Oscar 2024: non c’è Ken senza Barbie

Le nomination agli Oscar hanno sollevato polemiche per le mancate candidature di Margot Robbie e Greta Gerwig per Barbie. Anche attori e scrittori criticano le scelte dell’Academy

--------------------------------------------------------------
CORSO ESTIVO DI CRITICA CINEMATOGRAFICA DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------

Il patriarcato nel mondo cinematografico si sta già prendendo la sua rivincita, a fronte di qualche battaglia recentemente persa? Come sappiamo, a marzo si terrà la notte degli Oscar e recentemente sono state annunciate le nomination. Un dettaglio ha suscitato perplessità tra gli spettatori: sia nella categoria Miglior Attrice che in quella di Miglior Regia, non sono state nominate Margot Robbie e Greta Gerwig, nonostante il grande successo del loro film. Sembrava che la forza delle donne nel settore cinematografico potesse superare il maschilismo, ma Barbie ha mancato in maniera clamorosa proprio le due più scontate e importanti. Il film di Gerwig ha comunque ottenuto altre candidature, tra cui Miglior Film, Miglior Attore Non Protagonista per Ryan Gosling, Miglior Costume, Miglior Scenografia, Miglior Sceneggiatura Non Originale e Miglior Attrice Non Protagonista per America Ferrera.

--------------------------------------------------------------
CORSO DI PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE CINEMATOGRAFICA: ONLINE DAL 15 LUGLIO

--------------------------------------------------------------

Nonostante queste attestazioni, la mancata inclusione di Robbie e Gerwig è stata percepita da molti come una grande perdita. Nel film più femminista dell’anno, dove le donne occupano ruoli di primo piano, sono stati infatti gli uomini a ricevere maggiori riconoscimenti. Questo è stato considerato da molti un problema etico più che cinematografico. Dopo la cerimonia, lo stesso Ryan Gosling ha commentato la decisione dell’Academy esprimendo il suo dissenso: “Non può esserci Ken senza Barbie, e non può esserci un film su Barbie senza Greta Gerwig e Margot Robbie, le due persone più meritevoli per questo film storico celebrato in tutto il mondo. Nessun’altra persona potrebbe ottenere un premio per questo film senza il loro talento, la loro grinta e il loro genio”. Anche lo scrittore Stephen King si è detto incredulo dalla decisione da parte dell’Academy di snobbare sia Greta Gerwig che Margot Robbie. “Le nomination agli Oscar e i gusti cinematografici del pubblico si sono separati. Nessuna nomination per Greta Gerwig? Possibile?“, ha scritto su Twitter

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Le due escluse non hanno rilasciato alcun commento, probabilmente sorprese dalla situazione. Molti davano per scontata la loro candidatura, considerando il loro notevole contributo al successo del film. La giornalista ed ex direttrice della comunicazione della Casa Bianca, Jennifer Palmieri, ha sottolineato la gravità dell’esclusione di Gerwig, dichiarando che la pellicola “non si è diretta da sola”. Anche l’attrice America Ferrera, pur felice della sua nomination come Miglior attrice non protagonista, si è dichiarata “incredibilmente delusa” per l’esclusione di Robbie e Gerwig.

L’estate 2023 ha visto, come noto, la battaglia tra Barbie e Oppenheimer, e se per quanto riguarda gli incassi ha vinto il film di Gerwig, al momento dei premi la pellicola di Nolan si è rifatta abbondantemente ottenendo 13 candidature, tra cui la regia dello stesso Nolan e la nomination di Cillian Murphy come Miglior attore protagonista. D’altro canto, le candidature delle due figure principali di Barbie erano percepite come importanti da un punto di vista simbolico, anche se alcuni ritengono che tutto ciò potrebbe essere parte di una strategia di marketing che porterà alla vittoria del film di Gerwig.

----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative