#Oscars2021 – Le nomination

Netflix passa dalle 24 nomination dell’anno scorso alle 35 di quest’edizione. Nonostante l’esclusione di “Notturno” ci sono due nomination “italiane”, quella di “Pinocchio” e quella di Laura Pausini

La 93ª edizione degli Oscar si terrà il 25 aprile al Dolby Theatre di Los Angeles. Quest’anno il più alto numero di nomination (dieci) l’ha ricevute Mank, di David Fincher, che racconta la storia dello sceneggiatore Herman J.Mankiewicz e di uno dei suoi lavori più importanti: Quarto Potere. Un’edizione marchiata dallo streaming, con Netflix che passa dalle 24 nomination dell’anno scorso alle 35 di quest’edizione. Nonostante l’esclusione di Gianfranco Rosi e del suo Notturno ci sono due nomination “italiane”, quella di Pinocchio per il miglior trucco e acconciatura e quella di Laura Pausini, per la miglior canzone originale, per il film di Edoardo Ponti con Sophia Loren protagonista: La vita davanti a sé.

--------------------------------------------------------------------
UNICINEMA – UNA NUOVA IDEA DI UNIVERSITÀ

--------------------------------------------------------------------

Miglior film

Migliore regista

Migliore attore protagonista

Migliore attrice protagonista

Migliore attore non protagonista

Migliore attrice non protagonista

Migliore sceneggiatura originale

Migliore sceneggiatura non originale

  • Ramin Bahrani – La tigre bianca (The White Tiger)
  • Sacha Baron Cohen, Anthony Hines, Dan Swimer, Peter Baynham, Erica Rivinoja, Dan Mazer, Jena Friedman e Lee Kern, soggetto di Sacha Baron Cohen, Anthony Hines, Dan Swimer e Nina Pedrad – Borat – Seguito di film cinema (Borat Subsequent Moviefilm: Delivery of Prodigious Bribe to American Regime for Make Benefit Once Glorious Nation of Kazakhstan)
  • Christopher Hampton e Florian Zeller – The Father
  • Kemp Powers – Quella notte a Miami… (One Night in Miami…)
  • Chloé Zhao – Nomadland

Miglior film internazionale

Miglior film d’animazione

Migliore fotografia

Miglior montaggio

Migliore scenografia

Migliori costumi

Miglior trucco e acconciatura

  • Mark Coulier, Dalia Colli e Francesco Pegoretti – Pinocchio
  • Eryn Krueger Mekash, Matthew Mungle e Patricia Dehaney – Elegia americana (Hillbilly Elegy)
  • Marese Langan, Laura Allen e Claudia Stolze – Emma
  • Sergio Lopez-Rivera, Mia Neal e Jamika Wilson – Ma Rainey’s Black Bottom
  • Gigi Williams, Kimberley Spiteri e Colleen LaBaff – Mank

Migliori effetti speciali

  • Nick Davis, Greg Fisher, Ben Jones e Santiago Colomo Martinez – L’unico e insuperabile Ivan (The One and Only Ivan)
  • Sean Faden, Anders Langlands, Seth Maury e Steve Ingram – Mulan
  • Andrew Jackson, David Lee, Andrew Lockley e Scott Fisher – Tenet
  • Matthew Kasmir, Christopher Lawrence, Max Solomon e David Watkins – The Midnight Sky
  • Matt Sloan, Genevieve Camilleri, Matt Everitt e Brian Cox – Love and Monsters

Migliore colonna sonora

Migliore canzone originale

Miglior sonoro

  • Nicolas Becker, Jaime Baksht, Michelle Couttolenc, Carlos Cortés e Phillip Bladh – Sound of Metal
  • Ren Klyce, Coya Elliott e David Parker – Soul
  • Ren Klyce, Jeremy Molod, David Parker, Nathan Nance e Drew Kunin – Mank
  • Warren Shaw, Michael Minkler, Beau Borders e David Wyman – Greyhound – Il nemico invisibile (Greyhound)
  • Oliver Tarney, Mike Prestwood Smith, William Miller e John Pritchett – Notizie dal mondo (News of the World)

Miglior documentario

Miglior cortometraggio

  • Feeling Through, regia di Doug Roland
  • The Letter Room, regia di Elvira Lind
  • The Present, regia di Farah Nabulsi
  • Two Distant Strangers, regia di Travon Free e Martin Desmond Roe
  • White Eye, regia di Tomer Shushan

Miglior cortometraggio documentario

  • Colette, regia di Anthony Giacchino
  • A Concerto Is a Conversation, regia di Kris Bowers e Ben Proudfoot
  • Do Not Split, regia di Anders Hammer
  • Hunger Ward, regia di Skye Fitzgerald
  • A Love Song for Latasha, regia di Sophia Nahli Allison

Miglior cortometraggio d’animazione

  • Genius loci, regia di Adrien Mérigeau
  • Já-Fólkið, regia di Gísli Darri Halldórsson
  • Opera, regia di Erick Oh
  • Se succede qualcosa, vi voglio bene (If Anything Happens I Love You), regia di Michael Govier e Will McCormack
  • La tana (Burrow), regia di Madeline Sharafian
------------------------------------------------------------------------
IL NUOVO NUMERO DI SENTIERISELVAGGI21ST #8