James Franco regista: McCarthy, Faulkner e Bukowski

James Franco regista: McCarthy, Faulkner e Bukowski

 

Dopo Interior. Leather Bar, presentato al Sundance e alla Berlinale, dove era presente anche come attore in Lovelace e Maladies, James Franco – decisamente innamorato della (grande) letteratura – sta lavorando contemporaneamente a quattro film da regista, tutti collegati alla parola scritta: tre annunciati da tempo e una novità. A questi progetti, si aggiungerà in futuro anche un adattamento di American Tabloid di James Ellroy.

James Franco sul set di CHILD OF GOD, da Cormac McCarthyFiglio di Dio, girato in West Virginia, è tratto da una storia breve e potentissima di Cormac McCarthy, uscita nel '74, ambientata in un mondo umido e sinistro, quasi un anticipo dell'immenso Suttree. Il film vede Scott Haze nei panni del protagonista (Lester Ballard, di natura sia umana che mostruosa, nel giro di 176 terribili pagine) affiancato da Jim Parrack (True Blood), Vince Jolivette e Fallon Goodson (complici anche in Maladies).

Mentre morivo, girato in Mississippi, è tratto dall'omonimo capolavoro di William Faulkner, ed è l'unico tra questi film in cui Franco si è ritagliato un ruolo anche come attore, quello di Darl, uno dei Bundren, la famiglia protagonista del libro. Nel cast Danny McBride (This is the End) Logan Marshall-Green (Prometheus) Richard Jenkins (La regola del silenzio) ancora Jim Parrack e Scott Haze, Beth Grant (Non è un paese per vecchi) e Ahna O'Reilly.

La direzione della fotografia in questi due film è della fedele Christina Voros: Franco ha ricambiato il favore, fungendo da produttore per il suo esordio alla regia, il documentario Kink, dedicato al mercato della pornografia BDSM.

James Franco sul set di MENTRE MORIVO, da William FaulknerBlack Dog, Red Dog è un lavoro collettivo composto da cortometraggi realizzati da studenti, un mosaico che cerca di catturare la vita del poeta Stephen Dobyns: secondo esperimento nello stile di Tar, con Olivia Wilde, Scott Haze, Jim Parrack, Chloë Sevigny, Logan Marshall-Green, Whoopi Goldberg, Fallon Goodson e Vince Jolivette. Franco pubblica aggiornamenti su questo progetto sul suo canale Rabbit Tv (video).

Il quarto progetto, attualmente in fase di riprese a Los Angeles, è Bukowski: un nuovo film dedicato agli anni della formazione dello scrittore e poeta americano (nato in Germania, cresciuto e vissuto in USA) dall'infanzia alla giovinezza. Il filo conduttore è Ham on Rye (Panino al prosciutto) pubblicato nel 1982, in cui facciamo la conoscenza del giovane Henry Chinaski: nel film lo interpreta l'emergente Jacob Loeb.

Suo padre, un uomo con problemi di alcool e di rabbia, con il quale lo scrittore ebbe un rapporto tormentato, è interpretato da Tim Blake Nelson (recentemente in Detachment e Lincoln) che compare come attore anche negli altri tre film diretti da Franco.

James Franco sul set di BUKOWSKI, da Panino al prosciutto di Charles BukowskiNel cast di Bukowski, anche Josh Peck (Red Dawn) e Keegan Allen (Palo Alto, film di Gia Coppola tratto dalla prima raccolta di racconti di James Franco).

Due versioni cinematografiche ispirate alla vita avventurosa e alle opere di Charles Bukowski sono state realizzate da Barbet Schroeder nell'97 (Barfly, con Mickey Rourke e Faye Dunaway) e Bent Hamer nel 2005 (Factotum, con Matt Dillon, Marisa Tomei e Lily Taylor).

Nell'81 Marco Ferreri ha provato ad adattare per il grande schermo Storie di ordinaria follia, in un film con Ben Gazzara e Ornella Muti.

Nel bel documentario diretto da John Dullaghan e uscito nel 2003,  Bukowski: Born into This (il titolo richiama una delle sue poesie migliori), oltre a Sean Penn, che fu amico di Buk, Tom Waits e Harry Dean Stanton (video), compare Hank in persona, con la sua ironia, che è fatta anche di malinconia e di autentico romanticismo: come non sembra capire affatto lo stolido ragazzotto che lo intervista con una birra in mano (video, da 1.40 in particolare). L'amore è un cane che viene dall'inferno.

Charles BukowskiE la sua definizione dell'amore, gli si chiede? "L'amore… è come quando vedi la nebbia la mattina prima che sorga il sole. Dura poco e poi scompare."
Davvero?
insiste l'intervistatrice. "Absolutely" sorride amaro Buk. "Quickly. L'amore è una nebbia che scompare all'apparire della realtà".

Nella nostra gallery, tutte le foto dai set dei film di James Franco: Mentre Morivo, Figlio di Dio e Bukowski.