#Venezia76 – Il programma delle Giornate degli Autori, 16esima edizione

Il volto per metà leonino di Alice Rohrwacher scruta enigmatico ma con una scintilla di ironia lo spettatore nel poster della XIV edizione delle Giornate degli Autori, sezione collaterale della Mostra Internazionale del Cinema di Venezia che ha presentato alla stampa il suo programma ufficiale alla Casa del Cinema di Roma. Un incontro vivace e partecipato non solo dai giornalisti ma anche dagli addetti ai lavori per precisa volontà dell’organizzazione. E parte proprio dal plauso alla voglia grafica di mettersi in gioco della regista toscana l’intervento di Andrea Purgatori, neo-presidente della Giornate degli autori che raccoglie il testimone da Roberto Barzanti, rimasto comunque nel board come presidente onorario. Sottolineando come sia esattamente questa libertà di sperimentare l’indirizzo principale perseguito dalla squadra selezionatrice anche Giorgio Gosetti, delegato generale e cuore pulsante della manifestazione, fa subito il punto sulla diversificazione della proposta cinematografica di quest’anno. Le Giornate degli Autori, che si svolgeranno ancora una volta in parallelo durante la Mostra ufficiale (28 Agosto – 7 Settembre) vedono la partecipazione al concorso di 11 film, scremati tra oltre mille, 8 eventi speciali compresi gli ormai tradizionali “Miu Miu Women’s Tales” che ben prima del MeToo avevano saputo rivendicare lo sguardo femminile in un mondo audiovisivo tradizionalmente maschilista, e le “Notti veneziane” alla Villa degli Autori, sede di chiacchierate informali tra autori e pubblico che anche quest’anno vedrà due importanti masterclass tenute da Marco Bellocchio e Margarethe von Trotta. La competizione (il rifiuto gentile della terminologia guerresca da parte di Barzanti durante il suo discorso denota la visione inclusiva di questa sezione meglio di qualunque manifesto) del concorso, in particolare, spazierà dall’esordio del 20enne sudanese Amjad Abu Alala con You Will Die at 20 che racconta l’ancestrale e barbara predestinazione dell’incolpevole Muzamil, macchiato già da neonato dallo stregone del villaggio con l’omonima profezia del titolo, ad un’altra opera prima opposta però nei toni, la commedia Un divan a Tunis (Arab Blues) di Manele Labidi che vedrà la protagonista Selma, interpretata dall’incantevole Golshifteh Farahani, fare i conti con una Tunisia non così emancipata come la Primavera Araba le aveva fatto credere. Tra gli Eventi Speciali si punta invece sull’appeal di Mio fratello rincorre i dinosauri di Stefano Cipaniche porta su schermo uno dei casi editoriali degli ultimi anni e affronta il tema della disabilità senza pregiudizi, mentre per “Notti veneziane” particolare interesse hanno suscitato tra la stampa le immagini di The great green wall di Jared P. Scottl’utopico progetto africano che prevede 8000 km di muraglia verde, ideata per combattere la desertificazione degli 11 Paesi coinvolti.

 

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

----------------------------------------------------------------

Ecco la selezione ufficiale:

IN CONCORSO

---------------- inserzione pubblicitaria ---------------

---------------------------------------------------------------

SEULES LES BETES (ONLY THE ANIMALS) di Dominik Moll– film d’apertura

YOU WILL DIE AT 20 di Amjad Abu Alala – opera prima

UN MONDE PLUS GRAND (A BIGGER WOLRD) di Fabienne Berthaud

LA LLORONA (THE WEEPING WOMAN) di Jayro Bustamante

BOR MI VANH CHARK (THE LONG WALK) di Mattie Do

BARN (BEWARE OF CHILDREN) di Dag Johan Haugerud

5 È IL NUMERO PERFETTO di Igort – opera prima

BOŻE CIAŁO (CORPUS CHRISTI) di Jan Komasa

UN DIVAN A TUNIS (ARAB BLUES) di Manele Labidi – opera prima

ARU SENDO NO HANASHI (THEY SAY NOTHING STAYS THE SAME) di Jō Odagiri – opera prima

LINGUA FRANCA di Isabel Sandoval

 

FUORI CONCORSO

LES CHEVAUX VOYAGEURS (TIME OF THE UNTAMED) di Bartabas – Film di chiusura

MIU MIU WOMEN’S TALES: #17 SHAKO MAKO di Hailey Gates. #18 BRIGITTE di Lynne Ramsay

 

EVENTI SPECIALI

MIO FRATELLO RINCORRE I DINOSAURI (MY BROTHER CHASES DINOSAURS) di Stefano Cipani

HOUSE OF CARDIN di P. David Ebersole, Todd Hughes

IL PRIGIONIERO di Federico Olivetti

SCHERZA CON I FANTI di Gianfranco Pannone

MONDO SEXY, di Mario Sesti

BURNING CANE di Phillip Youmans

 

NOTTI VENEZIANE

LA LEGGE DEGLI SPAZI BIANCHI di Mauro Caputo

EMILIO VEDOVA. DALLA PARTE DEL NAUFRAGIO di Tomaso Pessina

THE GREAT GREEN WALL di Jared P. Scott

CERCANDO VALENTINA di Giancarlo Soldi

SUFFICIENTE di Maddalena Stornaiuolo, Antonio Ruocco