Roberto Benigni torna alla regia?

A 19 anni da La tigre e la neve, il regista e attore toscano desidera tornare dietro la macchina da presa.

--------------------------------------------------------------
BANDO BORSE DI STUDIO IN CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING

--------------------------------------------------------------

La cosa più grande che deve fare un artista è regalare la gioia. Io vorrei fare un piccolo film, nel quale lasciarsi andare a un momento di gioia e di spensieratezza. Per fare ciò bisogna avere sulle spalle tutto il dolore del mondo, perché per fare gioia bisogna avere il dolore. Si tengono insieme“. Sono queste le parole di Roberto Benigni, riportate dall’Ansa

--------------------------------------------------------------
OFFERTA DI LUGLIO SULLO SHOP DI SENTIERI SELVAGGI!

--------------------------------------------------------------

L’attore e regista, dopo una prolungata assenza dai riflettori Benigni ,esprime il suo desiderio di tornare a dirigere film. Infatti, l’ultimo suo lavoro La tigre e la neve risale al 2005: una commedia di sentimenti dove a fare da sfondo è la guerra. Questo connubio filmico è ciò che lo ha contraddistinto e fatto amare dal pubblico del cinema italiano, e che gli ha permesso di guadagnare numerosi riconoscimenti come per La vita è bella con cui ha  vinto tre Oscar: miglior attore, miglior film straniero e miglior colonna sonora (Nicola Piovani).. Da allora sono susseguite una serie di collaborazioni artistiche tra cui Woody Allen con To Rome with Love (2012) , o ancora Pinocchio (2019) di Matteo Garrone. Della versione cinematografica del libro di Carlo Colllodi, c’è anche quella del 2002 scritta, diretta e intrepretata da Benigni stesso.
Tra i suoi titoli più celebri c’è Non ci resta che piangere (1984) girato in coppia e codiretto con Massimo Troisi dove nessun protagonista prevale sull’altro e dove due tipi di comicità differenti si uniscono tra loro. Una commedia spigliata e divertente, che attraverso le risate, riesce a tirar fuori una generosa dose di umanità e sentimento. Ed è lo stesso obiettivo che Benigni si pone ad oggi: “Quello che mi piacerebbe davvero realizzare è un’opera personale, anche piccola non grande, ma che abbia il senso, che prenda il mio cuore e anche quello che sta accadendo in questo momento”.

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative