Parlare di cinema a Castiglioncello

 VIAGGI IN ITALIA 2

Set del cinema italiano 1960-1989
mostra fotografica a cura di Antonio Maraldi  
Centro per l'arte Diego Martelli (“Virgola”) Piazza della Vittoria, Castiglioncello
 
 
Settima edizione di Parlare di cinema a Castiglioncello dal 15 al 19 giugno, la rassegna diretta da Paolo Mereghetti, che ribadisce il proprio intento: mostrare film e incontrare gli attori e i registi che raccontano il loro fare cinema. Nella località toscana, da sempre meta prediletta dei nomi più prestigiosi della storia del cinema italiano, si cercherà così di capire lo stato dell'arte del nostro cinema.
 
La manifestazione verrà inaugurata con la presentazione ormai tradizionale di una mostra fotografica. Quest’anno sarà la volta di “Viaggi in Italia 2 – set dal cinema italiano 1960-1989”.
 
Dopo il successo della mostra della scorsa edizione (“Viaggi in Italia – set del cinema italiano 1941-1959” e in attesa della terza e conclusiva selezione che racconterà gli anni tra il 1990 e il 2010), prosegue il progetto “Viaggi in Italia” percorrendo quest’anno i set del nostro cinema tra il 1960 e il 1989. Se nella prima edizione erano visibili i segni dell’immediato dopoguerra, in questa seconda sono documentate anche le trasformazioni urbane e sociali nel frattempo intervenute. Così nelle città e nei paesi scelti come location viene resa evidente la varietà produttiva del cinema italiano, con i suoi tanti generi, i nuovi autori e i protagonisti che in questi trent’anni si sono affacciati. Si rende così conto dell’ampio girovagare del nostro cinema.
 
La mostra è realizzata con le foto del ricco fondo fotografico del Centro Cinema Città di Cesena, a cui si sono aggiunte quelle provenienti da altri archivi sia pubblici che privati.
Tra i set visitati: 1960 L’Avventura di Michelangelo Antonioni, La Dolce Vita di Federico Fellini, Rocco e i suoi fratelli di Luchino Visconti; 1961 La ragazza con la valigia di Valerio Zurlini, Romolo e Remo di Sergio Corbucci, Tiro al piccione di Giuliano Montaldo, Una vita difficile di Dino Risi; 1962 Anni ruggenti di Luigi Zampa, Il sorpasso di Dino Risi; 1963 I compagni di Mario Monicelli; 1964 La congiuntura di Ettore Scola; 1965 Vaghe stelle dell’Orsa di Luchino Visconti; 1966 Uccellacci e uccellini di Pier Paolo Pasolini, Signore & Signori di Pietro Germi; 1968 Banditi a Milano di Carlo Lizzani; 1970 Uomini contro di Francesco Rosi; 1975 Amici miei di Mario Monicelli; Profondo Rosso di Dario Argento; 1979 Cristo si è fermato a Eboli di Francesco Rosi; 1982 In Viaggio con papà di Alberto Sordi; 1983 La Chiave di Tinto Brass; 1984 Non ci resta che piangere di Roberto Benigni e Massimo Troisi; 1985 La messa è finita di Nanni Moretti; 1988 Nuovo Cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore; 1989 Francesco di Liliana Cavani.
 
Le fotografie sono firmate tra gli altri da Enrico Appetito, Alfonso Avincola, Cesare Bastelli, Deborah Imogen Beer, Franco Bellomo, Tonino Benetti, Luca Biamonte, Roberto Biciocchi, Sandro Borni, Donatello Brogioni, Bruno Bruni, Mimmo Cattarinich, Divo Cavicchioli, Vittorugo Contino, Umberto Montiroli, Angelo Novi, Angelo Pennoni, Huguette Ronald, Paul Ronald, Sergio Strizzi, Mario Tursi, Franco Vitale.
 
La manifestazione è a cura di Paolo Mereghetti.
L’ingresso è libero.
 
 
Mostra:
 “Viaggi in Italia. Set del cinema italiano 1960-1989” a cura di Antonio Maraldi e Simona Pera
Centro per l'arte Diego Martelli (“Virgola”) – Piazza della Vittoria, Castiglioncello
 
“Parlare di cinema a Castiglioncello” è una manifestazione realizzata da
Comune di Rosignano Marittimo
con il contributo della Direzione generale per il cinema – Ministero per i beni e le attività culturali
il patrocinio della Regione Toscana, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Per informazioni:
Ufficio Cultura Comune di Rosignano Marittimo
tel. 0586 724287 – 496 – 395 fax 0586 724286
www.comune.rosignano.livorno.it

Parlare di cinema a Castiglioncello

Tra gli ospiti della VI edizione della manifestazione:
Giuseppe Tornatore, Sergio Rubini, Anita Caprioli, Lella Costa, Valerio Mastandrea
e gli esordienti Rocco Papaleo, Valerio Mieli, Susanna Nicchiarelli, Claudio Noce

Sesta edizione di Parlare di cinema a Castiglioncello dal 15 al 19 giugno, la rassegna diretta da Paolo Mereghetti, nata con la prerogativa di offrire al pubblico la possibilità di colloquiare direttamente con chi il cinema lo fa in prima persona. Nella località toscana, da sempre meta prediletta dai nomi più prestigiosi della storia del cinema italiano, si cercherà di capire attraverso incontri e proiezioni lo stato dell'arte del nostro cinema.
La manifestazione verrà inaugurata martedì 15 giugno con la ormai tradizionale presentazione di una mostra fotografica.
La mostra di quest'anno è Viaggi in Italia. Set del cinema italiano 1941-1959 a cura di Antonio Maraldi e Simona Pera, che raccoglie cinquanta scatti – in bianco e nero – realizzati da Francesco Alessi, Rosario Assenza, Bruno Bruni, Osvaldo Civirani, Ermanno Consolazione, Vincenzo Palmirani, Pierluigi, G.B. Poletto, Huguette Ronald, Paul Ronald, Sergio Strizzi. La mostra vuole documentare alcune delle opere realizzate nell'immediato dopoguerra sulla spinta estetico-produttiva del Neorealismo attraverso film realizzati con tempi e modalità diverse, dalla valle d'Aosta alla Sicilia (con l'esclusione di Roma, la cui vastissima produzione è già stata oggetto di approfondite ricerche). La mostra è stata organizzata puntando da un lato alla documentazione delle varie location regionali e dall’altro a evidenziare l’eccellente lavoro di quasi tutti i migliori fotografi di scena, attivi in quel periodo.
Tra i film documentati: Ossessione di Luchino Visconti (1943), Stromboli di Roberto Rossellini (1950), La leggenda di Genoveffa di Arthur Maria Rabenalt (1951), Gelosia di Pietro Germi (1953), Senso di Luchino Visconti (1954), La strada di Federico Fellini (1954), Le ragazze di San Frediano di Valerio Zurlini (1954), Proibito di Mario Monicelli (1954), Le amiche di Michelangelo Antonioni (1955), Souvenir d’Italie di Paolo Pietrangeli (1957), La grande guerra di Mario Monicelli (1959).
La tematica della “regionalità” raccontata dalle splendide immagini della mostra viene ripresa e attualizzata nell'ambito dell'incontro di venerdì 18 giugno dal titolo Tante facce (regionali) di questa nuova Italia.
Ne discuteranno con Paolo Mereghetti alcuni registi che nell'arco di quest'anno hanno tentato di rileggere la propria storia partendo da una riflessione sulle mille facce del nostro Paese e da un ritorno alle proprie “radici”. Intervengono: Giuseppe Tornatore – che con Baarìa ha raccontato la storia di una famiglia siciliana attraverso tre generazioni dagli anni trenta agli anni ottanta – Sergio Rubini, ancora una volta ancorato alla Puglia con il suo racconto di L’uomo nero e, infine, Rocco Papaleo con la commedia picaresca Basilicata Coast to Coast interpretata, oltre allo stesso Papaleo da Giovanna Mezzogiorno, Max Gazzè, Alessandro Gassman e Paolo Briguglia.
Anche quest'anno un'attenzione particolare sarà rivolta agli esordienti le cui opere verranno presentate al pubblico di Castiglioncello che avrà poi l'occasione di dialogare con i registi nel pomeriggio di sabato 19 giugno in un incontro moderato da Paolo Mereghetti e Goffredo Fofi.
Le opere prime presentate quest'anno sono:
Dieci Invernidi Valerio Mieli storia di un'avventura lunga 10 anni che porta i due protagonisti – interpretati da Isabella Ragonese e Michele Riondino – dalla realtà studentesca quotidiana di Venezia fino alla straniante frenesia di Mosca; il racconto metropolitano intenso e di grande attualità Good Morning Aman di Claudio Noce con Valerio Mastandrea e Anita Caprioli che saranno presenti all'incontro; Cosmonauta di Susanna Nicchiarelli -curiosa storia di crescita personale, eppure collettiva, nell'Italia dei primi anni 60 – con Claudia Pandolfi e Basilicata Coast to Coast di Rocco Papaleo.
Tra gli ospiti di questa edizione anche Lella Costa che dialogherà di cinema con il pubblico di Castiglioncello nella giornata di mercoledì 16 giugno.
 
Nel programma, come di consueto, sono previsti incontri di cinema rivolti agli studenti e agli appassionati a cura di Antonello Catacchio. Quest’anno i protagonisti degli incontri saranno due figure molto amate dal pubblico: Johnny Depp e Clint Eastwood che raccontano la loro vita e la loro carriera attraverso due magnifiche e poco note interviste televisive
 
 
 
La manifestazione è a cura di Paolo Mereghetti.
 
L'ingresso è libero.
 
Proiezioni:
– Cinema “Castiglioncello” – Via Ugo Foscolo 6, Castiglioncello
 
Mostra:
Viaggi in Italia. Set del cinema italiano 1941-1959 a cura di Antonio Maraldi e Simona Pera
15 giugno – 27 giugno 2010
Centro per l'arte Diego Martelli (“Virgola”) – Piazza della Vittoria, Castiglioncello
 
Parlare di cinema a Castiglioncello è realizzata dal
Comune di Rosignano Marittimo
con il contributodella Regione Toscana.
 
Si ringrazia per la gentile collaborazione la FST – Mediateca Toscana Film Commission.
 
 
 
 
 
Per informazioni:
Ufficio Cultura Comune di Rosignano Marittimo
tel. 0586 724287 – 496 – 395 fax 0586 724286

Parlare di cinema a Castiglioncello

Per la quinta edizione di Parlare di cinema a Castiglioncello dal 23 al 28 giugno, la rassegna diretta da Paolo Mereghetti, sono attesi a Castiglioncello:
l'attore Christian De Sica, inaugurerà martedì 23 giugno la manifestazione e la mostra fotografica “Il generale Della Rovere di Roberto Rosselini” (a cura di Antonio Maraldi foto di Victor Contino) rendendo così omaggio al padre Vittorio, grande interprete del capolavoro rosselliniano.
Venerdì 26 giugno sono attesi sul palco di Piazza della Vittoria per il consueto incontro dedicato agli esordi cinematografici i registi Federico Bondi (“Mar Nero”), Umberto Carteni (“Diverso da chi?”), Toni D'Angelo (“Una Notte”), Stefano Tummolini (“Un Altro Pianeta”).
Mentre a chiudere la manifestazione, sabato 27 giugno, in occasione dell'incontro-dibattito sul tema di attualità "Quale futuro per il cinema italiano" interverranno: Antonio Albanese, il regista Salvatore Maira (di cui si vedrà il suo ultimo film “Valzer”), l'attrice Valeria Solarino (protagonista di “Valzer”), il produttore Lionello Cerri e Stefania Ippoliti della Mediateca della Regione Toscana.
Moderatori degli incontri Paolo Mereghetti e Goffredo Fofi.
 
 
La manifestazione è a cura di Paolo Mereghetti.
L’ingresso è libero.
 
Proiezioni:
– Cinema “Castiglioncello” – Via Ugo Foscolo 6, Castiglioncello
– Cinema “La Pineta”a Castiglioncello – Pineta Marradi
Mostra:
“Il generale Della Rovere di Roberto Rossellini”
23 giugno – 12 luglio 200
Centro per l'arte Diego Martelli (“Virgola”) – Piazza della Vittoria, Castiglioncello
 
“ Parlare di cinema a Castiglioncello” è una manifestazione realizzata da
Comune di Rosignano Marittimo
con il contributo della Direzione generale per il cinema – Ministero per i beni e le attività culturali il patrociniodella Regione Toscana, il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra.
Si ringrazia per la gentile collaborazione la Mediateca Regionale Toscana – Film Commission.
 
Per informazioni:
Ufficio Cultura Comune di Rosignano Marittimo
tel. 0586 724287 – 496 – 395 fax 0586 724286

PARLARE DI CINEMA A CASTIGLIONCELLO

PROGRAMMA
 
Martedì 17
 
ore 18.00          presentazione della IV edizione di “Parlare di cinema a Castiglioncello”
                        P.zza della Vittoria – Castiglioncello (*)
 
ore 19.00          inaugurazione della mostra “8 e 1/2” foto di Paul Ronald/ Archivio Storico del Cinema AFE
                        Centro per l’arte Diego Martelli, Piazza della Vittoria – Castiglioncello
                       
ore 22.30          proiezione del film “Lezioni di cioccolato” di Claudio Cupellini – Cinema Castiglioncello
 
Mercoledì 18
 
ore 10.00          Seminario “Billy Wilder”
                        lezione a cura di Antonello Catacchio  
Villa Celestina – Pineta Marradi, Castiglioncello
 
ore 19.00          Omaggio a Federico Fellini
                        proiezione del film “8 1/2” – Cinema Castiglioncello
 
ore 22.00          Proiezione del film “Il Vento fa il suo giro” di Giorgio Diritti – Cinema Castiglioncello
 
Giovedì 19
 
ore 10.00          Seminario “Come si fa un mensile di cinema parte I”
                        lezione a cura di Antonello Catacchio
Villa Celestina – Pineta Marradi, Castiglioncello
 
ore 18.30          Omaggio a Federico Fellini
                        proiezione del film “Amarcord” – Cinema Castiglioncello
 
ore 21.00          Proiezione del film “La ragazza del lago” di Andrea Molaioli – Cinema Castiglioncello
 
a seguire          proiezione del film “Lascia perdere, Johnny!” di Fabrizio Bentivoglio
 
Venerdì 20
 
Ore 10.00         Seminario “Come si fa un mensile di cinema parte II”
                        Lezione a cura di Piera Detassis
                        Villa Celestina – Pineta Marrani, Castiglioncello
 
ore 17.30          presentazione del libro “Mélo” di Maurizio Porro.
                        L'autore ne parla con Piera Detassis, direttore del mensile CIAK
 
ore 18.00          “Le sale d'essai hanno futuro”
                        interviene Stefania Ippoliti, direttore Mediateca Regionale Toscana
 
ore 18.30          “Esordire in Italia: esperienze a confronto”
                        incontro con i registi Fabrizio Bentivoglio, Claudio Cupellini, Girgio Diritti, Andrea Molaioli
                        moderano Goffredo Fofi e Paolo Mereghetti
 
ore 19.30          Proiezione del film “Tutta la vita davanti” di Paolo Virzì – Cinema Castiglioncello
 
ore 21.30          Proiezione del film “Gomorra” di Matteo Garrone – Cinema Castiglioncello
 
a seguire          Proiezione del film “Il resto della notte” di Fracesco Munzi – Cinema Castiglioncello
 
Sabato 21
 
ore 18.00          “L'Italia si racconta al cinema”
                        incontro con i registi Matteo Garrone, Francesco Munzi, Paolo Virzì
                        moderano Goffredo Fofi e Paolo Mereghetti
                        P.zza della Vittoria, Castiglioncello (*)
 
ore 22.30          Anteprima
            proiezione del film “La notte non aspetta” di David Ayer – Cinema La Pineta (1)
 
Domenica 17
 
ore 10.30          “Cinema a Castiglioncello: la vacanza creativa”
Itinerario guidato attraverso i luoghi di Castiglioncello legati al cinema
A cura dell’Associazione culturale AENEA
Partenza dal Centro per l’arte Diego Martelli
Per informazioni e prenotazioni: 347/6921046
 
ore 22.00          Anteprima
                        proiezione del film “Un amore di testimone” di Paul Weiland– Cinema La Pineta (1)
 
 
 
Gli incontri e le proiezioni sono ad ingresso libero
 
(*) In caso di brutto tempo gli incontri si svolgeranno presso la sala conferenze di Castello Pasquini
(1) In caso di brutto tempo la proiezione si svolgerà presso il Cinema Castiglioncello

Parlare di cinema a Castiglioncello

Parlare di cinema


a Castiglioncello


Dal 13 al 18 GIUGNO 2006


 


 


"Senso. Un film di Luchino Visconti, fotografie di Paul Ronald"


Nel corso di PARLARE DI CINEMA A CASTIGLIONCELLO,


una mostra per ricordare i cent'anni della nascita di Luchino Visconti


La mostra sarà inaugurata venerdì 16 giugno dall'attrice Valentina Cervi.


 


 


La seconda edizione  di "Parlare di cinema a Castiglioncello", manifestazione curata da Paolo Mereghetti, dopo la mostra dedicata lo scorso annno a Pasolini e ai sopraluoghi per Accattone, ricorderà quest'anno i cent'anni della nascita di Luchino Visconti e la recente scomparsa della "sua" attrice Alida Valli grazie alle fotografie che Paul Ronald scattò sul set del film Senso.


La mostra, allestita presso il Centro per l'arte Diego Martelli ("Virgola") in Piazza della Vittoria a Castiglioncello, sarà inaugurata venerdì 16 giugno (ore 19) dall'attrice Valentina Cervi e sarà aperta al pubblico fino al 16 luglio.


 


Ingresso gratuito


 


La Mostra


Senso è stata una bella occasione di reincontro per Luchino Visconti, Aldo e Paul Ronald. I tre avevano iniziato a collaborare nel '47 sul set di La terra trema. Visconti aveva chiesto ad Aldo, importante fotografo molto apprezzato in Francia, di diventare direttore della fotografia e Aldo aveva chiamato in aiuto Paul Ronald come fotografo di scena e consulente per la pellicola. Saltato Bellissima (terminato da Ronald come capo operatore), Aldo venne nuovamente convocato da Visconti per Senso, film di notevole importanza per il cinema italiano del periodo sotto diversi punti di vista, non ultimo quello figurativo. Quel film, il suo primo a colori, Aldo non riuscì a finirlo a causa della morte accidentale sopravvenuta durante le riprese, poi terminate da Robert Krasker e Peppino Rotunno. Dell'intera lavorazione è stato invece testimone  Ronald che ha documentato il film eseguendo scatti  a colori e in bianco e nero. Una documentazione la sua di altissimo livello che  prende corpo sia nelle foto di scena in interni ed in esterni – spesso eseguite con un taglio diverso dal punto macchina –  che in quelle fuori scena, catturando gli attori in prova guidati da Visconti, le laboriose preparazioni dei set, le pause e le riprese. Fortunatamente di quel prezioso lavoro fotografico diverse centinaia di negativi sono state conservate e raccolte dall'agenzia AFE di Piero Servo, a Roma. E dal quel patrimonio è stata operata la scelta per la mostra (realizzata con la collaborazione di Fronte del Pubblico, il comitato di coordinamento degli uffici cinema della Regione Emilia-Romagna, e del festival Annecy Cinéma Italien). Scelta  che non è stata facile, perchè solo i negativi in bianco e nero sono quasi un migliaio. In più è stato necessario confrontarsi con le immagini più famose di Senso, fissate nel corso dei decenni. Il film di Visconti possiede un'iconografia "forte", con alcune foto irrinunciabili. Accanto a quelle, però, si è voluto portarne alla luce altre, di pari bellezza e fascino, mai stampate in precedenza. Foto in cui è spesso ritratta Alida Valli, intensa protagonista del film. Quegli scatti diventano un omaggio anche a lei, grandissima attrice, scomparsa di recente.


 


 


 


"Senso. Un film di Luchino Visconti, fotografie di Paul Ronald"


a cura di Antonio Maraldi


Mostra promossa da Centro Cinema Città di Cesena, Regione Emilia-Romagna, Fronte del Pubblico, Annecy Cinéma Italien


© photo Paul Ronald / Archivio storico del cinema, AFE Roma


 


Centro per l'arte Diego Martelli ("Virgola")


Piazza della Vittoria – Castiglioncello


dal 15 giugno al 2 luglio


sabato e domenica – dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.00


dal 7 al 16 luglio


tutti i giorni – dalle 16.00 alle 24.00 (chiuso lunedì)


 


 


"Parlare di cinema a Castiglioncello" è una manifestazione curata da


Paolo Mereghetti


realizzata da


Comune di Rosignano Marittimo


in collaborazione con


Corriere della Sera


 


Per informazioni:


Ufficio Cultura Comune di Rosignano Marittimo


tel. 0586 724395 287


fax 0586 724286


serviziculturali@comune.rosignano.livorno.it


 


 


Ufficio Stampa:


StudioSottocorno Tel. 02 20402142; 02 29419283


info@sottocorno.191.it


Patrizia Wachter, cell. 348 2283044


Arianna Monteverdi, cell. 338 6182078


Lorena Borghi, cell. 348 5834403

PARLARE DI CINEMA A CASTIGLIONCELLO

"Parlare di cinema a Castiglioncello" nasce con la prerogativa di offrire al pubblico la possibilità di colloquiare direttamente con chi il cinema lo fa in prima persona. Non solo applaudire o dissentire sui film, ma instaurare un dialogo diretto con i registi, gli attori, gli sceneggiatori, i direttori della fotografia, i costumisti, i produttori, con tutti coloro che a vario titolo sono i veri responsabili del funzionamento della "macchina cinema".


 


Per la sua prima edizione, "Parlare di cinema a Castiglioncello" vuole mettere a confronto alcuni protagonisti del cinema italiano che discuteranno tra di loro e con il pubblico dello stato di salute del nostro cinema.


 


Tema dell'incontro di venerdì 27 maggio, sarà  "Esordire oggi in Italia: tre esperienze a confronto", e vedrà protagonisti Saverio Costanzo, autore di Private, Francesco Munzi, autore di Saimir e Stefano Mordini, autore di Provincia meccanica. Tre giovani alla loro prima prova con il lungometraggio, tre registi che hanno compiuto scelte in parte simili (la chiave del film d'autore) e in parte antitetiche (il film di evidente ascendenza documentaria per Costanzo, quello più libero e "rosselliniano" per Munzi, quello più disposto a confrontarsi con "le regole del mercato" per Mordini). I tre racconteranno le strade per cui sono arrivati al cinema e al loro esordio nel lungo, rispondendo poi alle domande del pubblico che nei giorni precedenti aveva avuto l'occasione di vedere i loro film.


 


Sabato 28 si parlerà di "Storie per il cinema, storie per la televisone, storie per gli attori: un'attrice e uno sceneggiatore a confronto" con Sabrina Ferilli e Sandro Petraglia, per una volta senza il suo sodale Stefano Rulli.


L'incontro vuole mettere a confronto due modi differenti di "pensare il cinema", dalla parte dell'attore che deve scegliere un ruolo adatto alle proprie caratteristiche recitative ma anche al proprio statuto divistico e alla propria immagine pubblica e dalla parte dello sceneggiatore che vuole portare nel suo lavoro il proprio mondo di creatività e di professionalità. Senza dimenticare la differenza che sembra dividere sempre di più il cinema dalla televisione e che spinge molti "volti noti" a preferire le strade sicure della fiction televisiva a quelle più rischiose della finzione cinematografica.


Domenica mattina, poi, Gabriella Pescucci, scenografa e costumista il cui lavoro è stato giustamente riconosciuto in tutto il mondo (tra i moltissimi premi, ricordiamo l'Oscar per i costumi dell' "Età dell'innocenza" di Scorsese), racconterà tutta una vita dedicata a "Vestire il cinema".


 


A fare da corollario alla manifestazione la mostra fotografica "Accattone:  i primi ciak di Pasolini", a cura dell'Associazione Cinemazero di Pordenone, che verrà inaugurata il 27 maggio  e resterà a Castiglioncello fino al 3 luglio.


Un viaggio sui primi passi mossi dal grande regista di Casarsa nel cinema, quando privo di cognizioni tecniche, ma forte di una lunga preparazione interiore esordisce nella regia con "Accattone


Le foto documentano la fase di preparazione, cioè i sopraluoghi, la scelta degli attori e quei primi tre giorni di riprese, restituendo agli storici la prova di un avvicendamento di cui si era persa traccia. Infatti nella foto scorgiamo come direttore della fotografia Carlo Di Palma e come aiuto regista Riccardo Fellini al posto di Tonino Delli Colli e Bernardo Bertolucci, che porteranno a termine il film.


Le fotografie sono di Tazio Secchiaroli, fotografo felliniano e 'paparazzo' per antonomasia, e sono rimaste "sepolte" per oltre trenta anni.


 


Per finire, il cinema "Castiglioncello" ospiterà alcune anteprime e proiezioni di film legati ai temi degli incontri.


 


La manifestazione è a cura di Paolo Mereghetti.


 


Incontri:


27 e 28 maggio, ore 18.00


29 maggio, ore 12


Parco del Castello Pasquini


Piazza della Vittoria, Castiglioncello


 


Mostra:


Centro per l'arte Diego Martelli ("Virgola")


Piazza della Vittoria, Castiglioncello


tel 0586 759012


 


Proiezioni:


Cinema "Castiglioncello"


Via Ugo Foscolo 6, Castiglioncello


Tel. 0586 752222


 


Per informazioni:


Ufficio Cultura Comune di Rosignano Marittimo


tel. 0586 724395 / 287 fax 0586 724286


serviziculturali@comune.rosignano.livorno.it


 


Ufficio Stampa:


Studio Sottocorno


Tel. 02 20402142; 02 29419283


 


 


 


 


.