"Who do you live for?" Gus Van Sant apre Un Certain Regard con Restless

RESTLESS di Gus Van Sant apre Un Certain Regard al  64° Festival di Cannes
Thierry Frémaux svela il titolo di apertura della sezione Un Certain Regard di Cannes 64: è Restless (infotrailer e foto) nuovo attesissimo film di Gus Van Sant.Chi ha letto lo script parla di “una straordinaria miscela tra dramma e leggerezza, diversa da tutto ciò che abbiamo visto finora

 

----------------------------
MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

----------------------------

RESTLESS di Gus Van Sant apre Un Certain Regard al  64° Festival di Cannes

----------------------------
CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

 

--------------------------------------------------------------
SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

--------------------------------------------------------------

 

A 24 ore dalla conferenza stampa ufficiale, Thierry Frémaux svela il titolo di apertura della sezione Un Certain Regard di Cannes 64: è Restless (info, trailer e foto) nuovo attesissimo film di Gus Van Sant.

 

Chi ha letto lo script parla di “una straordinaria miscela tra dramma e leggerezza, diversa da tutto ciò che abbiamo visto finora”. Restless, scritto dall'esordiente Jason Lew (collega di Bryce Dalls Howard alla New York University, ha alle spalle solo qualche piccolo ruolo come attore, come in The Experiment), è la storia dell'incontro tra una sedicenne malata terminale (Mia Wasikowska) e un orfano frequentatore compulsivo di funerali (Henry Hopper, figlio di Dennis). Accanto a loro, il fantasma di un giovane kamikaze giapponese (Ryo Kase).

 

 

 

Ryo Kase, Harry Hopper e Mia Wasikowska in RESTLESS di Gus Van SantLa fotografia è di Harris Savides (American Gangster, Milk, Zodiac, Greenberg, Somewhere), la production designer è Anne Ross (Il calamaro e la balena, Lost in translation, Somewhere) il montatore Elliot Graham (Thank you for smoking, Tra le nuvole, Milk). Le musiche sono dello storico collaboratore di Tim Burton, Danny Elfman.

 

Il regista di Portland torna sulla Croisette (Palma d'Oro nel 2003 con Elephant e Premio speciale del 60º anniversario nel 2006 per Paranoid Park). Restless, prodotto da Bryce Dallas Howard, dal padre Ron Howard e da Brian Grazer, sarà distribuito da Sony Pictures Classics.

 

 

Intanto Frémaux ha anticipato anche la presenza certa di The Tree of Life di Terrence Malick, presentato fuori concorso.

 

 

 

----------------------------
BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    "Who do you live for?" Gus Van Sant apre Un Certain Regard con Restless

    RESTLESS di Gus Van Sant apre Un Certain Regard al  64° Festival di Cannes
    Thierry Frémaux svela il titolo di apertura della sezione Un Certain Regard di Cannes 64: è Restless (infotrailer e foto) nuovo attesissimo film di Gus Van Sant.Chi ha letto lo script parla di “una straordinaria miscela tra dramma e leggerezza, diversa da tutto ciò che abbiamo visto finora

     

    ----------------------------
    MASTERCLASS ONLINE DI REGIA CON MIMMO CALOPRESTI

    ----------------------------

    RESTLESS di Gus Van Sant apre Un Certain Regard al  64° Festival di Cannes

    ----------------------------
    CORSO ONLINE DI CRITICA CINEMATOGRAFICA CON LA REDAZIONE DI SENTIERI SELVAGGI

    ----------------------------

     

    --------------------------------------------------------------
    SENTIERISELVAGGI21ST N.13 – PRENOTA LA COPIA IN OFFERTA SCONTATA ENTRO IL 31 GENNAIO!

    --------------------------------------------------------------

     

    A 24 ore dalla conferenza stampa ufficiale, Thierry Frémaux svela il titolo di apertura della sezione Un Certain Regard di Cannes 64: è Restless (info, trailer e foto) nuovo attesissimo film di Gus Van Sant.

     

    Chi ha letto lo script parla di “una straordinaria miscela tra dramma e leggerezza, diversa da tutto ciò che abbiamo visto finora”. Restless, scritto dall'esordiente Jason Lew (collega di Bryce Dalls Howard alla New York University, ha alle spalle solo qualche piccolo ruolo come attore, come in The Experiment), è la storia dell'incontro tra una sedicenne malata terminale (Mia Wasikowska) e un orfano frequentatore compulsivo di funerali (Henry Hopper, figlio di Dennis). Accanto a loro, il fantasma di un giovane kamikaze giapponese (Ryo Kase).

     

     

     

    Ryo Kase, Harry Hopper e Mia Wasikowska in RESTLESS di Gus Van SantLa fotografia è di Harris Savides (American Gangster, Milk, Zodiac, Greenberg, Somewhere), la production designer è Anne Ross (Il calamaro e la balena, Lost in translation, Somewhere) il montatore Elliot Graham (Thank you for smoking, Tra le nuvole, Milk). Le musiche sono dello storico collaboratore di Tim Burton, Danny Elfman.

     

    Il regista di Portland torna sulla Croisette (Palma d'Oro nel 2003 con Elephant e Premio speciale del 60º anniversario nel 2006 per Paranoid Park). Restless, prodotto da Bryce Dallas Howard, dal padre Ron Howard e da Brian Grazer, sarà distribuito da Sony Pictures Classics.

     

     

    Intanto Frémaux ha anticipato anche la presenza certa di The Tree of Life di Terrence Malick, presentato fuori concorso.

     

     

     

    ----------------------------
    BANDO PER IL CORSO DI CRITICA DIGITALE 2023

    ----------------------------

      ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

      Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative