Nymphomaniac, Uma Thurman è Mrs. H.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 Visibile anche qui

---------------------------------------------------------------------
APERTE LE ISCRIZIONI PER UNICINEMA E SCUOLA DI CINEMA

---------------------------------------------------------------------

 

Continua la graduale somministrazione di "appetizer" di Nymphomaniac di Lars Von Trier (info e prima foto): ecco una clip da Mrs. H, terzo capitolo del film (gli otto capitoli) in cui compare Uma Thurman, per la prima volta diretta dal regista danese, accanto alla giovane attrice esordiente Stacy Martin, che interpreta la versione più giovane della protagonista Joe (Charlotte GainsbourgConfession d'un enfant du siècle, Trois coeurs, Every Thing Will Be Fine di Wim Wenders, Son épouse con il marito Yvan Attal).

--------------------------------------------------------------------
LE BORSE DI STUDIO PER CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING DELLA SCUOLA SENTIERI SELVAGGI

-----------------------------------------------------

Nymphomaniac di Lars Von Trier - terzo capitoloEssere una ninfomane, recita il testo che accompagna la clip, comporta anche conseguenze spiacevoli: dopotutto, non si può fare una frittata senza rompere qualche uovo…

Nella prima clip rilasciata, The Compleat Angler, assistiamo a una sfida – sedurre sconosciuti passeggeri di un treno – tra Joe e una sua coetanea (Sophie Kennedy Clark, Philomena) mentre nella seconda compare Jerôme, ovvero Shia LaBeouf (Lawless, Sigur Rós: Fjögur píanó, La regola del silenzio,The Necessary Death of Charlie Countryman).

Nymphomaniac –  ovvero, un'"esplorazione della vita sessuale di una donna dall'adolescenza ai 50 anni" secondo la definizione di Lars von Trier, concepito in due versioni, una soft e una hardcore.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------
A TheHollywoodReporter, prima che decidesse di autoimporsi il divieto di rilasciare dichiarazioni con un simbolico bavaglio, Lars Von Trier aveva citato quale massima ispirazione letteraria per il film Alla ricerca del tempo perduto di Marcel Proust.

Ricordiamo il cast, gigantesco: accanto alla Gainsbourg, ormai musa del regista dopo Antichrist e Melancholia, a breve anche in, troviamo Willem Dafoe, già in Manderlay, poi partner della Gainsbourg in Antichrist e oggi impegnato con Abel Ferrara nel difficile ruolo di Pier Paolo Pasolini, Christian Slater (Bullet to the Head) nei panni del padre di Joe, Stellan Skarsgård (Breaking the Waves, tra gli altri –  lo vedremo in Thor: The Dark World e Cenerentola di Kenneth Branagh) nel ruolo di Seligman, che raccoglie la donna, ferita a sangue, in strada, una fredda notte d'inverno, e si appresta ad ascoltare la storia della sua vita.

Nymphomaniac di Lars Von TrierGli europei Jamie Bell (Snowpiercer, Il lercio) Jean-Marc Barr (Parc, Big Sur) Caroline Goodall (La fredda luce del giorno, Third Person) Hugo Speer (Full Monty) affiancano gli scandinavi: Connie Nielsen (Hemingway & Gellhorn) Jens Albinus (da sempre con von Trier: in Idioti, Dancer in the dark, Il grande capo) e Jesper Christensen (Melancholia) Nicolas Bro (Le mele di Adamo di Anders Thomas Jensen,Voksne mennesker di  Dagur Kári, Allegro, Reconstruction, Offscreen e Beast di Christoffer Boe, War Horse) e il veterano Udo Kier (l'inquietante Fratellino nella seconda parte di The Kingdom, anche in Dogville, ultimamente in un divertente cameo in Melancholia).

Per ora non ci sono notizie sulla distribuzione in Italia; anche se il film uscirà in Danimarca il 25 dicembre, e nella stessa data, in Francia per Les Films du Losange, poi tra gennaio e febbraio del nuovo anno nei Paesi Bassi, in Polonia, Svezia e Germania. Per il Regno Unito la distribuzione è affidata a Artificial Eye, per gli Stati Uniti a Magnolia Pictures.