Giffoni Film Festival diventa Giffoni Experience

GIFFONI EXPERIENCE: MOLTO PIÙ DI UN “FESTIVAL”
Giffoni cambia e rilancia: 250 giorni di cinema, arte e cultura per ragazzi – viaggi nella creatività giovanile – un programma esteso: 2009-2013
 
 
 
La 39a edizione: 12-25 LUGLIO 2009
5 giorni in più rispetto alle precedenti edizioni – 2.800 giurati
 
 
 
Il tema: TABÙ
 
 
Prima donna del “poker” di attrici internazionali: CHRISTINA RICCI
 
 
Prime grandi premiére: 
“L’ERA GLACIALE 3: L’ALBA DEI DINOSAURI”
“G-FORCE: SUPERSPIE IN MISSIONE”
e i primi 25 minuti in anteprima mondiale di “PLANET 51”
 
 
 IL “NUOVO GIFFONI”
 
 
DA “GIFFONI FILM FESTIVAL” A “GIFFONI EXPERIENCE”: DAL 2009 AL 2013 UN PROGRAMMA LUNGO 5 ANNI
 
Alla vigilia del suo 40° compleanno, Giffoni si trasforma e rilancia. Il cambiamento del logo e del nome è una “evoluzione” e una “rivoluzione”. Giffoni è diventata un’esperienza globale che intercetta tutti i campi della creatività, dell’arte e della cultura, dal cinema al teatro, dalla musica alla fotografia, dalla web-art ai new media. Per questo Giffoni Film Festival diventa Giffoni Experience e il Festival resta l’attività più luminosa della galassia Giffoni.  Un complesso di iniziative ed eventi per 250 giorni all’anno che coinvolge giovani di tutte le età, operatori della cultura e famiglie in Italia e all’estero. Giffoni distribuisce e promuove film, realizza workshop e scambi culturali internazionali con altri festival nel mondo, lancia concorsi, crea attività sociali e progetti speciali con le scuole: queste sono solo alcune delle iniziative che realizza oltre il Festival di luglio che, a partire da quest’anno, durerà 14 giorni. E ancora: celebrazioni del quarantennale nel 2010, omaggi a Giffoni da diversi paesi europei ed extraeuropei, formazione, produzione e, nel 2013, il varo della Giffoni Multimedia Valley, nel contesto del “Forum Universale delle Culture di Napoli”, che diventerà un fantastico centro per lo sviluppo delle idee e delle creatività.
 
“Non ho voluto aspettare una data importante come il quarantennale nel prossimo 2010, – dichiara l’ideatore e Direttore CLAUDIO GUBITOSI – il tempo era maturo e noi pronti per la grande svolta. Siamo orgogliosi che il nostro marchio e i contenuti della nostra mission sono ormai apprezzati in tutto il mondo. Il cambio del logo e le nuove attività non deluderanno le attese, né vogliono rimpiangere un passato. È la natura stessa del Festival di Giffoni a cambiare ed evolversi.
 Già da molti anni avevo una sofferenza più volte espressa di sintetizzare ciò che Giffoni è in Festival, termine per altro super-inflazionato. Guardando alla complessa mole di iniziative e a territori artistici, creativi tutti ancora da scoprire, con l’orgoglio di una storia incredibile e infinita nel cuore, andiamo avanti rendendo sempre più protagonisti i ragazzi e i giovani e diventando sempre di più una istituzione al servizio di quanti operano nel mondo dell’arte, dello spettacolo e della cultura in generale. Un cuore in un territorio in crescita, un corpo proiettato in Italia e all’estero con le sue 50 co-produzioni di iniziative sparse nel mondo, con milioni di accessi al nuovo portale, con la più imponente giuria del mondo (2800 ragazzi dai 3 ai 17 anni) che fanno ancora una volta di Giffoni un caso unico nel suo genere.
Ho voluto dare anche un segnale forte in un momento depressivo dove la leadership di Giffoni intende esprimere tutta la sua energia e la carica attrattiva per il nostro paese e per la nostra regione. A conti fatti ci troviamo di fronte ad un complesso sistema creativo ed organizzativo che prevede, tra l’altro, una pianificazione delle attività per i prossimi 5 anni. Siamo già pronti per essere protagonisti anche con le opere strutturali che avremo nel 2013 con la GIFFONI MULTIMEDIA VALLEY, che presenteremo agli occhi del mondo nel Forum Universale delle Culture di Napoli”.
 
 
GIFFONI COMMUNITY: UN NETWORK DELLA CREATIVITA’ GIOVANILE
 
Il nuovo Giffoni riparte dalla creatività dando voce al mondo giovanile e alla sua esplosiva voglia di comunicare e condividere. In un mese di vita, la community online di Giffoni Experience (www.giffoniff.it/community) ha già raccolto migliaia di iscritti che si sono uniti intorno al marchio Giffoni e alla sua idea di un social network in cui la creatività e la possibilità di libera espressione giocano un ruolo fondamentale. Quello che c’è di nuovo in questa community è che il “talento” non resta confinato tra le pareti virtuali del web, ma diventa parte integrante del programma di Giffoni. Tutti quanti i ragazzi contribuiscono attraverso le loro idee e loro “opere” a creare contenuti per il Festival di luglio: dalla fotografia al video, dai blog ai forum di discussione, dalla scrittura ai concorsi creativi.
Altro strumento con cui i ragazzi possono interagire è GIFFONI-CHANNEL, la web tv con un palinsesto interamente dedicato al mondo dei giovani: canali tematici, film, video realizzati dai ragazzi, cinema d’autore, documentari, interviste a protagonisti del mondo della cultura e dello spettacolo e tanto altro.
 
UNA FINESTRA SUI “BENI CULTURALI IMMATERIALI”
DEL NOSTRO PAESE
 
I Beni Culturali Immateriali rappresentano quel patrimonio di “beni” non tangibili come le lingue, i dialetti, le arti performative, i rituali, la musica e la danza, le abilità artigiane, che le comunità, i gruppi e anche gli individui si trasmettono di generazione in generazione. L’elenco completo dei beni è stato classificato e definito dall’UNESCO, durante la 32a sessione della Conferenza Generale a Parigi nel 2003, dove si è disciplinata la salvaguardia, la promozione e la valorizzazione delle tradizioni popolari.
In quest’ottica Giffoni ha deciso di dedicare ampio spazio alla promozione e alla la salvaguardia di questi beni immateriali, coinvolgendo durante il Festival alcuni gruppi rappresentanti a testimoniare le diverse forme di espressioni culturali e popolari del nostro paese e della regione Campania.
Il mese di luglio sarà anche un momento per presentare, durante i 14 giorni del festival, un percorso di creatività giovanile nell’ambito del progetto promosso dall’Assessorato al Turismo della Regione Campania. Un luogo ideale dove gli artisti potranno esprimere la loro creatività coinvolgendo il pubblico del festival con laboratori e workshop.
 
 
 
DICHIARAZIONI DEL PRESIDENTE DELLE REGIONE CAMPANIA, ANTONIO BASSOLINO:
“Con la nascita del Giffoni Experience la storia del Giffoni compie uno straordinario salto di qualità. Il Festival si rafforza e si potenzia e, accanto ad esso, si consolida un sistema integrato di iniziative che abbraccia tutti i campi della creatività per 250 giorni l’anno. Il Giffoni Film Festival ha conquistato successi enormi, e ha un brand unico e riconosciuto in tutto il mondo. Con Giffoni Experience questo enorme patrimonio riparte e si lancia in una nuova e grande avventura culturale. Essa è resa possibile dall’entusiasmo, dalla passione, dalle competenze che ruotano intorno a Gubitosi. Un contributo determinante alla nascita e al consolidamento di Giffoni experience viene da Giffoni Multimedia Valley, un moderno e avanzato centro per lo sviluppo di idee e della creatività, un distretto per la produzione cinematografica e televisiva, per la formazione di talenti e di tecnici di altissimo livello. Sul Giffoni Multimedia Valley investiamo oltre 30 milioni di euro dei nostri fondi europei, sarà pronto per il 2013, quando Napoli sarà la Capitale Mondiale delle Culture. E’ un connubio perfetto per far conoscere a tutti le eccellenze di cui è capace la Campania ”
LA 39A EDIZIONE: PRIME ANTICIPAZIONI
 
 
DUE SETTIMANE TRA EMOZIONI E TABÙ
 
Una delle novità più importanti di quest’anno è la durata del Festival: 14 giorni di attività, dal 12 al 25 luglio. Due settimane di cinema, teatro, musica, incontri, dibattiti, workshop, progetti sociali e tanto altro. La nuova architettura del festival prevede una prima parte (12-17 luglio) dedicata a un pubblico di bambini e ragazzi dai 3 ai 12 anni con proiezioni, spettacoli teatrali, laboratori interattivi e animazioni. La seconda parte (17-25 luglio) è riservata ai ragazzi dai 13 ai 22 anni e prevede, oltre alle sezioni competitive, incontri e workshop con i grandi del cinema e della cultura internazionale. Un’altra novità di quest'anno è MASTERCLASS: una sezione speciale del festival riservata ai migliori ex giurati delle passate edizioni. Un gruppo di ragazzi tra i 18 e i 22 anni che saranno guidati da artisti, maestri, liberi pensatori in un percorso strutturato in lezioni, incontri e spazi di approfondimento.
 
LA GIURIA PIÙ “GRANDE” DEL MONDO
 
Novità anche per le giurie: 2.800 ragazzi (600 in più rispetto alla scorsa edizione) provenienti da 42 paesi, con un’età compresa tra i 3 e i 22 anni. Cambiano anche le sezioni: LITTLE RASCALS (3-6 ANNI), KIDZ (6-9 anni) e FIRST SCREENS (9-12) vengono sostituite da ELEMENTS (+3, +6 e +10) mentre FREE TO FLY (12-14) e Y-GEN (15-17) diventano GENERATOR + 13 e GENERATOR +16. La sezione riservata agli adulti, SGUARDI INQUIETI, rimane invariata. Per entrare a far parte della giuria del Festival è necessaria l’iscrizione e la partecipazione attiva alla vita sociale della community, con test di intelligenza creativa, commenti sui blog e sui forum di discussione. Attraverso uno screening quotidiano delle attività online, verranno selezionati ragazzi dai 13 ai 18 anni che andranno a formare le due giurie di Generator (+13 e +16). 
 
I PRIMI FILM IN CONCORSO
 
Quasi completo l’elenco dei film in concorso. Una selezione di pellicole con temi molto diversi: dai problemi giovanili dell’integrazione affrontati in “SUMMERHOOD” (Canada, regia di Jacob Medjuck) e “HOW TO SURVIVE TO MY SELF?” (Olanda, regia di Nicole van Hilsdonk), ai malesseri adolescenziali della depressione in IT’S NOT ME, I SWEAR!” (Canada, regia di Philippe Falardeau); dal dramma dei bambini soldato nell'Africa dilaniata da conflitti in “JOHNNY MAD DOG” (Francia, regia di Jean-Pierre Sauvaire), fino alla crisi del lavoro e della famiglia nella pellicola “WHERE GOD LEFT HIS SHOES” (USA, regia di Salvatore Stabile).
 
14 SERATE DI CINEMA TRA ANTEPRIME E FILM D’AUTORE
 
L’Arena Alberto Sordi, adiacente alla Sala Truffaut, ospiterà quest’anno all’aperto le proiezioni della soiree e gli incontri con gli ospiti. L’estensione del Festival consentirà di promuovere più film di prossima uscita e anche riproporre film di autori e talenti italiani e stranieri.
 
 
“L’ERA GLACIALE 3 – L’ALBA DEI DINOSAURI”
Tra le anteprime a Giffoni verrà presentato “L’ERA GLACIALE 3 – L’ALBA DEI DINOSAURI”: il terzo episodio del film d’animazione in 3D prodotto dalla 20th Century Fox e da Blue Sky. Il film, diretto dal candidato all’Oscar Carlos Saldanha vedrà il ritorno, nella versione italiana, delle voci di Pino Insegno, Claudio Bisio, Leo Gullotta, Roberta Lanfranchi e Lee Ryan.
I protagonisti del cartone animato sono sempre Manny, Sid, Diego, Ellie e Scrat. Questa volta vivranno la loro avventura in un paradiso tropicale con una popolazione di dinosauri sopravvissuta all’era glaciale.
L’Era Glaciale 3 uscirà nelle sale italiane il 28 agosto.
 
 
 
 
 
“G-FORCE: SUPERSPIE IN MISSIONE”
Altra grande anteprima sarà il film d’animazione in 3D della Walt Disney Pictures “G-FORCE: SUPERSPIE IN MISSIONE”, distribuito in Italia dalla Walt Disney Studio Motion Pictures e diretto dal regista Hoyt Yeatman, Premio Oscar nel 1989 con The Abyss.
Il cartone animato in 3D, che uscirà nelle sale americane il prossimo 24 luglio e in Italia il 25 settembre, narra le avventure di un gruppo di porcellini d’India usati come cavie per un programma governativo sullo spionaggio. Della squadra G-Force fanno parte Darwin, il “capo” Blaster, esperto di armi e amante dell'estremo e Juarez, sexy esperta di arti marziali. Ad affiancare i porcellini una mosca esperta nella ricognizione, e una talpa dal naso a stella. Nel cast di doppiatori le voci di grandi star hollywoodiane come Penelope Cruz e Nicolas Cage.
 
 “PLANET 51”
In anteprima mondiale verranno presentati i primi 25 minuti di “PLANET 51”. Il film d’animazione 3D è una produzione anglo-spagnola ed è diretto da Javier Abad e Jorge Blanco. La storia – scritta da Joe Stillman, papà di Shrek, è quella di un astronauta terrestre, il Capitano Charles 'Chuck' Baker, che atterra per sbaglio sul Planet 51, un pianeta abitato da creature che vivono con il terrore che il loro mondo sia invaso dagli alieni. Divenuto amico di un giovane abitante del posto, l'astronauta dovrà fare in modo di non essere catturato, cosicché potrà riparare la sua navicella e far ritorno a casa. PLANET 51 sarà distribuito in italia dalla MOVIEMAX e arriverà sugli schermi il 20 novembre 2009.
 
 
WARNER BROS
Dopo l’anteprima europea due anni fa di HARRY POTTER E L’ORDINE DELLA FENICE si auspica e si è in trepida attesa della conferma per l’anteprima dell’ultimo episodio della saga (HARRY POTTER E IL PRINCIPE MEZZOSANGUE).
 
MEDUSA
A fine maggio sarà annunciata anche la partecipazione della MEDUSA con varie anteprime e progetti. Gianpaolo Letta ha assicurato tutto il suo sostegno a questa edizione.
 
OMAGGI AL CINEMA ITALIANO
 
Due serate speciali del Festival saranno dedicate a SERGIO LEONE e a VITTORIO MEZZOGIORNO. Giffoni avrà l’onore di ospitare la IV Edizione del Premio Vittorio Mezzogiorno, il riconoscimento che viene assegnato ai giovani attori europei emergenti del cinema e del teatro. Il premio, fortemente voluto dalla figlia, l’attrice Giovanna Mezzogiorno, sarà un’occasione per far conoscere e apprezzare il grande attore napoletano, che è stato a Giffoni nel 1991, alle nuove generazioni.
 
I GRANDI TABÙ DELLA STORIA: “KATYN” CON ANDRZEJ WAJDA
 
Nella cornice dei laboratori e degli approfondimenti culturali di Giffoni Masterclass sarà presentato il film KATYN (candidato all'oscar come miglior lungometraggio straniero) di Andrzej Wajda.
Un'opera di cui uno dei nostri maggiori critici, Tullio Kezich, ha scritto: "In un Paese che insiste a dirsi civile, questo sarebbe un film da vedere in piedi". E invece in Italia è stato un film invisibile, un film tabùSarà presente lo stesso Wajda (Oscar e Orso d'oro alla carriera, autore di capolavori assoluti del cinema mondiale come "I dannati di Varsavia" e "L'uomo di ferro") per parlare con i giovani di Masterclass di un argomento che la Grande Storia ha sempre tenuto ai margini: il massacro della foresta di Katyn, dove svariate migliaia di ufficiali polacchi, tra cui la maggior parte civili chiamati alle armi,  vennero sterminati con ferocia dall'esercito russo in contemporanea con l'invasione tedesca in Polonia.  Giffoni Experience nell'anno del Tabù non poteva non rompere il muro di silenzio e di buio che ha tenuto confinato questo film "bellissimo e straziante" (Giampaolo Pansa) e che il regista ha dedicato a suo padre, morto in quell'eccidio.
 
TALENTI E STAR
 
Numeroso e prestigioso il parterre degli ospiti della 39esima edizione, dal giovane cinema italiano ai maestri del cinema europeo, alle grandi star internazionali.
CHRISTINA RICCI è la prima donna del “poker” di attrici internazionali che parteciperanno al Festival. L’attrice ha recentemente lavorato a tre episodi della seconda stagione della serie tv con Holly Hunter Saving Grace. A fine aprile, Christina dovrebbe iniziare le riprese di Born to Be a Star, una commedia brillante scritta e prodotta da Adam Sandler.
 
 
MUSICA: PER QUEST’ANNO SI CAMBIA
 
In attesa di rilanciare il concorso GIFFONI MUSIC CONCEPT, il programma del 2009 prevede 3 concerti di importanti artisti italiani. A questi si aggiungono ogni sera espressioni musicali etniche di grande impatto con concerti di musica balcanica, mediterranea, taranta e tanto altro. Un’offerta culturale per garantire al giovane pubblico nuove visioni e nuove possibilità di conoscenza.
 
 
LA NUOVA IMMAGINE
 
Durante la conferenza stampa il Presidente della Regione Campania, ANTONIO BASSOLINO, ha presentato la nuova immagine di Giffoni Experience: il volto della diciassettenne GIADA BRUCIA, selezionata tra 700 ragazze di tutta Italia. L’immagine, realizzata dallo staff di Giffoni, è stata curata dal vicedirettore MANLIO CASTAGNA e dal responsabile delle produzioni LUCA APOLITO. 
 
 
ARTABU’: UNA MOSTRA INTERNAZIONALE DI ARTE CONTEMPORANEA
 
Sul tema della 39esima edizione (TABU’), Giffoni ha chiesto a 29 artisti di tutto il mondo, già noti per aver partecipato alla Quadriennale di Roma e alla Biennale di Venezia, di realizzare delle opere che verranno esposte nella mostra “Artabu’: Icone della Trasgressione”. Anche qui saranno gli stessi giurati del Festival a decretare l’opera vincitrice. La mostra sarà curata da SALVATORE COLANTUONI.
 
DA VARSAVIA A NAPOLI
GLI “STATI GENERALI DEL CINEMA E DELLA TV PER RAGAZZI”
 
Chi sono i ragazzi? Qual è la loro forma giuridica? Quali sono veramente i loro desideri? Cosa vedono e cosa vorrebbero vedere? In che modo si pongono nei confronti del futuro? Dal reale al virtuale, Giffoni “scopre” un mondo in movimento, programmando il primo incontro fra tutti quelli che in Europa producono, promuovono, pensano, scrivono e parlano alle nuove generazioni. Dal 18 a l 21 novembre 2009, Giffoni   organizzerà il
European Youth Media (STATI GENERALI EUROPEI DI CINEMA, TELEVISIONE E COMUNICAZIONE PER RAGAZZI). Esperti, protagonisti e istituzioni ne discuteranno sotto un’unica bandiera: “Scopriamo i ragazzi e il loro mondo”. Nel 2010, le città che ospiteranno la seconda fase degli Stati Generali saranno NAPOLI e SALERNO.
 
L’IMPEGNO DI GIFFONI PER L’ABRUZZO
 
Giffoni farà la sua parte anche ricordando quanto l’Abruzzo ha fatto durante il terremoto del 1980 in Campania e a Giffoni. Presto ci metteremo in contatto con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la Protezione Civile e con i Ministeri. Il primo programma di intervento è così sintetizzato:
          15 studenti universitari parteciperanno a MASTERCLASS.
          20 ragazzi con le rispettive famiglie saranno invitati a Giffoni durante il Festival
          Verranno sensibilizzate le Star internazionali ospiti della 39esima edizione affinché creino un comitato di raccolta fondi per il restauro di alcune opere d’arte e monumenti distrutti dal terremoto.
          Nella prima settimana di settembre Giffoni si trasferirà in Abruzzo, in alcuni centri che concorderemo con la Regione Abruzzo, per un evento di 6-7 giorni dedicato ai giovani e alle famiglie.
 
GIFFONI GLOBAL NETWORK: 2009-2013
UNA RETE INTERNAZIONALE DI PARTNERSHIP
 
Si rafforzeranno sempre di più intese e collaborazioni sia sul piano nazionale che internazionale. E’ maturo il tempo per creare una vera e propria rete che faccia “sistema” fra iniziative anche diverse nei vari mondi in cui Giffoni svolge le sue attività.
 
NELLA REGIONE CAMPANIA
Viaggeranno quasi in contemporanea la realizzazione degli Studios di Bagnoli e Giffoni Multimedia Valley. Le attività di produzione e di coproduzione che il Festival si avvia a realizzare troveranno in questo nuovo importante centro la sede ideale per la post-produzione.
Attraverso la Community e tutti gli altri canali di comunicazione si promuoverà la figura e l’opera di Luchino Visconti in collaborazione con la Fondazione La Colombaia di Ischia. Sei ragazzi ischitani selezionati dalla Fondazione parteciperanno alle attività della prossima edizione del Festival.
La “nona arte” entra a Giffoni grazie alla collaborazione con il “Comicon”, il Salone Internazionale del Fumetto di Napoli. Sono previste mostre e workshop e la presenza di disegnatori che realizzeranno performance dal vivo.
A Marcianise, in provincia di Caserta, presso il Multiplex Cinepolis, sono invece già attivi i Moviedays, il fortunato format di Giffoni, che ha visto già coinvolti migliaia di ragazzi della provincia di Caserta.
Avellino aspetta Giffoni. Circa un mese di attività per la città e i ragazzi di Avellino. E’ questo il progetto promosso e finanziato dalla Banca della Campania che per un mese realizzerà mostre, incontri con autori, musica e tanto cinema in attesa del Festival.
Giffoni e Ravello, l’importante festival musicale, si avviano ad una forte intesa che, con l’accordo già sottoscritto con il Conservatorio Musicale di Salerno, porterà la musica nei progetti formativi scolastici e nei grandi eventi internazionali all’estero.
Con la Fondazione Cannavaro Ferrara è in via di ultimazione una produzione in animazione 3D realizzata dai ragazzi delle scuole medie di Scampia dal titolo “Una Città Fantastica” che sarà presentata nel corso della 39esima edizione.
Con la Fondazione Mentoring di Matilde Cuomo sono stati già promossi vari incontri con i ragazzi di istituti scolastici della provincia di Salerno per combattere la dispersione scolastica. L’esperienza sarà raccontata in un video.
Siamo già partner del programma “L’accampamento della Pace”, promosso dal Comune di Napoli all’interno del Forum Universale delle Culture del 2013.
 
NEL SOCIALE
Forte sarà l’impegno nel sociale con organizzazioni del calibro di Save The Children, Amnesty International, Greenpeace, Telefono Azzurro e Legambiente. E’ già in rete il concorso nazionale proposto con il CIAL (Consorzio Imballaggi Alluminio) per uno speciale progetto sull’ambiente.
Collaborazioni anche con “La Fabbrica del Sorriso” l’iniziativa di solidarietà promossa da MediaFriends.
L’associazione AURA, nata all’interno di Giffoni, si occuperà nei prossimi due anni prevalentemente della partecipazione al festival di bambini meno fortunati come i ragazzi di strada del Brasile, sette dei quali prenderanno parte alla prossima edizione. E ancora: formazione di medici in Albania, in collaborazione con la sanità regionale, per un aiuto diretto ai ragazzi colpiti da mali incurabili; presto partirà una campagna molto dura e forte per far conoscere ai giovani i danni causati dai disturbi alimentari come l’anoressia e la bulimia, purtroppo in forte crescita come recentemente documentato dalle autorità sanitarie nazionali.
 
I PROGETTI INTERNAZIONALI PER LA PROMOZIONE DEL CINEMA
L’esperienza di Giffoni è già presente in varie regioni d’Italia come la Sicilia, la Puglia, la Sardegna, la Lombardia e l’Emilia Romagna. La storia di Giffoni suscita grande ammirazione e molte organizzazioni internazionali hanno chiesto di rendere omaggio ai 40 anni di storia, proponendo rassegne sul cinema passato a Giffoni, mostre e varie attività. Attualmente le nazioni che ne hanno fatto richiesta sono la Tunisia, l’Albania, la Polonia, la Korea e la Macedonia. Giffoni ha già costruito una vera e propria rete di cooperazione anche con 45 organizzazioni di altrettanti paesi. Fornisce informazioni, aiuto nella ricerca e nella selezione dei film, invia propri esperti per corsi di formazione, favorisce scambi giovanili.
Un discorso a parte meritano gli eventi che Giffoni ha già realizzato e che continuerà a fare nei prossimi anni. Nel 2010 Giffoni-Australia nelle città di Sydney e Adelaide, in collaborazione con i governi regionali e nello stesso anno ritornerà a Los Angeles per la IV Edizione di Giffoni-Hollywood.
Da oltre 25 anni è presente in Albania, a Tirana, e in tutte le città albanesi coinvolte per 4 mesi attraverso rassegne, dibattiti ed incontri.