Venezuela, la maledizione del petrolio in onda su History

L’ultimo lavoro del sociologo e documentarista Emiliano Sacchetti, Venezuela, la maledizione del petrolio, si propone di mettere in luce uno degli aspetti nevralgici non solo di una singola nazione ma di un intero continente pulsante, «le vene aperte dell’America Latina», come scrive uno dei suoi più grandi cantori, Eduardo Galeano.

E mentre i giornali occidentali riportano informazioni spesso parziali o imprecise, il futuro del Venezuela resta appeso ad un filo. A vent’anni dall’inizio della Rivoluzione bolivariana, uno dei paesi più ricchi del Cono Sur è oggi al centro di una crisi umanitaria senza precedenti: stritolato tra corruzione e povertà, sanzioni economiche e con l’inflazione alle stelle, è sull’orlo della guerra civile.

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

Il film ci porta nelle strade di Caracas, lungo la frontiera con la Colombia e in alcuni dei barrios più violenti al mondo, intrecciando storie di venezuelani che sono stati costretti a partire (o che si rifiutano di andarsene) con quelle dei principali attori politici, economici e sociali del panorama internazionale.

Attraverso testimonianze e pareri di esperti del settore, il documentario ripercorre le tappe dell’attuale crisi venezuelana, alimentata da una cattiva gestione della ricchezza petrolifera e dagli scontri politici in atto tra il governo in carica e l’opposizione. Mentre le superpotenze mondiali si schierano al fianco di Maduro o di Guaidó, seguendo i propri interessi personali, è il popolo venezuelano a fare le spese dei diversi giochi di potere in atto, in una crisi umanitaria senza precedenti.

--------------------------------------------------------------------
I NUOVI CORSI ONLINE LIVE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Venezuela, la maledizione del petrolio è un documentario che vuole raccontare il presente di un paese in caduta libera, dove  Stati Uniti, Russia, Cina ed Europa si stanno misurando in nome del famigerato oro nero, e non solo.

Prodotto da Gioia Avvantaggiato per GA&A Productions, in coproduzione con Gruppe5/ZDF e in associazione con ARTE, RTS, SVT, NRK, il film è stato selezionato nella sezione dedicata ai lungometraggi del FIGRA – Festival Internazionale dei Grandi Reportage d’Attualità e dei Documentari Sociali .

Dopo il passaggio festivaliero sarà possibile vederlo stasera, 30 marzo, alle 22:40, in anteprima italiana su History (in esclusiva su Sky al canale 407).