Napolifilmfestival 2009

 

Programma Napolifilmfestival 2009

Incontri Ravvicinati
Mercoledì 10 Francesco Rosi, Raffaele La Capria e Roberto Andò a seguire Le mani sulla città (Ita, 1963, 105’)
Giovedì 11 Giovanni Minoli si acconta. Storia di un televisionistaMarco De Marco intervista Giovanni Minoli*
Venerdì 12 Laura Morante a seguire Un viaggio chiamato amoredi Michele Placido (Ita, 2002, 96’)
Sabato 13 Stefano Incerti a seguire Il verificatore diStefano Incerti (Ita, 1995, 80’)
Domenica 14Isabella Rossellini a seguire Big Night [Id.] di Stanley Tucci & Campbell Scott (USA, 1996, 108’) v.it.
Lunedì 15 Matt Dillon a seguire City of Ghosts[Id.] di Matt Dillon (USA, 2002, 116’) v.it.

Parole di Cinema
Ciclo di lezioni di cinema tenute dai registi, attori ed addetti ai lavori in collaborazione con l’Università Suor Orsola Benincasa.
Mercoledì 10 Roberto Andò
Giovedì 11 Paolo Benvenuti
Venerdì 12 Pasquale Falcone, Maurizio Casagrande, Rosaria De Cicco
Sabato 13 Roberto Herlitzka
Lunedì 15 Gianfranco Pannone

Evento Speciale (in collaborazione con il MADRE)

Hunger di Steve McQueen (Regno Unito/Irlanda 2008, 96')
Il film narra le vicende relative alle ultime sei settimane di vita di Bobby Sands, ufficiale comandante dei prigionieri dell'IRA nel carcere di Long Kesh (tristemente noto per i Blocchi H in cui erano rinchiusi i ribelli dell'esercito rivoluzionario irlandese) morto in seguito allo sciopero della fame del 1981.
Camera d’Or al Festival di Cannes 2008 come Miglior Opera Prima.

Concorso Europa, Mediterraneo
I Always Wanted to Be a Gangster [J'ai toujours rêvé d'être un gangster] di Samuel Benchetrit (Fra, 2007,113’)
Quattro storie di gangster a confronto… Un rapinatore dilettante, due rapitori che sequestrano un’adolescente pazza suicida, il cui padre rifiuta categoricamente di pagare il riscatto, un cantante a corto di ispirazione che ruba gli ultimi pezzi di un collega più in vena, e infine cinque settantenni pensionati che decidono di tornare a lavorare per provare nuovamente il brivido della rapina.

Exchange [Schimb valutar] di Nicolae Margineanu (Rom, 2008, 98’)
Il protagonista è senza lavoro e vive in un piccolo paese della provincia rumena improvvisamente decide di dare una svolta vendendo tutto emigrando in Australia. Giunto a Bucarest però un truffatore lo lascia senza denaro. Per riavere quei soldi sarà pronto a tutto.



Kino lika [Id.] di Dalibor Matanic (Cro, 2008, 120’)
In un piccolo centro montanaro vivono un giocatore di football e una ragazza grassa. Mentre l’intera comunità è alle prese con il referendum pro o contro europa, i due giovani saranno sconvolti da inaspettati colpi di scena.

Lost in Galicia [Los Muertos Van Deprisa] di Ángel de la Cruz (Spa, 2009, 104’)
Irene è una camionista che è solita andare a prendere crostacei in un paese lungo la costa Galiziana.Un giorno per evitare la folla di persone che si recano al cimitero per la sepoltura del capitano di paese resta bloccata in un ponte.
The Tour [Turneja] di Goran Markovic (Ser, 2008, 107’)
1993 Bosnia. Un gruppo di attori in cerca di guadagni decide di fare un tour per la serbia, in piena guerra. Nel corso del loro viaggio passeranno da un fronte all’altro, incontrando soldati serbi, musulmani e croati.


Nuovo Cinema Italia
Brokers eroi per gioco Di Emiliano Cribari (Ita, 2008, 94’)
La storia di Carlo, che ad un certo punto della sua esistenza, è costretto a cambiare vita a seguito di alcune scelte sbagliate. Da professore di città verrà catapultato in una piccola scuola di paese insegnando ai bambini il gioco della borsa, tutto il paese subirà una radicale trasformazione

Le dolci colline di Fabio Palmieri (Ita, 2009, 72’)
Lucy è seminuda, legata per i polsi alla testata del letto; il suo ragazzo giace morto accanto a lei. Nella solitudine della sua camera sarà costretta a rivivere le sue paure più profonde, affrontando un’odissea emotiva, che le permetterà di ricucire la ferita che porta nel cuore.

Narciso, dietro i cannoni, davanti ai muli di Paolo e Marcello Baldi (Ita, 2008, 95’)
Una grande interpretazione di Roberto Herliska nei panni di Ciso,un uomo di 84 anni, ex partigiano, che dopo vent’anni di silenzio, vede tornare il figlio con una compagna indiana di religione mussulmana e un figlio. La comunità montana non riesce a tollerare le differenze e la accoglie con diffidenza, finchè una serie di eventi non fanno nascere il rispetto reciproco

Non Lo so diAlessandro e Cristiano Di Felice (Ita, 2008, 73’)
La storia di due fratelli che a causa di problemi economici, saranno costretti a fare ritorno nel loro piccolo paese di origine. Questo radicale cambiamento sconvolgerà le loro irreversibilmente le loro esistenze.

Tutti intorno a Linda Di Monica e Barbara Sgambellone ( Ita, 2008, 90’)
Linda giovane trentenne con aspirazioni artistiche, scopre di essere affetta da endometriosi .Ci sono due soluzioni sottoporsi a un intervento o avere una gravidanza. Linda propende per la seconda. C’è un solo problema deve trovare un potenziale papà per il suo bambino


Nuovo cinema Italia – Fuori Concorso
Adius, Piero Ciampi e Altre storie di Ezio Alovisi (Ita, 2008, 84’)
La vita e la poetica di Piero Ciampi, cantautore livornese degli anni’70, calate negli avvenimenti e rivolgimenti politici , sociali e culturali con le testimonianze e riflessioni dei cantautori Paolo Guccini, Nada, Bassignano. Con un mixage tra antichi repertori, ricostruzioni fiction e animazioni.

Concorso SchermoNapoli Documentari
Aret' 'a palm' di Andrea Canova (Ita, 2008, 38')
La vita, l’atmosfera, e i personaggi di un bar napoletano, accompagnati dalla musica del proprietario, il cantautore Giovanni Wurzburgher.

Argentina 1976-1983 lo sterminio di una generazione di Francesca Silvestre e Francesco Iannello (Ita, 2008, 52')
Il documentario racconta dello sterminio silenzioso di decine di migliaia di cittadini, in gran parte studenti , da parte della dittatura militare, attraverso la testimonianza delle madri di Plaza de Mayo.

La bambina deve prendere aria di Barbara Rossi Prudente (Ita, 2008, 55')
Una madre parla alla figlia neonata mentre passeggiano in una città straziata dall’immondizia. Un’immondizia enorme, gigante, che tuttavia, con il passare dei giorni, rischia di non essere più vista. Assuefazione, la chiamano.

La casa del fascio di Nicolangelo Gelormini (Ita, 2008, 7')
La Casa del Fascio di Como è il progetto più impegnato e sofferto di Giuseppe Terragni. Un’Architettura chiusa, ma trasparente, aperta alla città, che nelle partiture del telaio e nelle ripetizioni dei diaframmi esalta e riflette il divenire continuo dell’unica protagonista di questo documentario: la luce.

Documentario immaginario sull'antica industria della neve e del ghiaccio nella piana orientale di Napoli di Alessandra Cianelli (Ita, 2008, 18')
Il video ricostruisce la geografia dell’antica industria della neve e del ghiaccio nella piana orientale di Napoli, inseguendo echi, memorie, suggestioni e tracce lasciate nell’architettura, nell’archeologia industriale, nella toponomastica, nel paesaggio e nel ricordo.

La Domitiana dove non c'è strada non c'è civiltà di Romano Montesarchio (Ita, 2008, 58')
Il documentario racconta la storia millenaria della Via Domitiana e di come, in tempi recenti, si sia trasformata in una paradossale terra di nessuno, dove negli anni i fenomeni criminali e di disagio sociale si sono sviluppati rigogliosamente, senza che lo Stato abbia realizzato, e nemmeno pianificato, alcun programma di risanamento.

Dov'è la decrescita? di Luca Casavola e Monica Di Bari (Ita, 2008, 51')
Nonostante la crisi ambientale sia sotto gli occhi di tutti, sono in pochi a chiedersi se la crescita economica sia compatibile non solo con la sostenibilità ambientale ma anche con la stessa natura umana. Attraverso l'esperienza di un villaggio ecologico si riflette sul modo in cui ci rapportiamo all'ambiente naturale, agli altri e al tempo.

Le favelas di Rio de Janeiro-Una discesa agli inferi di Carlo Licenziato (Ita, 2008, 90')
Trent’anni fa nello Stato di Rio de Janeiro 1 abitante su 14 viveva nelle favelas, oggi 1 su 4, fors’anche 1 su 3. Dal 1973 al 1980 la popolazione totale di San Paolo è aumentata del 33%, mentre quella delle sue favelas è cresciuta del 548%…

Gianfranco Pannone: un documentarista per caso di Elio Codega (Ita, 2008, 41')
Intervista a Gianfranco Pannone, alternata da alcune sequenze dei suoi principali lavori.



Il grande progetto di Vincenzo Marra (Ita, 2008, 70’)
Nel 1996, il comune di Napoli approva un progetto di riqualificazione urbana per la riconversione dell’ex sito industriale di Bagnoli, che si propone di creare un insediamento a bassa densità abitativa con un’alta qualità ambientale.

Hair India di Raffaele Brunetti e Marco Leopardi (Ita, 2008, 75')
Il viaggio dei capelli di una giovane donna Indiana. Offerti al tempio e poi trasformati in preziose “hair extension” in Italia, gli stessi capelli torneranno in India per soddisfare la vanità di una donna in carriera di Bombay.

Mattanza-requiem al tonno di Frank Helbert (Ita, 2008, 16')
Un documentario sulla pesca del tonno nella Sardegna sud-occidentale.

Napoli: la storia di Luciano De Fraia (Ita, 2008, 73’)
Questa storia di Napoli, raccontata tra storia e mitologia, rivela una città edificata sulla caldera di un supervulcano di 50.000 anni fa. La narrazione, ricca di miti, episodi e racconti, viene esposta attraverso ricostruzioni virtuali e riprese in scavi archeologici, sviluppandosi su piu livelli comunicativi.

Napoli Piazza Municipio di Bruno Oliviero (Ita, 2008, 56')
Una viaggio attraverso piazza Municipio, che ci mostra tutti i “luoghi” di cui è composta. Luoghi che evocano la storia della città, mentre le persone che passano raccontano un’altra storia. Così, lentamente, il film svela i vari strati del presente e del passato.

Il "Pavone nero" chiude di Giuseppe Cembalo (Ita, 2008,15')
Una piccola libreria, attorno alla quale si riuniva una piccola comunità di lettori, chiude.

Il ring scomparso di Fabrizio Bancale (Ita, 2008, 50')
La boxe com’era una volta, quando in Italia rappresentava l’occasione per uscire dalla miseria. Gli incontri sulle portaerei americane, il contrabbando. La Fulgor Napoli, dove sono nati i campioni. Il suo inventore, Jeppino Silvestri, “il maestro dei maestri”.

Schiaffilife di Andrei Massimo (Ita, 2008, 17')
L’opera di Roxy in the box, artista contemporanea, ascoltata e guardatacon piglio vivace. Cercando di fondere la sua colorata immagine nelle immagini da lei stessa dipinte, Massimo Andrei la racconta non attraverso le sue opere, ma nelle sue opere.

Signori professori di Maura Delpero (Ita, 2008, 92')
Un viaggio nel mondo della scuola dalla parte dei professori, in una quotidianità che alterna passione e disamore, vocazione e smarrimento. Tre storie personali per uno sguardo oltre il ruolo, alla scoperta delle emozioni provate dietro la cattedra.

Tre interviste possibili su Leo De Berardinis di Fulvio Arricchiello (Ita, 2008, 46')
Tre interviste a tre degli attori della compagnia storica il “Teatro di Leo”, di Leo de Berardinis, regista, autore, attore e nume tutelare dell'avanguardia teatrale italiana.Qui lo raccontano e lo ricordano.

Vado bene o no? di Gianluca Greco (Ita, 2008, 52')
Sergio Rubini cerca un attore per il film Colpo d’occhio. Paolo Virzì cerca una ragazza per la protagonista di Tutta la vita davanti. Il documentario mostra come le due ragazze e i due ragazzi candidati, si misurano in estenuanti prove per dimostrare le proprie attitudini.

Verso est di Laura Angiulli (Ita, 2008, 68')
Al centro del lavoro la Bosnia, col suo passato ingombrante, e un presente tanto incerto quanto controverso. Tre città di quel paese propongono sollecitazioni diverse, che si riflettono nel rapporto della gente con la loro storia presente e passata.

"La Viviani": una scuola a parco verde di Giuseppe Cembalo (Ita, 2008, 19’)
Nella scuola Viviani a Parco Verde Caivano arriva una nuova preside.


Concorso SchermoNapoli Corti
97.4 di Alessandro de Cristofaro e Alessandro Abbate (Ita, 2008, 20’)
Alfonso Malaspina, costretto in casa a seguito di un incidente, una mattina rompe una radio. Dopo averla riparata, si accorge che può sintonizzarsi solo su una frequenza, 97.4 FM, e che le frequenze trasmesse sono avanti di ventiquattro ore.

Aldilà della porta di Luca Cestari (Ita, 2008, 10’)
Dante è un maestro di scuola elementare e per amore della sua compagna Giulia si fa coinvolgere in una tragica e contorta storia.Giulia è un’estrema credente religiosa ma la sua fede è proiettata al di là di ogni immaginazione e religione appartenente al genere umano.

Angeli caduti di Antonio Ruocco (Ita, 2009, 15’)
Il viaggio introspettivo di un ragazzino napoletano che si fa strada nel mondo della camorra.
La realtà vissuta è contrastante con gli stati d’animo di un qualunque ragazzino di 15 anni.

L’appeso di Emanuele Tammaro e Mauro Ascione (Ita, 2009, 5’)
In una giornata grigia e piovosa, un pensieroso e solitario uomo di mezz'età fa un bilancio della sua esistenza, vissuta in un contesto familiare che ha reso le sue giornate faticose e difficili.

Blog di Alino Marigliano (Ita, 2009, 15’)
La monotonia della vita di Luca viene interrotta quando casualmente scopre un blog. L’autrice è Magnolia80. Le parole di lei coinvolgeranno Luca sempre di più. Ma un giorno, l’ultimo post di quel blog, cambierà tutto.

Caro benzina di Nicolangelo Gelormini (Ita, 2008, 7’)
Un’eccentrica riccona, distratta quanto aggressiva, attraversa per caso il luogo di un delitto, sullo scenario di un apocalittica crisi petrolifera.

Cavallo vincente di Francesco Velonà (Ita, 2008, 19’)
La catena di un pesante lampadario sta per spezzarsi. Il protagonista lo scopre. Chi, dei suoi tre coinquilini, sarà schiacciato per primo?

Confessioni di un codardo di Enrico Muzzi (Ita, 2008, 24’)
Un uomo che passa la sua vita a bere e a scrivere tenterà il suicidio più volte, ma senza successo. Al posto della sua vita, un’altra, a lui vicino, verrà spezzata. Questo evento inaspettato sarà uno stimolo verso il cambiamento.

Il detective Joe Fuller di Antonello Novellino (Ita, 2008, 3’)
Un nuovo caso per il detective Joe Fuller.

La donna che guardava le nuvole di Fabio Maria Ferrarì (Ita, 2009, 21’)
Da una parte una donna non più giovane, esiliata tra le mura domestiche, dall’altra una ragazzina di origine serba, che porta i segni di una guerra dimenticata. Tra loro nasce una sottile intimità,mediata dall’universo metafisico delle nuvole,metafora di un sogno di fuga.

Equilibri di Giuseppe Aquino e Genni Caruso (Ita, 2008, 6’)
Un uomo in perenne conflitto con se stesso, cerca un equilibrio costante intorno a sé.

Eroico furore di Francesco Afro De Falco (Ita, 2008, 15’)
L’Eroico Furore è di due nature: divino quando l’anima tende ad innalzarsi verso gradi sempre più perfetti, sino a concepire l’evoluzione massima che è Dio; astrale quando la spinta ascensionale porta l’individuo al compimento dell’atto eroico, in virtù della “persona” o “causa” amata.

'E strade parlano di Ciro D’Emilio (Ita, 2008, 6’)
Tre ragazzi dell’interland napoletano che hanno affari poco puliti con un boss di quartiere, Don Ciro, tentano di fregarlo , ma ne pagheranno le conseguenze.

Eucaristia di Paco Capaldi (Ita, 2008, 15’)
Una storia d’amore impossibile per la fatica di fare una scelta e di mettere in discussione il proprio ruolo. Maddalena attraverso la sofferenza di un sacrificio reale, l’aborto, e liturgico, l’eucarestia, si salverà, mentre Tommaso resterà incastrato nelle sue contraddizioni.

Fine delle trasmissioni di Marcello Cotugno (Ita, 2008, 13’)
Una moda sempre più travolgente della televisione e dei nuovi media, una novità che ha trasformato la vita privata di ognuno di noi in un nuovo Eldorado, con banditi che si appropriano di immagini, che non vengono, come l’oro, setacciate, ma che sono gettate in pasto ai teleutenti così come sono.

Fisico da spiaggia di Edoardo De Angelis (Ita, 2008, 5’)
Vuoi dimagrire in tre secondi? Prova gli effetti benefici del trattenere il respiro!

The Genesis of Evil di Fabio Palmieri (Ita, 2009, 11’)
Nell'Aprile del 2002, la sonda Cassini, avvicinandosi a Saturno, iniziò ad intercettare strane emissioni radio provenienti dal pianeta. Gli scienziati della NASA modificarono la frequenza di queste emissioni per renderle udibili all'orecchio umano…

Il gioco di Vinicio Basile (Ita, 2009, 24’)
Un’affannosa ricerca di una normalità compromessa dall’improvvisa malattia.

Marammé di Claudio B. Lauri (Ita, 2009, 28’)
Aitano, giovane mimo napoletano deriso e vessato da tutti, sogna il riscatto in un bancolotto clandestino, un sotterraneo frequentato da personaggi grotteschi, sospesi tra realtà e immaginifico.

La migliore amica di Daniele Santonicola (Ita, 2008, 15’)
Il fenomeno del bullismo femminile scolastico, dilagante nelle nostre scuole ma poco conosciuto, visto per la prima volta attraverso gli occhi delle carnefici. Ciò che non vi mostrano. Ciò che dovreste sapere…





Neapolis v.01 di Paolo Landolfi (Ita, 2009, 6’)
La consapevolezza di aver fatto tutto per il prossimo e la dignità delle proprie azioni costringono il deputato Scelba a lasciare il palcoscenico della vita per non pagare dei misfatti degli intoccabili della politica italiana. Ispirato ad una storia vera.

Ne mogu se ni vratiti,ako ne odem! di Gigi Mete e Heron Ferreira (Ita, 2008, 10’)
Il viaggio di una lettera scritta ad inchiostro e Danubio, un treno qualunque, un viaggiatore qualunque. Perché, a volte, quando antiche catene di guerra e vendetta ti stringono mani e piedi, non resta che una lettera.

No di Peppe Giacomini (Ita, 2009, 13’)
Una bomba intelligente “cade “ nella vita dei nostri simpatici amici , creando non pochi problemi per il suo smaltimento!

Nuvole solamente nuvole di Pino Sondelli (Ita, 2008, 12’)
Tre killer uccidono per errore due vittime innocenti, una madre e la sua bambina. Un barbone , in preda ai fumi dell’alcol, sogna di identificarsi in uno sceriffo, immagina così di salvare la donna e la piccola, impugnando la pistola ed uccidendo i tre assassini.

Octopus di Oriana D’Urso (Ita, 2008, 5’)
Il gruppo musicale dei Beatdolls sta provando una canzone nel proprio studio di registrazione… All’improvviso arriva un polipo che li catapulta in un mondo irreale, popolato da strani esseri.

Oltre il tempo di Francesco Carignani (Ita, 2009, 15’)
E’ possibile innamorarsi di una persona vissuta in un’altra epoca? In un lontano futuro, un ragazzo si innamora di una ragazza vissuta centinaia di anni prima, e metterà per lei in crisi tutto il suo mondo e le sue certezze.

Presidents day. Mr Max in the unreal city di Dante Manchisi (Ita, 2009, 15’)
Seconda avventura di Mr.Max nella irreale Soutoul City,città fantastica dalle molteplici storie.Surrealistica graphic novel a episodi che descrive nel bene e nel male un mondo proiettato verso il futuro. Ma quale futuro?

Prossima fermata di Giuseppe Tuccillo (Ita, 2009, 5’)
Prossima Fermataè la storia di una persona che ha trascorso tutta la vita in una realtà circoscritta e protetta, come l’incrocio tra il palazzo dov’è nata, il ristorante dove ha trovato un semplice impiego da adolescente e, di nuovo, il palazzo natio, dove, passa gli anni che gli rimangono.

Qui e altrove di Pasquale Russo (Ita, 2008, 12’)
Eddy è una persona molto particolare. Una persona che affronta la realtà in una maniera diversa dagli altri, senza lasciarsi mai scoraggiare. Il problema è che, di solito, la gente non approva, e non capisce, i suoi modi di fare.

La raccolta differenziata di Luca Liguori (Ita, 2008, 5’)
Un venditore ambulante cerca di vendere dei sacchetti, impietosendo i condomini di un palazzo. Ci riuscirà con l’inganno, ma ciò convincerà una delle famiglie a praticare la differenziata.




Ramiro di Adam Selo (Ita, 2008, 8’)
Santa Maria de Guido, Morelia, Messico. Il lavoro fa parte della quotidianità del piccolo Ramiro, ma i suoi pensieri sono costantemente rivolti al mondo ludico e spensierato dell’infanzia…

Il secchione di Giordano Bassetti (Ita, 2009, 11’)
La vita di un ragazzino delle scuole medie può essere davvero difficile. In special modo quando gli altri compagni di classe sembrano ignorarti o, peggio ancora, si prendono gioco di te. Ma a volte, la cosa più difficile non è sentirsi isolati, quanto avere un opportunità di integrazione.

Il segreto del tressette di Lucio Cremonese (Ita, 2009, 17’)
Pietro, giovane dell’interland napoletano, decide di vendicare il fratello, la cui malattia è una conseguenza del lavoro svolto per anni per un boss. Ma l’unico modo per portare a termine la sua vendetta è combattere il sistema dall’interno…

Il silenzio di Antonello Novellino (Ita, 2008, 12’)
Ciò che più parla nelle parole è il silenzio.

Socrate e la nuvola rosa di Andrea Lucisano (Ita, 2008, 15’)
Giocato tra la Grecia antica e una metropoli futuribile, il film recupera l’insegnamento di un grande maestro del passato, oggi ancora molto attuale.

La strada chiusa di Massimo Fallai (Ita, 2008, 14’)
Un bambino di circa otto anni percorre tranquillo le silenziose vie del centro del paese, ma qualcosa turba questa quiete…

Il torneo di Michele Alhaique (Ita, 2008, 15’)
Un gruppo di ragazzini di periferia coltiva il sogno innocente di partecipare ad un torneo di calcio. Ma il problema è trovare i soldi per acquistare delle magliette, senza le quali infatti, non potrebbero partecipare al torneo.

U' SU' di Mimmo Mancini (Ita, 2008, 16’)
Un temerario automobilista vuole raggiungere il paradiso a bordo della sua “miniminor”. La vita percorsa a bordo di una macchina senza ruote. La volontà di scappare lontano oltre le storture del mondo, oltre la terra che brucia come una fiamma dell’inferno, quando una neve leggera cade su tutte le cose.

Vafhancock-La leggenda di Mario di Gerardo Bosso (Ita, 2009, 6’)
Ci sono eroi, ci sono supereroi …e poi c’è Mario che se da grandi poteri derivano un casino di guai allora è il tipo giusto. Irritabile, complicato ed incompreso è l’eroe che serve per sbagliare tutto .

Vero come un sogno di Gianluca Loffredo e Andrea Canova (Ita, 2008, 28’)
La storia di tre adolescenti. Le crisi, i disagi e le emozioni di tre ragazzi della stesa classe, sospesi tra realtà e sogno.

Concorso SchermoNapoli Quick
Il chiodo fisso di Fabiola Catapano e Maurizio Petti (Ita, 2009, 5’)
La difficoltà di realizzare un corto a zero costi, senza senza attori e che abbia come spunto narrativo un’opera d’arte quale Il giocatore di carte di Gemito, porta il protagonista a realizzare i caratteri dei ragazzini ritratti con risultati a sorpresa.
Opera: Il Giocatore di Vincenzo Gemito (Bronzo 1888, Museo di Capodimonte, Napoli)
Citazione: Ma vattene! Non sei niente, sei solo chiacchiere e distintivo! (Robert De Niro, Gli intoccabili, )
Oggetto: Martello

Grumi di Enzo Pizza (Ita, 2009, 3’)
L’opera e la citazione cinematografica sono state due istanze atte per la trasfigurazione dell’irreale-realta’, il corto Grumi, n’è la sgargiante e conturbante trasformazione da cui il corpo narrativo si dipana.
Opera: Giuditta e Olofernedi Artemisia Gentileschi (Olio su tela, 1625-1630 ca., Museo di Capodimonte, Napoli)
Citazione: Io ho un pessimo ricordo dell’università… Era… Successe che fui sbattuto fuori il primo anno perché copiavo agli scritti di metafisica: sapete, stavo sbirciando nell’anima del compagno accanto a me. (Woody Allen, Io e Annie)
Oggetto: Martello

Psychopatic di Enrico Morabito e Mariano Vittoria (Ita, 2009, 5’)
Dana vive col fratello Michelangelo, un ragazzo folle e segretamente innamorato del fidanzato di lei, Tiziano. La sua follia lo porta a fare cose al di fuori di ogni logica.
Citazione: Danae di TizianoVecellio (Olio su tela, 1544-1546 Museo di Capodimonte, Napoli)
Citazione: Sono stato un uomo migliore con te come donna, di quanto lo sia stato con le altre donne come uomo. (Dustin Hoffman, Tootsie)
Oggetto: Martello

Parabola dei ciechi di Nicola Sisci e Christian Tito (Ita, 2009, 5’)
Un giorno, in una città, tra folle di turisti ipertecnologici, alla ricerca dell’immagine perfetta, che rimane inafferrabile e illusoria. L’incontro con la semplicità di un bambino permetterà al protagonista di scoprire che l’oggetto della sua ricerca non è “l’immagine giusta”, ma “giusto un’immagine”.
Opera: Parabola dei ciechi di Bruegel Pieter il Vecchio (Tempera su tela, 1568, Museo di Capodimonte, Napoli)
Citazione: Non piangere mai sul wisky versato. (Jack lemmon, A qualcuno piace caldo)
Oggetto: Martello

Partenze di Antonella Novellino (Ita, 2009, 5’)
3 vite -3 età -3 sessualità -3 motivazioni per partire- 3 tematiche molto attuali: disoccupazione, omosessualità, emigrazione – 1 città -1 valigia – Un unico pensiero comune: vivere i momenti più felici nell’addio!
Opera: Anna Soror di Sabrina Mezzaqui (Tecnica mista, Castel Sant’Elmo, Napoli)
Citazione: Abbiamo sempre impiegato i nostri momenti più belli a dirci addio. (Elizabeth Taylor a Montgomery Clift, Un posto al sole)
Oggetto: Martello



Sileno Ebbro di Antonio Avossa (Ita, 2009, 5’)
1626 – Tempi moderni. Non c’è differenza. Dal quadro di Juseppe de Ribera  (Sileno Ebbro), prendono vita i personaggi rivisti in un linguaggio moderno da una famiglia benestante. Come farà Sileno a ubriacarsi ai giorni nostri?
Opera: Sileno Ebbro di Jusepe de Ribera detto lo Spagnoletto (Olio su tela, 1626, Museo di Capodimonte, Napoli)
Citazione:E’ proprio con me che stai parlando? Deve essere per forza con me, visto che non c’è nessun altro. (Robert de Niro, Taxi driver)
Oggetto: Martello

Concorso SchermoNapoli Quick – Fuori Concorso
Selezione 6*60
I migliori corti della maratona goriziana da cui trae spunto il SchermoNapoli Quick.


Percorsi d’autore – Francesco Rosi
In collaborazione con Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, Cristaldi Film e Cecchi Gori Home Video

La sfida (Ita, 1958, 95')
I magliari (Ita, 1959, 107')
Salvatore Giuliano (Ita, 1961, 125')
Le mani sulla città (Ita, 1963, 105')
Il momento della verità (Ita, 1964, 110')
C'era una volta (Ita, 1967, 115')
Uomini contro (Ita, 1970, 101')
Il caso Mattei (Ita, 1972, 116')
Lucky Luciano (Ita, 1974, 106')
Cadaveri eccellenti (Ita, 1976, 127')
Cristo si è fermato a Eboli (Ita, 1979, 160')
Tre fratelli (Ita, 1981, 113')
Carmen (Ita, 1984, 152')
Cronaca di una morte annunciata (Ita, 1987, 109')
12 registi per 12 città – Napoli (Ita, 1989, 90')
Dimenticare Palermo (Ita, 1990, 100')
Diario napoletano (Ita, 1993, 86')
La tregua (Ita, 1996, 125')
Percorsi d’autore – Robert Bresson
In versione originale sottotitolati in italiano

La conversa di Belfort [Les Anges du péché] (Fra, 1943, 96’)
Perfidia [Les dames du Bois de Boulogne] (Fra, 1944, 90’)
Il diario di un curato di campagna [Journal d'un curé de campagne] (Fra, 1951, 110’)
Un condannato a morte è scappato [Un condamné à mort s'est échappé] (Fra, 1956, 95’)
Diario di un ladro [Pickpocket] (Fra, 1959, 75’)
Il processo di Giovanna d'Arco [Procès de Jeanne d'Arc] Fra, 1962, 90’)
Au hasard Balthazar [Id.] di Robert Bresson (Fra, 1966, 95’)
Mouchette – Tutta la vita in una notte [Mouchette] (Fra, 1967, 80’)
Così bella, così dolce [Une femme douce] (Fra, 1969, 105’)
Quattro notti di un sognatore [Quatre nuits d'un rêveur] (Fra, 1971, 87’)
Lancillotto e Ginevra [Lancelot du Lac] (Fra, 1974, 85’)
Il diavolo probabilmente [Le diable probablement] di Robert Bresson (Fra, 1977, 100’)
L'argent [Id.] (Fra, 1983, 85’)

Percorsi d’autore – Roberto Andò
In collaborazione con Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia e Sciarlò Produzioni
Diario senza date (Ita, 1995, 92’)
Il manoscritto del principe (Ita, 2000, 93’)
Il cineasta e il labirinto (Ita, 2002, 55’)
Sotto falso nome (Ita-Svi, 2004, 102’)
Viaggio segreto (Ita-Fra, 2006, 103’)

41° Parallelo – Isabella Rossellini
In collaborazione con Sundance Channel

Green Prono Prima Stagione
Episodio 1 – Spider [Id.] di Isabella Rossellini (Usa, 2008, 2’53’’)
Episodio 2 – Fly [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 3’)
Episodio 3 – Earthworm [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’20’’)
Episodio 4 – Snail [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’45’’)
Episodio 5 – Bee [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’51’’)
Episodio 6 – Praying Mantis [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’49’’)
Episodio 7 – Dragon Fly [Id.] di Isabella Rossellini (Usa, 2008, 2’49’’)
Episodio 8 – Fire Fly [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’49’’)

Green Porno – Seconda Stagione
Episodio 1 – Why Vagina [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’53’’)
Episodio 2 – Whale [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 3’)
Episodio 3 – Starfish [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’20’’)
Episodio 4 – Limpet [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’45’’)
Episodio 5 – Anglerfish [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’51’’)
Episodio 6 – Barnacle [Id.] di Isabella Rossellini e Jody Shapiro (Usa, 2008, 2’49’’)




La Storia Siamo Noi e Napoli
In collaborazione con RAI Educational

Napoli e il colera di Aldo Zappalà in collaborazione con Master di Giornalismo dell'Università Suor Orsola Benincasa di Napoli; Mer 10 h 21.00
La trattativa – Il caso Cirillo di Carlo Durante e Federico Lodoli; Ven 12 h 21.00
Il cuore e l’acciaio – Bagnoli di Aldo Zappalà,Mario Leombruno e Luca Romano in collaborazione con l'Università suor Orsola Benincasa di Napoli e Bagnoli Futura Spa I; Sab 13 h 21.00
Il comandante – Storia di Achille Lauro di Paolo Festuccia e Mariella Crocellà; Dom 14 h 21.00
Storia del Teatro San Carlo di Stefano Rizzelli; Lun 15 h 21.15

CartooNA

3DNA In collaborazione con LetMeDo
NO RULES – Everything is Possible Pt. 1 di A.A.V.V. (30’) v.o.; Mer 10 h 21.30 – Sab 13h 21.30
NO RULES – Everything is Possible Pt. 2 di A.A.V.V. (30’) v.o.; Gio 11 h 21.30 – Dom 14 h 21.30
Shorts di A.A.V.V. (30’) v.o.; Ven 12 h 21.30 – Lun 15 h 21.30

I corti Animati del Premio Simona Gesmundodi A.A.V.V. (90’)v.o.; Mer 10 h 22.30

La luna nel deserto di Cosimo Damiano Damato (Ita, 2008, 30’); Lun 15 h 20.30

Extra 2009
6*60 – Visioni a tutto campo di A.A.V.V. (Ita, 2007-08, 80’); Lun 15 h 16.00

I saggi filmati degli studenti dell'Università Suor Orsola Benincasa*; Lun 15 h 20.00

L’italiano di Hollywood di Tonino Pinto (Ita, 2007, 60’)*; Dom 14 h 20.00
Per concessione della RAI – Speciale TG1

Incontri

Creative Commonplaces – Luoghi Comuni Creativi intervengono Davide Azzolini, Fabio Borghese, Claudio Curcio e Aldo Putignano modera Claudio Calveri; Sab 13 h 16.00

Presentazione del libro “Cinema e generi 2009” di Renato Venturelli intervengono l’autore con Giancarlo Giraud e Alberto Castellano; Sab 13 h 17.30

Lun 15 h 18.00 Incontro con le realtà napoletane impegnate nel sociale
La Fondazione Affido Onlus il numero verde a sostegno dell'affido familiare
L’Associazione Onlus Centro La Tenda promuove il progetto “Perché no?”

Iniziative collaterali

Da Mer 10 a Lun 15 h 10.00 – 13.00, h 15.30 – 22.30
MovieCrossing 2009
in collaborazione con Mediateca Santa Sofia del Comune di Napoli
 

NapoliFilmFestival 2009

10-15 giugno 2009

 A Castel Sant’Elmo l’unidicesima edizione del NapoliFilmFestival

5 Concorsi, Retrospettive, Omaggi
Tra gli ospiti: Francesco Rosi, Laura Morante, Christian De Sica, Isabella Rossellini, Matt Dillon
 
   Si chiama SchermoNapoli Quick ed è la prima, importante novità dell’undicesima edizione del NapoliFilmFestival, diretto da Davide Azzolini e Mario Violini,  che si svolgerà dal 5 al 15 giugno a Napoli nella prestigiosa sede di Castel Sant’Elmo.
 
   Dieci giovani registi, i musei di Napoli, l’arte. Questi gli ingredienti di SchermoNapoli Quick maratona di produzione cinematografica, lanciata dal NapoliFilmFestival, che il 9 e 10 maggio ha visto i giovani registi iscritti cimentarsi nella realizzazione di un cortometraggio da 5’ su un’opera d’arte conservata in uno dei musei della soprintendenza museale cittadina, nell’arco di 50 ore. I cortometraggi verranno poi presentati al NapoliFilmFestival.
 
   SchermoNapoli Quick va ad aggiungersi agli ormai tradizionali concorsi del NapoliFilmFestival: Nuovo Cinema Italia, riservato alle produzioni italiane indipendenti e a basso budget con opere prime davvero sorprendenti; Europa Mediterraneo, dedicato ai lungometraggi di artisti della sponda europea del bacino che vede quest’anno cinque film che spaziano dalla commedia al dramma con una curiosa incursione nel cinema “alla Jarmush”; Schermo Napoli Cortometraggi e Schermo Napoli Documentari, dedicati rispettivamente a opere di fiction e documentaristiche girate a Napoli o dirette da registi napoletani.
 
   La sezione retrospettiva Percorsi d’Autore renderà quest’anno omaggio a due grandi protagonisti del cinema europeo: il regista napoletano Francesco Rosi e, a dieci anni dalla scomparsa, il cineasta francese Robert Bresson.
   Oltre al maestro  Rosi, che parteciperà ad una serata in suo onore in apertura di festival, saranno ospiti di quest’undicesima edizione Laura Morante, Christian De Sica, Matt Dillon e Isabella Rossellini. Quest’ultima presenterà al NapoliFilmFestival la seconda serie, ancora inedita in Italia, di Green Porno che, dopo gli insetti, ha come protagonisti gli animali marini. Si tratta di cortometraggi realizzati per Sundance Channel, che vedono la Rossellini in veste di produttrice e protagonista e che raccontano in maniera ironica e divertita – ma con grande rigore scientifico – le curiose abitudini sessuali di alcune specie animali…
   Come sempre, nella tradizione del NapoliFilmFestival, continua la collaborazione con l’Università “Suor Orsola Benincasa” e il Professor Augusto Sainati che curerà Parole di Cinema, una serie di incontri con i protagonisti del cinema italiano.
   Un altro appuntamento da non perdere è quello con CartooNA 2009 atto secondo: dopo la prima fase a COMICON, la rassegna d’animazione prosegue al NapoliFilmFestival con una serie di rassegne tra cui 3DNA che prevede una selezione di showreel di artisti di vfx e spezzoni di scene che evidenziano l’uso sempre più massiccio di effetti 3D per il cinema.
 
   NapoliFilmFestival rappresenta anche il secondo grande evento di VisioNa 2009, “annale” delle arti visive di Napoli, nata dalla collaborazione tra NapoliFilmFestival e COMICON – Salone internazionale del Fumetto che si è appena concluso.
   VisioNa ha anche lo scopo di promuovere la creazione di strutture permanenti per l’archiviazione, la formazione e la ricerca nei vari campi delle arti visive, con la creazione di laboratori con autori e professionisti attraverso progetti site specific intesi a finalizzare il lavoro sul campo.
 
ORARI
Tutti i giorni dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 24,00
 
PREZZI
Abbonamento totale (con Catalogo o un film in dvd in omaggio): 20,00 euro
Carnet 4 biglietti: 10,00 euro
Biglietto intero per spettacolo unico: 4 euro
Biglietto ridotto per spettacolo unico: 3 euro
 
Catalogo della manifestazione: 5 euro
 
SEDE
Castel Sant’Elmo
Via Tito Angelini 20 – 80129 NAPOLI
 
Per informazioni:
NapoliFilmFestival – Segreteria Organizzativa
tel. +39 081 4238127; email: info@napolifilmfestival.com
Ufficio Stampa:
Studio Sottocorno-Lorena Borghi, cell. 348 5834403; lorenaborghi@gmail.com
Francesco Tedesco, cell.3476658831; fr.tedesco@gmail.com

NapoliFilmFestival 2009

NapoliFilmFestival 2009: on line i bandi di partecipazione
Per la prima volta SchermoNapoli Quick
50 ore per realizzare da zero un corto di 5'
 
   Il NapoliFilmFestival offre una nuova opportunità ai giovani registi napoletani e non. L’undicesima edizione della rassegna cinematografica, che si svolgerà quest’anno dal 10 al 15 giugno a Castel Sant’Elmo, lancia infatti una nuova sezione: SchermoNapoli Quick. Si tratta di una vera e propria gara di produzione cinematografica che metterà in luce le capacità creative degli autori in un lasso di tempo ridotto: nell’arco di 50 ore le troupe iscritte dovranno realizzare un corto della durata di 5’ (titoli di coda esclusi), affrontando quindi tutte le fasi del processo di creazione cinematografica, dall’ideazione del soggetto, alle riprese, al montaggio. ll concorso si avvale del patrocinio della Soprintendenza Speciale per il PSAE e per il Polo Museale della Città di Napoli e avrà come tema un’opera d’arte conservata nei musei napoletani. La scadenza per l'iscrizione è il 27 aprile. La fase finale si terrà nel secondo week-end di maggio da sabato 9 a lunedì 11.
   Ma sugli schermi del NapoliFilmFestival tornano anche i concorsi tradizionali a partire da Nuovo Cinema Italia che dopo il successo dello scorso anno, riparte presentando film italiani di alta qualità che cercano una più ampia distribuzione. A giudicarli sarà una giuria composta da studenti selezionati dai corsi di cinema delle università italiane. Confermato inoltre il Concorso per lungometraggi internazionali Europa, Mediterraneo.
   Confermati inoltre gli appuntamenti con SchermoNapoli Documentari e con SchermoNapoli Corti: due finestre sulla produzione di giovani registi campani o che abbiano al centro delle loro opere la Campania.
Per tutti i concorsi, tranne che per SchermoNapoli Quick, sarà possibile iscriversi entro l'11 maggio.
 
I bandi sono disponibili sul sito www.napolifilmfestival.com
 
Per informazioni:
NapoliFilmFestival – Segreteria Organizzativa
tel. +39 081 4238127; email: info@napolifilmfestival.com