HORROR & SF – Autunno rosso shocking


Che l'horror sia tornato ai primi posti della classifica di gradimento di produttori e spettatori non è più una novità bensì una realtà ormai ampiamente e nuovamente consolidata. L'horror commerciale e l'horror d'autore viaggiano in due strade parallele capaci però di intersecarsi con sorprendente facilità: dimostrazione efficace ne è il Festival di Venezia 2005, che è stato letteralmente invaso, nelle sezioni collaterali e non solo, da una serie di pellicole in qualche modo connesse a tematiche orrorifiche. In concorso Mary, il nuovo capolavoro di Abel Ferrara, profonda riflessione sull'horror vacui che c'è dentro ad ognuno di noi nonché sfilata di anime sperdute all'interno di un gorgo religioso alla ricerca di un Dio che (forse) non c'è più. E sempre in concorso Park Chan-wook, con Sympathy for Lady Vengeance, terzo capitolo della trilogia della vendetta (annunciato tra l'altro il remake americano del magnifico Old Boy), in cui l'orrore nasce dal profondo del cuore umano innalzando la violenza a sintomo ultimo di purificazione.


E poi il fuori concorso, vera e propria mostra nella mostra, in cui l'horror imperversa in modo più che agguerrito. Con Yokai Daisenso l'inarrestabile Takashi Miike, autore ormai elevato al di sopra del culto dei cinefili, e (s)oggetto di studio sempre più frequentato (un libro biografico scritto da Dario Tomasi uscirà nel 2006), prende spunto da una serie televisiva anni '60, sfrutta per una volta una produzione ad alto budget, e getta la sua infinita verve nel fantasy-demoniaco. Con Edmond il redivivo Stuart Gordon abbandona gli amati lidi dello splatter lovecraftiano per concentrarsi su di un film allucinato e psicologico, riflessivo e rarefatto. Con The Exorcism of Emily Rose Scott Derrickson confeziona un film dai contenuti esorcistico-demoniaci. Lo spagnolo Balaguero, autore dei controversi Darkness e Nameless, prosegue il suo discorso sul misticismo dell'horror suggerito in Fragile, mantenendo pienamente il suo stile e dunque continuando a raccogliere proseliti in chi lo ama e scetticismo in chi non lo apprezza. Neil Marshall si rifà al Mito della caverna di Platone e inquieta con presenze impalpabili e mostruose che attendono sei ragazze sperdute in una caverna in The Descent. Infine in Corpse Bride il geniale Tim Burton torna splendidamente a inquietarci con la sua gotica e spettrale malinconia.

---------------------------------------------------------------------

---------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------

Una citazione anche per Fulvio Lucisano, produttore e pioniere del B-Movie, omaggiato dal Festival con le proiezioni di alcune pellicole storiche come Il Medaglione Insaguinato e Cosa avete fatto a Solange? di Massimo Dallamano nonchè l'intramontabile Terrore nello Spazio di Mario Bava, film che ispirò fortemente Ridley Scott e gli sceneggiatori di Alien.



Autunno caldo, vario e interessante per gli appassionati di horror e fantascienza. In uscita nelle prossime settimane nelle sale italiane l'atteso I Fantastici 4 (16 settembre), il nuovo Wes Craven Red Eye (sempre il 16), l'anglo-tedesco Creep di Christopher Smith (23 settembre), il coreano Nightmare, di Ahn Byung-Ki (30 settembre), il russo I Guardiani delle Tenebre (7 ottobre) di Timur Bekbambetov, il remake di Dark Water con Jennifer Connelly e il sopra citato The Descent (21 ottobre), l'inglese The Dark di John Fawcett (28 ottobre), l'americano V per Vendetta di James McTeague con Natalie Portman (11 novembre). Per la nuova opera del maestro David Cronenerg, A History of Violence, dovremo invece aspettare fino al 16 dicembre.

--------------------------------------------------------------------

--------------------------------------------------------------------


Dopo la 5 giorni del PesarHorrorFest continua l'autunno festivaliero dedicato specificatamente alle tematiche orrorifiche: appuntamenti imperdibili con il Ravenna Nightmare FilmFest (dal 4 al 9 ottobre) e poco dopo con il Joe D'Amato Horror Festival (a Livorno dal 28 ottobre al 1 novembre). La nuova edizione del ToHorror Film Festival, kermesse torinese presente già da molti anni, originariamente prevista anch'essa in ottobre, è stata invece momentaneamente rinviata, a causa della prematura scomparsa dell'organizzatrice ed addetta stampa Anna Mondelli, a cui rivolgiamo un caro e affettuoso saluto nella speranza che il festival continui, come lei certamente avrebbe voluto.


Grandissimo evento al Torino Film Festival (11-19 novembre): verranno presentati in anteprima mondiale i primi 6 mediometraggi dell'antologia Masters of Horror (13 maestri dell'orrore alle prese con un film di un'ora ciascuno), e gli autori dei sei film, Dario Argento, John Carpenter, Tobe Hooper, John Landis, Joe Dante e Mick Garris, saranno tutti presenti nel capoluogo piemontese per un incontro collettivo a tematica ovviamente e rigorosamente horror. Un evento davvero straordinario. Nel frattempo George A. Romero, a causa di problemi logistici, potrebbe abbandonare Al suo posto potrebbe essere arruolato John McNaughton, indimenticato regista di Henry-Pioggia di Sangue. L'antologia completa verrà trasmessa dalla televisione americana via cavo Showtime ad ottobre e raccolta in un unico dvd la cui uscita potrebbe datarsi febbraio 2006.



E' uscito nella sale americane il 22 luglio The Devil's Rejects, attesissimo seguito de La Casa dei 1000 Corpi di Rob Zombie, definito da autorevoli critici "l'horror del decennio". Le prime impressioni parlano di un film ancor più estremo e ridondante rispetto al primo, di un'atmosfera malata e malsana oltre ogni limite, e di una componente western accentuata e sviluppata secondo canoni imprevedibili. Attendiamo l'uscita (per ora incerta) nelle sale italiane.



E' stato confermata la realizzazione del prequel di Non Aprite Quella Porta, che tenterà di spiegare le origini della famiglia Hewitt e di Leatherface. Operazione molto pericolosa, visto l'amore che tutti i fans dell'horror nutrono nei confronti di questi personaggi e dell'originale di Tobe Hooper.



Uscirà il 25 ottobre, per la Grindhouse, una nuova edizione deluxe in dvd di Cannibal Holocaust, limitata a 11.111 copie. Rimasterizzato digitalmente, con interviste a Ruggero Deodato, Robert Kerman e Riz Ortolani, la sceneggiatura originaria, un making of di un'ora in lingua italiana, è un appuntamento imperdibile per i collezionisti. Nel frattempo Deodato ha confidato di avere quasi pronta la sceneggiatura del seguito del suo capolavoro, intitolata Cannibal Metropolis, ambientata a Roma negli ambienti multietnici della città. Un ritorno che avrebbe del clamoroso. Il progetto comunque non ha ancora nulla di sicuro.


Passando alla science fiction, il network americano ABC ha posticipato l'inizio del suo nuovo telefilm, Invasion, basato sugli effetti di un distruttivo terremoto. Le tematiche del telefilm sono correttamente state giudicate troppo simili a quelle del ciclone Katrina che ha devastato New Orleans e dunque l'inizio della programmazione, inizialmente stabilito per il 21 settembre, è stato per ora rimandato.



C'è la concreta possibilità che venga girato un prequel di Star Trek, intitolato non casualmente Star Trek: The Beginning. Attualmente il progetto è al vaglio delle major americane, Paramount in primis, per valutarne il reale interesse e per dare poi eventualmente il via alla realizzazione.



Nel 2006 uscirà Rise, film soprannaturale diretto da Sebastian Gutierrez, lo sceneggiatore di Gothika. Si tratta di un film di vampiri molto più affine alla sci-fi che all'horror. Nel cast Carla Gugino, Lucy Liu e James D'Arcy. Anche Mary Lambert (regista di Cimitero Vivente 1 e 2) dirigerà un vampire-movie: si intitolerà High Midnight e sarà un insieme di componenti horror, fantascienza e western.



Steven Spielberg, sull'onda del successo planetario de La Guerra dei Mondi (oltre 13 milioni di euro incassati solo in Italia) sarà produttore del remake di When Worlds Collide, capolavoro della sci-fi datato 1951. Prende il posto di Stephen Sommers, che ha preferito dedicarsi ad altri progetti.



Jim Carrey potrebbe essere protagonista, insieme a Ben Stiller, di una commedia futuristica intitolata Used Guys, diretta da Jay Roach per la Fox. Il film sarà ambientato in un mondo dominato dalle donne, in cui gli uomini sono quasi totalmente estinti, e i due protagonisti saranno… due cloni! Potrebbe essere la prima incursione di Carrey nell'ambito della fantascienza, se non consideriamo alcune connotazioni avveniristiche già presenti in The Truman Show. Staremo a vedere.