Riapertura sale: tra il caso Verdone, le notti bianche del cinema, e l’arrivo di ItsArt

E’ arrivata la riapertura. Franceschini firma un decreto che obbliga l’uscita in sala per i film italiani, e in streaming solo dopo 30 giorni. Come sta andando per esercenti e film italiani?

Nel primo weekend di riapertura delle sale a primeggiare sono stati il film vincitore del premio Oscar Nomadland e Minari, con gli incassi che confermano il rinnovato interesse del pubblico. In particolare per i film d’essai. Il Ministro della Cultura, Dario Franceschini, ha annunciato allo stesso tempo la firma del decreto che ridefinisce l’obbligo di uscita in sala per i film italiani. Introducendo però nuove disposizioni che consentono di far passare in streaming e in televisione i suddetti solo 30 giorni dopo la data di prima uscita al cinema. Alla base c’è l’esigenza quindi di aiutare gli esercenti nella fase di ripartenza. Il problema di fondo però è che sembra che il cinema italiano sia il grande assente e che il coprifuoco delle 22:00 non aiuti affatto i gestori delle sale.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Proprio nei giorni scorsi abbiamo assistito al caos suscitato dal film di Verdone, Si vive una volta sola. Proposto in sordina in tre sale di Roma per pochi giorni e poi subito ritirato per l’uscita su Amazon Prime Video. Il tutto senza concedere l’opportunità a nessun altro esercente di programmarlo. La vera problematica è quindi la totale assenza al momento di titoli di richiamo italiani, con esercenti e distributori costretti a rimettere in circolo opere bloccate durante la prima chiusura e titoli stranieri. Come al solito sembra tutto una grande contraddizione. Un “funeralino” come quello raccontato dal celebre episodio de L’oro di Napoli di Vittorio De Sica, dove i bambini vengono attirati dai confetti e senza accorgersene accompagnano la carrozza del morto.

Le associazioni di categoria iniziano a giocare le loro carte: Alice nelle città, ANEC, ANICA, U.N.I.T.A. PREMI DAVID DI DONATELLO e 100 AUTORI hanno annunciato Le Notti Bianche del Cinema, evento di mezza estate che si terrà nelle città di Milano, Palermo, Bari, Torino, Roma e Bologna e che prevede 48 ore di proiezioni non stop. Con una programmazione composta da anteprime, incontri, omaggi ed eventi speciali e un unico biglietto agevolato.

--------------------------------------------------------------------
SCOPRI I NUOVI CORSI ONLINE DI CINEMA DI SENTIERI SELVAGGI


--------------------------------------------------------------------

Allo stesso tempo Franceschini conferma che dal 31 maggio sarà disponibile online la piattaforma digitale di ItsArt, la “Netflix della cultura italiana” come il Ministro stesso l’ha definita. Tra i primi contenuti esclusivi, “La forza del destino” di Giuseppe Verdi, diretta da Zubin Mehta, concerti diretti da Riccardo Muti, e lo show di Claudio Baglioni. Modalità di rilancio o laudatio funebris?
È dalla prima chiusura che il mondo dello spettacolo si è riversato sull’online. Facendo un salto che ci saremmo aspettati solo tra qualche anno. Una mossa che, viste le nuove politiche della distribuzione e gli accordi tra i vari canali streaming e case di produzione (Netflix e Sony, Warner e HBO Max), ha di fatto sempre più tagliato fuori la sala. Ci sono blockbuster bloccati e un appiattimento dell’offerta su riproposizioni e film dall’estero che arrivano sul mercato italiano a distanza di 3 anni, come nel caso del film di Jan Komasa Corpus Christi. Se è vero che il futuro dell’ìstituzione della sala cinematografica è quello di andare sempre più verso una fruizione di stampo museale accessibile a tutti, basterà la “scoperta” di In The Mood For Love e degli altri capolavori di Wong Kar-wai sul grande schermo, a smuovere il pubblico cinefilo dai salottini di casa provvisti di Disney+, Netflix e Prime?

------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8