Newsletter 24/10/2011

Da Sentieri selvaggi è possibile organizzare presentazioni (libri, dvd, film, altro), conferenze stampa, proiezioni private, eventi, ecc….

per informazioni: AREA SERVICE


corsi ad Arezzo
I NOSTRI PROSSIMI EVENTI IN SINTESI:
questa settimana
- Ciclo Corso Salani: Gli occhi stanchi (con Simone Emiliani ed Enrico Ghezzi) (mercoledì 26 ottobre)
- Rassegna Unknown Pleasures #5: Claire Denis (gioverdì 27 ottobre)
- Seminari Come fare cinema, oggi: FILMMAKERS, (con Demetrio Salvi, Peter Marcias, Gregory J. Rossi) (venerdì 28 ottobre)
- Storie del cinema: L' A.I.P. e Roger Corman, ovvero il cinema indipendente + FILM (venerdì 28 ottobre)
la prossima settimana
- Prorogata al 31 ottobre la scadenza per le iscrizioni alla Scuola di Cinema Sentieri selvaggi
- Seminari Come fare cinema, oggi: WEBSERIES (con Sergio Sozzo, Massimo Cerofolini, Francesca Primavera, Matteo "Canesecco", Francesco "Ebbasta" ) (venerdì 4 novembre)
settimane successive
- Ciclo Corso Salani: Cono Sur (9 novembre)
- Sentieri selvaggi ad Arezzo, workshop di sceneggiatura (26/27 novembre)
- Scuola di Cinema: inizio lezioni (venerdì 11 novembre)
- Seminario Effetti speciali (13 novembre)
- Workshop Reportage giornalistico (19/20 novembre)
-Workshop Riduzione Dialoghi per sottotitoli (26/27 novembre)
- Nausika a Roma, workshop Le Storie siamo noi (3/4 dicembre)
- Workshop Mobile Production (10/11 dicembre)
 

Gli occhi stanchi, mercoledì 26 ottobre

da Sentieri selvaggi, con Simone Emiliani ed Enrico Ghezzi

 

Mercoledì 26 ottobre, alle 20.30, per il ciclo CORSO SALANI, per sempre, verrà proiettato il film del 1995,GLI OCCHI STANCHI.

 

Presenteranno il film Simone Emiliani ed Enrico Ghezzi. L'ingresso è gratuito. (Via Carlo Botta 19 ROMA, da Sentieri selvaggi)

 

Gli occhi stanchi è la storia di Ewa, una ragazza polacca che decide di tornare a casa, dopo aver trascorso otto anni in giro per l’Europa. Il suo viaggio si consuma a bordo di un furgoncino e in compagnia di una troupe cinematografica che, durante il lungo percorso da Roma al Mar Baltico, girerà un documentario su di lei e sulla sua storia. Nel racconto, la giovane descriverà i momenti più difficili della sua vicenda, da quando, in Polonia, è stata coinvolta nel mondo della prostituzione, al suo arrivo in Italia, tra violenza, sfruttamento e sopraffazioni di ogni tipo.



 

giovedi 27 ottobre, ore 20.30 – UNKNOWN PLEASURES #5 -

serata CLAIRE DENIS con film inedito – a sorpresa (ingresso gratuito)


 

come fare cinema, oggi - documentario, film(makers), web(series)

COME FARE CINEMA, OGGI

Tre incontri/seminari (aperti al pubblico) dedicati ai nuovi linguaggi e ai nuovi mercati per il cinema del futuro: documentario, film(makers), web(series). Con: Giovanni Bruno, Massimo Latini, Guido Morandini, Mario Gianni, Demetrio Salvi, Peter Marcias, Gregory J. Rossi, Sergio Sozzo, Massimo Cerofolini, Francesca Primavera, Matteo "Canesecco" Bruno, Francesco "Ebbasta" Capaldo (thejackal).  Dal 21 ottobre al 4 novembre, tutti i venerdì dalle 18.00 alla Scuola di Cinema Sentieri selvaggi

secondo incontro:

Venerdì 28 ottobre, dalle 18,00: Ciclo COME FARE CINEMA, OGGI:

 

FILMMAKERS, incontro/seminario con

Venerdì 28 ottobre esploreremo la figura del moderno filmmakers, ovvero di chi con budget limitati, macchine digitali e tanta creatività, riesce a metter su produzioni vere per girare dei film veri. Che possano persino avere un mercato internazionale. Con il nostro Demetrio Salvi ci saranno il regista Peter Marcias (Un attimo sospesi, I bambini della sua vita, Ma la Spagna non era cattolica ?) e il filmaker Gregory J Rossi, produttore dell’horror Il bosco fuori e regista di tanti cortometraggi.

 

a seguire

ore 20.30 STORIE DEL CINEMA

L’AMERICAN INTERNATIONAL PICTURES

Come la produzione basata sulle ricerche di mercato, sul riferimento ad un preciso target, sulla promozione e sul contenimento rigoroso delle spese ha salvato gli studios. La storia dell’AIP è la storia di Roger Corman, l’uomo che ha fatto cento film ad Hollywood senza perdere nemmeno un dollaro.

lezione di Emanuele Di Porto, redattore di Sentieri selvaggi + FILM: I SELVAGGI (The Wild Angels, 1966) di Roger Corman; con Peter Fonda, Bruce Dern e Nancy Sinatra

 tutti gli incontri sono a INGRESSO GRATUITO

Info: Sentieri selvaggi Via Carlo Botta 19 Roma – Tel: 06.96049768 Mail: info@sentieriselvaggi.it


 
 

SENTIERI SELVAGGI AD AREZZO E NAUSIKA E PRATIKA A ROMA

 

da novembre a maggio una nuova collaborazione porterà a da Arezzo i Corsi di cinema Sentieri selvaggi e a Roma i corsi di scrittura e di teatro di Nausika, e quelli sull'orientamento narrativo e sull'identità sessuale di Pratika.

QUI TUTTI I CORSI IN PROGRAMMA

ecco i primi due workshop:

ad AREZZO: Sceneggiatura con Demetrio Salvi 26/27 NOVEMBRE

a ROMA: Le storie siamo noi con Federico Batini/Simone Giusti 3/4 DICEMBRE

 

 

 

 


 

la crisi si combatte con la formazione…e con il fare!

Scuola Sentieri selvaggi

La Passione e la Forza

Il cinema da FARE, SCRIVERE, PENSARE

fino al 31 ottobre ancora aperte le iscrizioni!

 scuola di cinema 2011/2012

 

TRE WORKSHOP IN ARRIVO

After Effects – seminario  novità!

domenica 13 novembre 2011

Un seminario propedeutico a soli 65€ a cui seguirà, a marzo 2012, un nuovo workshop operativo.
Docente:
Alfredo Felaco (aka TheJakal)

 

Reportage videogiornalistico novità!

sabato 19 e domenica 20 novembre

Da un gruppo di giovani e agguerriti video-filmaker (“Matite Spezzate”) il nuovo workshop di Sentieri selvaggi

 

Riduzione dialoghi per sottotitoli

sabato 26 e domenica 27 novembre

 LOST IN TRANSLATION  La traduzione nel cinema come ri-scrittura del testo cinematografico

e prossimamente…

MOBILE PRODUCTION (10/11 dicembre)

ovvero fare film con I-phone, Smartphone, iPad…



 

UNA SELEZIONE DEGLI ARTICOLI DELLA SETTIMANA

 

"Una separazione", di Asghar Farhadi

nader and simin a separation
Dopo About Elly il cineasta iraniano realizza ancora un film di brevi ma consistenti fratture in cui il conflitto esplode all'improvviso. Un semplice avvenimento quotidiano che si ribalta nel giudizio quando muta l'angolazione da dove viene guardato. Un cinema di sceneggiatura, certo, ma anche capace di raccontare il presente e il privato con stile modernissimo. Orso d'Oro all'ultima BERLINALE 61

 

"Bar Sport", di Massimo Martelli

 Bar Sport è stato e rimane un catalogo dell’italianità in vitro colta “archeologicamente” nel suo tempio prediletto. Ma lo spettatore (ri)cadetradizionalmente in quell’effetto nostalgia che intasa ormai da troppi anni il nostro cinema. È questo che accomuna il bar di Martelli al bar di Avati o al nuovo casotto di Cerami: il complesso di inferiorità verso unosguardo che in passato è riuscito straordinariamente a intercettare untempo che non è più chiaramente il nostro…

 

“Matrimonio a Parigi”, di Claudio Risi

Nella sua produzione “da solista” Massimo Boldi sembra voler mantenere saldi i valori morali condivisi dal pubblico di famiglie per bene a cui spera ogni anno di rivolgersi. Non è un caso se il matrimonio torna invariabilmente per essere l'elemento centrale di titolo e plot delle varie sortite. Stavolta a convolare a nozze sono proprio Boldi e l'ozpetekiana Paola Minaccioni, in uno straniato finale con vertiginoso svelamento del politicamente corretto. Al resto pensa l'agalmatofilia di Massimo Ceccherini

 

LIBRI DI CINEMA – "Francesca Comencini. La poesia del reale", di Ilaria Gatti

Il cinema di Francesca Comencini è caratterizzato da una tensione costante, guarda a un obiettivo in continuo movimento. Il testo di Ilaria Gatti, edito da Le Mani, ci mostra come i suoi film nascano sempre da un lavoro strutturale molto accurato e dispendioso, passibile tuttavia di essere continuamente "smontato" dall'interno: è da lì che può scaturire il movimento imprevisto, l'infrazione a un dispositivo apparentemente chiuso, che diventa poesia del reale.

 

DVD – "Mariti ciechi", di Erich von Stroheim

Erich von Stroheim, conMariti Ciechi, sua prima opera recentemente restaurata, e meno toccata da proibizioni e tagli censori, riesce a deformare l'immaginario convenzionale, bigotto, ipocrita, pedante del cinema hollywoodiano della fine degli anni dieci. Edita CG Home Video

 

DVD – " La dea dell'amore ", di Woody Allen

Una piccola tragedia mascherata da commedia sotto i potenti influssi della volubile Afrodite che imporrà i suoi sarcastici rimedi.  Il caso di Lenny Weinrib è diretto e commentato da un autentico coro greco in collegamento dal teatro di Taormina, con qualche inviato speciale spedito a New York per seguire meglio gli accadimenti. Da Medusa Home Entertainment 

 

"Maga Martina 2 – Viaggio in India", di Harald Sicheritz

Il film tenta di celare la mancata crescita del personaggio, giocando su quegli elementi che meglio possono catturare l'attenzione del pubblico più giovane: i colori sgargianti, il draghetto, con tanto di varicella viola, che inspiegabilmente parla napoletano di tanto in tanto; la “genia della lampada” Suki, più simile a una Winx che a un vero genio; e balletti e canzoni orientaleggianti, vero e proprio accumulo di stereotipi

 

“Melancholia”, di Lars Von Trier 

Von Trier rinuncia per questo suo ultimo film a quasi tutti gli estremismi narrativi e formali che spesso fanno parte del suo bagaglio di cineasta. Il problema é che così mette irrimediabilmente a nudo tutta la mediocrità del suo apparato teorico, e la sconfortante velleità delle sue profezie, cannonate di avvertimento sparate a salve, inesorabilmente innocue. Kiefer Sutherland non é il primo a crepare all`interno di questa ennesima, spocchiosa e ben poco affasciante allegoria firmata dal cineasta danese: é l`unico a sopravvivere

 

“Un poliziotto da happy hour”, di John Michael McDonagh

Il primo lungometraggio di John Michael McDonagh descrive il movimento di caduta libera di Brendan Gleeson, presente, ingombrante fino ad occupare tutto lo schermo, eppure imprendibile perché sempre altrove. Il sergente Gerry Boyle è un fantasma che se la ride davanti alla sua paura, è un corpo trasparente che, mentre si scola avidamente il suo bicchiere e parla di Elvis o Kris Kristofferson, si sottrae al tocco degli altri in un ipnotico gioco di prestigio che continua a cancellare i contorni della sua identità

 

"Cavalli", di Michele Rho

Tratto dall’omonimo racconto di Pietro Grossi e presentato all’ultimo Festival del Cinema di Venezia nella sezione Controcampo Italiano, Cavalli è un raro – nel panorama nostrano – caso di film epico. Epico nelle inquadrature e nei campi, che respirano il paesaggio aspro e immenso delle montagne che riprendono. Dal western prende il battito universale, il respiro profondo, la ricerca visiva di libertà. Qua e là addirittura qualche duello. E però il ritmo del racconto rimane quello cadenzato e lento dell’800 rurale italiano

 

"Super", di James Gunn

Ciò che è assolutamente anomalo e inconsueto è assistere alla genesi di un supereroe attraverso la sceneggiatura di un film. Ci aveva già provato con buoni risultati Takashi Miike con Zebraman; ma questoSuper va ben oltre le astruse e paradossali fantasie del geniale regista giapponese. James Gunn, regista e sceneggiatore, pone molto l’accento sulla satira e sulla parodia. Eppure, alla fine, la sensazione è che le risate lascino molto più il posto alla riflessione di quanto si potesse pronosticare

 

Michelle Williams in "My week with Marilyn": trailer e foto

 In esclusiva da yahoo il primo trailer di My week with Marilyn, in anteprima mondiale al 49° New York Film Festival il 9 ottobre. A dare un volto moderno alla bellezza fragile e disperata di Marilyn Monroe è stata chiamata Michelle Williams

 

CINEMAFRICA per "L'Italia sono anch'io"

Cinemafrica aderisce alla campagna nazionale "L’Italia sono anch’io", promossa da numerose organizzazioni della società civile, per sostenere due proposte di legge di iniziativa popolare sulla cittadinanza e il voto amministrativo

 

"Magic Trip": Ken Kesey e i Merry Pranksters. Alex Gibney recupera il 16mm degli anni '60

Alex Gibney ha avuto accesso per la prima volta al raro materiale in 16mm girato da Ken Kesey e i Merry Pranksters nel 1964, in viaggio sullo psichedelico "Magic Bus" guidato da Neal Cassady

 

Notre paradis di Gaël Morel: un "film-commando". Foto e trailer

È uscito a settembre in FranciaNotre Paradis, nuovo film scritto e diretto Gaël Morel, prodotto dalla Alfama Films di Paulo Branco e definito da Lesinrocks "La donna del bandito versione gay

 

La natura horror dell'amore: Beast, di Christoffer Boe. Trailer e foto

Addiction: Shame di Steve McQueen, trailer e poster 

The Mill and the Cross di Lech Majewski: sembra Bruegel, ma è un film 

Festival di Roma 2011 – Il re leone in 3D!