I tre moschettieri. Milady, di Martin Bourboulon

Secondo capitolo della saga francese tratta dal romanzo di Dumas. Un blockbuster con una dose d’Intrattenimento di grande portata, ma che non riesce a convincere pienamente.

--------------------------------------------------------------
BANDO BORSE DI STUDIO IN CRITICA, SCENEGGIATURA, FILMMAKING

--------------------------------------------------------------

Dopo il successo del primo capitolo I tre moschettieri – D’Artagnan, uscito lo scorso aprile, arriva oggi nelle sale I tre moschettieri – Milady, secondo adattamento cinematografico scritto dal dittico Matthieu Delaporte, Alexandre Dubois de La Patellière e basato sul romanzo di Alexandre Dumas. In questo film, i riflettori sono puntati sulla figura di Milady de Winter interpretata da Eva Green. Al suo fianco, Vincent Cassel riprende il ruolo di Athos e Louis Garrel quello di Re Luigi XIII, entrambi diretti da Martin Bourboulon (Eiffel 2021). François Civil (La vita è un danza, 2022 e BAC Nord, 2021) ritorna nei panni di D’Artagnan.

--------------------------------------------------------------
OFFERTA DI LUGLIO SULLO SHOP DI SENTIERI SELVAGGI!

--------------------------------------------------------------

----------------------------
UNICINEMA QUADRIENNALE:SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

Constance viene rapita sotto gli occhi di D’Artagnan. In una frenetica ricerca per salvarla, il giovane moschettiere è costretto a unire le sue forze con quelle della misteriosa Milady de Winter. Mentre il Re è in balia del cardinale Richelieu, D’Artagnan e i Moschettieri sono l’ultimo baluardo prima del caos. Ma, con la Francia che rischia di essere messa a ferro e fuoco, il destino li porterà davanti a una scelta: sacrificheranno coloro che amano per portare a termine la loro missione?

Martin Bourboulon realizza un film che, come il precedente I tre moschettieri – D’Artagnan del 2023, merita di essere visto in sala. Camera a spalla e piani sequenza, la pellicola ci ricorda da subito il suo status di intrattenimento di grande portata, un film d’azione esigente e astuto. Nonostante ciò, il regista presenta un blockbuster in costume che non riesce a convincere pienamente. Sebbene la trama sia ricca e abbondante, il film manca di slancio, complice anche la musica di Guillaume Roussel che, in questa occasione, non evoca l’avventura bensì tende al drammatico.

Questo secondo capitolo risulta quindi meno affascinante, poiché manca delle meravigliose avventure presenti nel primo, quali l’incontro di D’Artagnan con i moschettieri, la loro solida amicizia, il complotto di Richelieu, il duca di Buckingham. Tuttavia, è proprio nel cast che emergono i pregi e i difetti di questo sequel, che disorienta lo spettatore con un’eccessiva quantità di personaggi e intreccia la trama in modo confuso. Paradossalmente, eccetto per d’Artagnan, i personaggi maschili risultano quasi marginali, con un’enfasi particolare data alle figure femminili attraverso trame amorose e politiche. I tre Moschettieri – Milady è, prima di tutto, il film di Eva Green, dove l’attrice mostra il suo carisma con il personaggio di Milady al centro di tutto. Una femminista pioniera che disprezza le convenzioni sociali e incarna una modernità risoluta. Dopo aver interpretato Alma Peregrine in Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali (2016) di Tim Burton, Eva Green è capace di dare vita ad una Milady forte e sensuale, determinata a sopravvivere in un dominio maschile. “Ho cercato di evitare il cliché della ‘donna fatale’ che seduce con un semplice schiocco di dita“, afferma l’attrice in un’intervista al giornale francese 20 Minutes. “Il personaggio che interpreto è dotato di una forte integrità morale. È stata trasformata per sempre da un evento tragico. Le sue ferite l’hanno forgiata, trasformando la sua femminilità in un’arma.

Titolo originale: Les trois mousquetaires: Milady
Regia: Martin Bourboulon
Interpreti: Eva Green, François Civil, Vincent Cassel, Louis Garrel, Jacob Fortune-Lloyd, Vicky Krieps, Lyna Khoudri, Romain Duris, Pio Marmaï, Camille Rutherford, James Flynn, Marc Barbé, Julien Frison, Ivan Franek
Distribuzione: Notorious Pictures
Durata: 115′
Origine: Francia, Germania, Spagna, Belgio, 2023

La valutazione del film di Sentieri Selvaggi
2.7
Sending
Il voto dei lettori
3.67 (3 voti)
----------------------------
SCUOLA DI CINEMA TRIENNALE: SCARICA LA GUIDA COMPLETA!

----------------------------

    ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SENTIERI SELVAGGI

    Le news, le recensioni, i corsi di cinema, la riviste, i libri, gli eventi e tutte le nostre iniziative


    Un commento

    • Generally I do not learn post on blogs, but I wish to say that this write-up very pressured me to
      take a look at and do so! Your writing taste has been surprised
      me. Thanks, quite great article.