Turn Faces: Dom Toretto e Optimus Prime sono cattivi?

Fast & Furious 8: Dominic Toretto tradisce la famiglia e si allea con la terrorista informatica Charlize Theron, portando a un’improbabile alleanza tra Luke Hobbs e Ian Shaw, e a un’inevitabile resa dei conti finale.

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------
----------------------------------------------------------------

Transformers 5 – L’ultimo cavaliere: Optimus Prime, tornato sulla Terra, si scaglia contro Bumblebee in una lotta all’ultimo sangue.

Che fine hanno fatto i buoni assoluti del cinema?

Il cinema ha sempre amato,darth-vader sin dai suoi esordi, giocare sul confine sottile tra bene e male, squadra dei buoni e squadra dei cattivi. Non solo esplorando, o alludendo, alle innumerevoli zone grigie della moralità dei personaggi di entrambe le fazioni, ma anche raccontando memorabili passaggi al lato oscuro: la trasformazione di Anakin Skywalker in Darth Vader della saga di Star Wars – probabilmente il più celebre nella memoria filmica (anche se nella creatura lucasiana il fulcro del discorso viaggia su un sapere a posteriori) -, la transizione di Michael Corleone ne Il Padrino, quella del Jack Torrance di Nicholson in Shining.

E in un cinema muscolare, come quello delle saghe di Transformers Fast & Furious, trova spazio e acquista senso il fatto che si giochi con le figure tipiche del Wrestling: i cosiddetti turn face, i “voltafaccia” durante i quali personaggi storicamente buoni, acquistano sembianze diaboliche. Sfruttare lo schema narrativo così diffuso nel wrestling per rendere più interessanti le semplificazioni drammaturgiche del filone dell’action movie mainstream, lavorando al tempo stesso su un attacco alla pancia dello spettatore, può servire a ridare un po’ di pepe e vigore a una moda, quella delle saghe, sempre più inflazionata. Certo, il ricorso a questa strategia potrebbe celare non più di un trucchetto pubblicitario per attirare e incuriosire i fan, quando l’attenzione del pubblico rischia di scemare. Questo sembra vero soprattutto per il voltafaccia di Toretto, se pensiamo alla rimodulazione necessaria dopo la tragica e improvvisa scomparsa dell’attore Paul Walker, o proviamo a collegare il brusco cambio di rotta del trailer con la faida in atto in questi mesi tra The Rock e Vin Diesel – trovata pubblicitaria che potrebbe concludersi con un epico match sul ring?

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Il quinto (e ultimo diretto da Michael Bay, a quanto pare) capitolo di Transformers, invece, sembra avere sembianze molto più vicine al clamorosoc-america voltafaccia di un altro personaggio dell’epica fumettistica: Captain America. Lo storico giustiziere a stelle e strisce si prepara (la premessa è Captain America: Civil War) a compiere l’incredibile cambio di connotati già in atto su comic: dallo scorso maggio, infatti, sta uscendo un’inedita serie dedicata a Steve Rogers, e in Captain America: Steve Rogers #1 viene svelato che l’eroe fa in realtà parte dell’Hydra, e ne ha sempre fatto parte in qualità di agente dormiente: stiamo assistendo alla rivelazione di un cattivo, un doppiogiochista?

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------
Nei successivi numeri (12 in tutto, l’uscita dell’ultimo è prevista il 22 febbraio 2017), le avventure del presente si interpolano e dialogano con un passato tutto da svelare e sciogliere. E sembrerebbe viaggiare sulle medesime premesse anche il trailer di Transformers, con il suo richiamo a un passato mitologico della saga, a una sorta di premessa, esplicativa forse. Chissà se stiamo assistendo alla decisiva acquisizione di un’anima scura e puramente malvagia da parte di Optimus Prime, Captain America e Dom Toretto. Sta di fatto che tutti i cattivi più memorabili di cinema, letteratura e tv sono quelli con un passato denso e consistente, un passato che non deve stabilire un’empatia con lo spettatore, ma rappresentare un motore motivante sufficientemente vigoroso.
E (lo sottolinea potentemente la recente serie TV Westworldmemoria e passato sono gli elementi fondamentali per determinare un’identità (anche in transito), e dare spessore a un carattere che sia davvero tridimensionale. E anche per compiere la decisiva scelta della fazione con cui combattere.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"