Pesaro 58 – Il programma

Tutti i dettagli dell’edizione 2022 della Mostra Del Nuovo Cinema di Pesaro: i film in gara, gli eventi, il ritorno della sezione dedicata ai più piccoli, gli omaggi a Martone e Pasolini

-----------------------------------------------------------
SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI: APERTE LE ISCRIZIONI ANNO 2022-23


-----------------------------------------------------------

È stato presentato ieri il programma dell’edizione 2022 della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, che si svolgerà dal 18 al 25 giugno.

----------------------------
OPEN DAY SCUOLA DI CINEMA SENTIERI SELVAGGI

----------------------------

Come sempre, la Mostra, diretta da Pedro Armocida, incarna un’idea di cinema complessa, sfaccettata, che spazia non soltanto tra i linguaggi e i formati, ma riflette anche sulle diverse modalità di intendere l’esperienza cinematografica, protesa tra la tradizione e il suo ribaltamento. A raccontare efficacemente il passo della rassegna è l’evento di apertura, che, come per l’edizione dell’anno scorso, celebrerà l’anniversario di un classico del cinema dedicando al film una proiezione in Piazza del Popolo. Nel 2021 si festeggiarono i quarant’anni dei Predatori dell’Arca Perduta, quest’anno, il 18 giugno, toccherà a E.T. L’Extratterestre che usciva in sala esattamente quarant’anni fa.

Ma il centro della manifestazione rimane il concorso ufficiale, strumento di riflessione sullo stato di salute, i caratteri e le prospettive del cinema di ricerca contemporaneo. Quest’anno, i titoli selezionati sono sedici e saranno giudicati, per la prima volta, da tre giurie. Alle due tradizionali, quelle composte rispettivamente da venti studenti di università, scuole di cinema e istituti di belle arti e da professionisti dello spettacolo (che quest’anno coinvolgerà l’attore Tommaso Ragno, la regista Rita Azevedo Gomes e il regista Carlos Casas), si aggiunge infatti la giuria della critica, che conferirà il Premio della Critica SNCCI e che vede coinvolti tre critici del Sindacato Nazionale Critici Italiani, Andreina Di Sanzo, Simone Soranna e Massimo Lechi. Tra i titoli in concorso Langue de Oiseaux, del francese Erik Boullot, documentario sul desiderio dell’uomo di comunicare con gli uccelli; All of Our Heartbeats are Connected Through Exploding Stars, riflessione su perdita e rinascita a partire dal terremoto che sconvolse il Giappone nel Marzo 2011; La Nave, esordio girato in clandestinità del colombiano Carlos Maria Romero, che ha provato a ricreare lo spirito festoso del Carnaval de Baranquilla in un momento in cui, a causa della pandemia, tutti gli eventi pubblici erano proibiti.

Tra i sedici titoli, spicca anche la presenza di due italiani, gli artisti visuali Fabrizio Bellomo e Ignazio Fabio Mazzola, che concorrono rispettivamente con Natura Morta e G.

Al concorso ufficiale si affiancano inoltre le due tradizionali competizioni parallele, il premio di critica cinematografica Lino Micciché e (Ri)Montaggi, l’unico concorso italiano dedicato ai video-essay.

A puntellare i giorni della manifestazione, numerosi eventi collaterali, che inviteranno il pubblico a celebrare il cinema, le sue icone, il suo immaginario ma anche a osservarlo da una nuova prospettiva. Torna dunque, anche quest’anno, in collaborazione con la Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia il ciclo di proiezioni in spiaggia, nella sezione La Vela Incantata, che per tutta la durata della Mostra celebrerà i grandi centenari del cinema italiano. Non soltanto Gassman (Anima Persa, il 18 Giugno) e Tognazzi (La Tragedia di un Uomo Ridicolo) ma anche Luciano Salce (La Cuccagna, il 25 giugno) Carlo Lizzani (La Vita Agra) e Jonas Mekas, con la proiezione della copia restaurata del suo As I Was Moving Ahead Occasionally I Saw Brief Glimpses of Beauty.

La Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro celebrerà però anche i cent’anni di Pier Paolo Pasolini, con la proiezione del Pasolini di Abel Ferrara ma anche con l’installazione Messa A Fuoco, degli artisti Carloni e Franceschetti, ispirata alla poesia Profezia dell’intellettuale friulano, che troverà spazio nella chiesa di Sant’Ubaldo.

Altro autore italiano che interagirà con gli spazi della Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro sarà Mario Martone, a cui verrà dedicato un ciclo di proiezioni che esplorerà la gran parte della sua filmografia fino all’ultimo Nostalgia, film di chiusura della Mostra, ma che parteciperà anche ad una tavola rotonda, sabato 25.

Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro

Anche quest’anno, inoltre, la Mostra coinvolgerà il pubblico e gli ospiti in una serie di riflessioni ed approfondimenti sugli spazi del cinema contemporaneo. Per tutta la durata della manifestazione si susseguiranno infatti focus dedicati a particolari traiettorie del medium: ricordiamo, tra gli altri, quello dedicato a Riccardo Giacconi, curato da Mauro Santini e Giulio Sangiorgio e quello sul cinema in Super8, che si articolerà in un ciclo di proiezioni e in una performance dell’artista/archivista Salvi Vivancos. Tornano anche le Lezioni di Storia di Federico Rossin, una serie di proiezioni che quest’anno saranno dedicate al cinema post-coloniale, nel tentativo di ripensare le nazioni ex colonizzate da una prospettiva non eurocentrica e che si concentreranno in particolare sul cinema delle registe femministe del Maghreb.

Per il secondo anno consecutivo torna anche la sezione collaterale Circus, uno spazio dedicato ai più piccoli con una serie di proiezioni e laboratori pensati ad hoc. Ai film presentati, tra noir, fantasy, avventura, si aggiungerà anche una selezione di corti della Aardman Animations. Negli spazi della Pescheria, invece, i più piccoli potranno partecipare ad una serie di workshop dedicati ai formati e ai linguaggi del cinema, confrontandosi con docenti del calibro di Claudia Muratori e Vincenzo Gioanola.

Legatissima ad un’idea multimediale dell’arte, la Mostra del Nuovo Cinema di Pesaro non mancherà di riflettere, come sempre, sugli spazi di comunicazione tra cinema e musica. Si parte il 21 giugno, giornata mondiale della musica, con un concerto in Piazza del Popolo che omaggerà Riz Ortolani e si proseguirà tra il 22 ed il 24 giugno, a Palazzo Gradari, con la rassegna Il Muro Del Suono, che quest’anno rifletterà sull’elemento immersivo del suono ospitando performance di Carlos Casas, di System Hardware Abnormal e Lord Henzo e di MusicaPerBambini.

Alla dimensione del videoclip sarà invece dedicata una competizione, a cura di Luca Pacilio, che eleggerà il miglior videoclip italiano dell’anno tra sette candidati scelti attraverso un contest social e giudicati da una giuria di professionisti.

Al link il programma completo della Mostra.

 

--------------------------------------------------------------
Le Arene estive di Cinema a Roma

--------------------------------------------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative