DVD – Splatter University, di Richard W. Haines

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

IL FILM

Agli albori della Troma, nel periodo ancora abbastanza oscuro che precede il successo di The Toxic Avenger, si situa questo misconosciuto slasher di Richard W. Haines, poi più noto per la regia di Class of Nuke’em High. Riscoperto oggi grazie all’uscita DVD che lo propone per la prima volta in Italia, il film si offre quale prodotto a basso budget, girato in piena indipendenza nel 1981 in 16mm, salvo trovare tre anni dopo il giusto approdo nella casa di Lloyd Kaufman. Nel frattempo erano intervenuti qualche piccolo ritocco (furono girate delle scene extra per allungarlo un po’) e l’opportuno “gonfiaggio” a 35. A rivederlo oggi non si tarda a capire cosa avesse attratto Kaufman & co, perché a fronte di una certa sgangheratezza tipica dei prodotti di seconda fascia, emerge una forte vena iconoclasta, evidente nel ritratto particolarmente acido dell’umanità che imperversa nell’università cattolica del titolo. Lo “splatter” naturalmente è garantito dal maniaco di turno, fuggito da un ospedale psichiatrico e che, con logica da accerchiamento, finisce sempre più per minare la tranquillità di Julie, professoressa al suo primo incarico. Se da un lato l’iconoclastia verso le autorità e i simboli religiosi resta l’elemento più evidente e riconoscibile, non va sottovalutato altrimenti il ritratto della gioventù studentesca, svogliata e particolarmente cinica, tanto che l’azione omicida del mostro sembra generarsi quale estroflessione di un clima di mancata solidarietà, sintomo di un fallimento dei simboli più rassicuranti del collante sociale, come la scuola o la chiesa appunto. La stessa Julie finisce così per l’assumere il ruolo di agnello sacrificale tra i due estremi, con il suo aspetto virginale che, unito a un metodo di insegnamento progressista e sganciato dai modelli codificati, si rivela inviso tanto alla dirigenza puritana, quanto agli studenti che definiscono la docente “noiosa”. Ciononostante, durante le lezioni si citano argomenti tutt’altro che miti come le polemiche anti abortiste dei primi anni Ottanta, simbolo di un cinema che nella logica del divertissement è comunque attento ai dibattiti in voga nel proprio momento storico. A questo uniamo una recitazione un filo più curata della media dei b-movie horror dell’epoca e un finale che riecheggia i fasti del thriller italiano, utili a controbilanciare un ritmo altalenante nel gestire gli intervalli fra i sanguinolenti omicidi.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

IL DVD

Thunder Video è la collana nata dalla partnership tra Shockproof e Home Movies: dunque da un lato un editore specializzato in recuperi d’annata (si veda Colossus, già recensito in questi spazi), dall’altro un marchio che ha fatto dell’indipendenza e della ricerca del “così brutto da essere bello” una missione. L’idea alla base della nuova collana è recuperare perciò il sommerso degli anni Ottanta, estraneo ai circuiti di prima fascia e che all’epoca andava a ingrassare le fila di drive-in, grindhouses e, in seconda battuta, gli scaffali più “laterali” delle videoteche (la grafica stessa della collana riprende quella delle videocassette). In effetti, nell’introduzione video che Richard Haines concede negli extra, si ribadisce proprio la vita peculiare di Splatter University, diventato un evergreen nelle grindhouses della 42ma strada di New York, in tandem con pellicole di ben altra caratura come Un lupo mannaro americano a Londra di John Landis: scelta apparentemente bizzarra visto l’abisso qualitativo fra i due titoli, ma coerente con la vena iconoclasta veicolata da questo tipo di cinema e sin qui rimarcata.

Il film è presentato in versione restaurata da scan 2K dal negativo originale: i colori ne beneficiano senza dubbio, anche se il materiale di partenza non è esente da estemporanei graffi e macchie che rendono il quadro altalenante, pur non compromettendo la visione. I contenuti speciali, accanto alla già citata introduzione di Haines, comprendono il trailer e una bella galleria fotografica che alterna manifesti originali, foto dal backstage e dai cinema che proiettarono il film. Essendo un inedito, il film è proposto unicamente in versione originale sottotitolata.

Titolo originale: id.
Anno: 1984
Durata: 75′
Produzione: Thunder Video
Distribuzione: Terminal Video (2019)
Interpreti: Francine Forbes, Ric Randing, Dick Biel, Kathy LaCommare
Regia: Richard W. Haines
Formato video: 1.85:1 – 16 X 9
Audio: Inglese (mono)
Sottotitoli: Italiano, inglese
Contenuti Extra: Trailer originale, presentazione del regista, galleria fotografica

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *