lussuosa proprietà sul Lago di Como del potente collezionista d’arte Cassidy. Questi rivela di essere il mecenate di Jerome Debney e fa alla coppia una singolare richiesta: rubare a qualsiasi costo uno dei capolavori di Debney dallo studio dell’artista. Ma appena i due iniziano a conoscere il mecenate, capiscono che nulla di quel personaggio e della loro missione è ciò che sembra.

I due protagonisti sono interpretati da Claes Bang ed Elizabeth Debicki. Nel cast ci sono anche Mick Jagger nei panni di Cassidy e Donald Sutherland in quelli di Debney.

 

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *