XXIII Tertio Millennio Film Fest

Dal 10 al 13 dicembre 2019 si svolge la XXIII edizione del Tertio Millennio Film Fest, presso la Casa del Cinema di Roma. Realizzato dalla Fondazione Ente dello Spettacolo con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e del Dicastero per la Comunicazione della Santa Sede, il Festival promuove il dialogo interreligioso e einterculturale,e ,infatti, partecipano alla progettazione rappresentanti delle comunità cristiane, ebraiche, musulmane, buddiste e induiste in Italia, con il coordinamento di don Giuliano Savina, direttore dell’UNEDI (Ufficio Nazionale Ecumenismo e Dialogo Interreligioso della CEI).

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

Per l’edizione di quest’anno il tema scelto è: Io sono, tu sei. Riconoscersi differenticioè raccontare l’incontro con “l’altro”, il “diverso” e coglierne l’unicità e ricchezza culturale conservandone la piena dignità umana.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Un chiaro esempio di racconto sull’integrazione e la diversità è il film del regista finlandese Mika Kaurismäki, Master Cheng: delicata commedia che racconta l’incontro tra uno chef di Shangai, suo figlio Niu Niu e una giovane locandiera finnica e di come i tre uniranno le diverse conoscenze e culture per aiutarsi l’un l’altro.
Il 3 Dicembre, nella serata di pre-apertura del festival, il regista ha presentato in anteprima italiana questo suo ultimo lavoro, parlando del quale ha affermato: “Viviamo un periodo carico di incertezze, in cui alcuni uomini politici e dittatori stanno provando a ridurre il mondo a pezzi. Volevo perciò realizzare qualcosa che unisse le persone e le facesse sentire bene. Master Cheng è un film sulla globalizzazione, ma con uno spirito positivo, che parte dal basso: da un incontro inaspettato, avvolgente, nel bel mezzo del nulla, un incontro che cambierà la vita di due persone comuni appartenenti a due culture completamente diverse”.

Le parole di Kaurismäki riassumono perfettamente l’idea-motore alla base del XXIII Tertio Millennio Film Fest: usare il mezzo audiovisivo per promuovere l’integrazione e l’intercultura, rappresentare il dialogo con “l’altro” mantenendone intatta l’unicità e trasformando le differenze in opportunità per uno scambio, invece che occasioni di frattura. Quest’anno in particolare, il messaggio viene rivolto ai giovani attraverso due contest: Una Sigla per Tertio Millennio Nati nel Tertio Millennio.

Inoltre, i ragazzi avranno l’occasione di confrontarsi coi professionisti del cinema partecipando al Tertio Millennio Film Fest anche in veste di giurati: nella serata di premiazione del 12 Dicembre, saranno loro ad assegnare il Premio Speciale Giovani al cortometraggio che riterranno più meritevole tra quelli in concorso.

Invece, parlando di Eventi Speciali, in occasione del ventennale della morte di Robert Bresson, Martedì 10 Dicembre alle 19:00, si svolgerà l’incontro con Mylène Bresson (moglie del regista e sua assistente in tutti i film), e con Gianni Amelio che insieme, partendo dal capolavoro del 1966 Au hasard Balthazar, ripercorreranno la carriera del Maestro francese e ne analizzeranno la poetica. A seguire all’incontro il film verrà proiettato in un’edizione restaurata nel 2015 da Argos Film.

Altro incontro è quello con Giuseppe Tornatore Venerdì 13 Dicembre alle 17:00. Attraverso il dialogo con il Cardinale Gianfranco Ravasi (presidente del Pontificio Consiglio della Cultura e fondatore  del Cortile dei Gentili), il pluripremiato regista italiano racconterà la sua visione del cinema come esperienza in grado di indagare le dimensioni più autentiche dell’Uomo, ricercare il senso e aprirsi alla dimensione spirituale della vita. A seguire sarà proiettato Nuovo Cinema Paradiso in un’edizione restaurata in digitale curata da Luce Cinecittà e realizzata grazie al supporto di Dolce & Gabbana, in collaborazione con la Cineteca di Bologna, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata.

Per scoprire i film in concorso, potete trovare il programma completo qui.