Phoenix Rising, di Amy Berg

In apertura allo Sguardi Altrove Film Festival 2022, il documentario che denuncia la lunga storia di abusi e silenzi che si celava dietro la relazione tra Evan Rachel Wood e Marilyn Manson

-----------------------------------------------------------
NOVITA’ – CORSO ONLINE TEORIA DELLA SCENEGGIATURA


-----------------------------------------------------------

Il primo febbraio del 2021 Evan Rachel Wood annunciava con un post su Instagram il nome dell’uomo che per anni ha abusato di lei: Brian Warner, noto come Marilyn Manson. Questa dichiarazione non è che il culmine di un lungo percorso che l’ha portata a prendere coscienza della sua situazione e trovare la forza di denunciare, diventando un simbolo per tutte le donne che hanno subito violenza. Phoenix rRsing, diretto da Amy Berg (Janis), è il documentario in due parti di HBO che ripercorre la storia di Wood dal 2006, anno in cui l’attrice diciottenne si fidanzò con il trentasettenne Brian Warner, fino alla dichiarazione postata su Instagram.

----------------------------
CORSO ESTIVO DI RIPRESA VIDEO

----------------------------

Il nome del documentario, Phoenix Rising, deriva dal Phoenix Act, una proposta di legge che Evan Rachel Wood, insieme a Ilma Gore e ad un’associazione di donne sopravvissute a violenze domestiche, riuscì a far approvare dal senato americano. La proposta aveva lo scopo di rimuovere il periodo di prescrizione (Statute of Limitation) che intercorre tra quando si subisce una violenza a quando è possibile denunciarlo, che al momento della formulazione era di tre anni. Sfortunatamente la politica è fatta di compromessi e delusioni, quindi il decreto-legge venne rimaneggiato stabilendo una proroga del limite da 3 a 10 anni, salvo poi essere ulteriormente ridotto a 5 anni prima dell’entrata in prescrizione. Una piccola ma importante vittoria.

L’impressionante mole di prove, dichiarazioni e testimonianze che corroborano le accuse di Wood – alcune comprovate dalle dichiarazioni dello stesso Manson – permettono di analizzare lo sviluppo della relazione, e per mezzo di ciò di riconoscere delle dinamiche malsane presenti nei media post 2000. Numerose riveste di gossip, paparazzi e siti scandalistici hanno contribuito a cucire sull’attrice una figura di lolita pericolosa, sexy teenager attratta da uomini più maturi, quando non hanno acceduto definendola addirittura una “troia” o una rovina famiglie. L’industria hollywoodiana ha ampiamente sfruttato quell’immagine, al punto che una delle dichiarazioni del film è che in quel periodo Wood ricevesse solo proposte per pellicole in cui doveva frequentare uomini più maturi (Thirteen, Pretty Persuasion, Correndo con le forbici in mano, Down in the Valley).

Phoenix Rising è un documentario che aiuta a riflettere su diversi elementi: il ruolo di stampa e media nelle vite personali degli individui e nei confronti dei processi pubblici; le dinamiche, molto spesso invisibili, in cui si sviluppa un rapporto di abuso e controllo; la poca tutela delle vittime, molto spesso non credute e non rispettate nei tempi di elaborazione del trauma. Non ultimo il film costituisce un’ulteriore tassello nella ricostruzione di quel sistema che la Hollywood Babilonia degli anni 2000, in cui le istituzioni erano più interessate agli introiti che alla tutela delle persone (soprattutto delle donne). Un modo di fare che il movimento #metoo e che film come quello di Amy Berg cercano di portare alla luce.

 

Titolo originale: id.
Regia: Amy Berg
Interpreti: Evan Rachel Wood, Sara Wood, Ira David Wood IV, Illma Gore, Ira David Wood III
Distribuzione: HBO
Durata: 155′
Origine: USA, 2022

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
3.5
Sending
Il voto dei lettori
0 (0 voti)
--------------------------------------------------------------
Sentieriselvaggi21st #11: JONAS CARPIGNANO La nuova frontiera del cinema italiano

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative



    Rispondi

    Contenuto non disponibile
    Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"